Nostrofiglio.it Family Network


Adriana risponde

Sos: gelosia tra sorelline

Adriana risponde: Sos: gelosia tra sorelline

Gentile tata Adriana,
nei giorni in cui mia figlia lavora, mi occupo delle due nipotine, una di tre e l'altra di cinque anni. Il problema che mi trovo ad affrontare è la gelosia della grande, la sua sofferenza, che a volte sfocia in piccoli atteggiamenti aggressivi, per la quale viene rimproverata e i capricci della piccola che, piangendo e urlando, è abituata ad averle tutte vinte. So che l'educazione devono darla i genitori, ma trovandomi spesso con le bambine, non per mia scelta, ma per necessità, non so proprio cosa fare, mentre vorrei aiutarle entrambe. Grazie

Cara nonna,

l’affetto dei nonni è sempre una cosa preziosa ed è fortunata ad avere questa occasione di passare del tempo insieme a loro, poter essere un aiuto, non solo come baby-sitter, ma anche come loro compagna di giochi, confidente ecc. Così come sono fortunati sia le bambine ad avere questo affetto, che i genitori ad avere il suo aiuto, quale persona della massima fiducia.

L’ educazione non può avere regole sono da una parte (a casa dei genitori o a casa della nonna). Le regole sono regole, tocca a noi darle: è vero che a una certa età capiscono che ogni casa può avere regole un po’ diverse, ma da piccoli è meglio essere coerenti da entrambe le parti. Proprio per questo è importante e fondamentale prendersi il tempo di confrontarsi con i genitori e cercare insieme una linea educativa comune (sia nel dare regole che nel cogliere messaggi di richiesta di attenzioni ecc.), per poter essere veramente di aiuto e per non confondere le bambine.

La gelosia tra fratelli è normale: si “soffre” per gelosia, ma si tratta comunque della pretesa di avere il genitore (o la nonna) tutto per sé. Ma è una pretesa che non si può cogliere, perché è impossibile dividersi in due! Rimane fondamentale rassicurare la bambina che l’amore che provate per lei rimane intatto e grande. E’ importante anche ricordarsi di dedicare ad ognuna delle sorelle del tempo esclusivo, dedicato ad ognuna di loro separatamente.

Riguardo quindi a come affrontare la gelosia o i capricci (tipici dei bambini di tre anni), invito a leggere le “regole d’oro” sul mio sito, per trovare qualche suggerimento su come aiutare i bambini in questi momenti. Ecco il link: http://www.adrianacantisani.it/index.php?option=com_content&view=article&id=144

Si può sempre trovare una soluzione, soprattutto lavorando insieme e ascoltando i messaggi che i bambini ci “lanciano”!

Un abbraccio,

Adri

Leggi anche: I 100 consigli di tata Adriana ai genitori


Il video consigliato dalla redazione:

Perché lo sport fa bene ai bambini

Guarda tutti i video della webtv




 

  • Siham 22 febbraio 2014, alle ore 14:53

    Salve tata Adriana io vorrei un consiglio non so cosa fare da poco ho scoperto di essere incita per la terza volta ma o già due bimbe una di 3 anni e mezzo una di due anni.. la piccola da un anno e diabetica quindi devo stargli dietro continuamente la grande ha anche bisogno di me infatti fa sempre capricci io non so se tenere questo bambino ho paura di non farcela.. non so come gestire tutto... ho bisogno di un consiglio che mi rasserena.... sono sola non ho la mamma che mi possa dare una mano.... grazie...

Scrivi il commento


* Inserisci un indirizzo e-mail valido. L'indirizzo non sarà visualizzato sul sito. Per evitare usi impropri, ti sarà inviata una e-mail con un link per la pubblicazione del commento.
Altra stringa

Invia
Cerca











Da non perdere

Non perderti questo articolo! tata Adriana

I consigli della tata

Leggi tutti i consigli di Adriana ai lettori di Nostrofiglio.it.
I 100 consigli della tata ai genitori

Non perderti questo articolo! guida al bambino

Guida al bambino

Congratulazioni a tutte le neo mamme! Scoprite la nostra guida con tante informazioni utili e consigli per crescere bene il vostro bebè.

Non perderti questo articolo! guida gravidanza

Guida alla gravidanza

Congratulazioni per il bebè in arrivo! Iscriviti subito alla newsletter che ti segue nelle 40 settimane di gestazione.