Nostrofiglio.it Family Network


Adriana risponde

Sos, il bimbo non vuole 'andare di corpo'

Adriana risponde: Sos, il bimbo non vuole 'andare di corpo'

Buongiorno tata Adriana,

questo è un appello di una mamma "disperata".... non so come fare a risolvere il problema dell'andar di corpo di mio figlio che ha già quattro anni e non riesce a 'farla' nel water. Premetto che quando gli ho tolto il pannolino circa due anni fa non ho avuto problemi con la pipì infatti anche di notte si svegliava e mi chiamava per andare in bagno, ma con la cacca è un problema. Si rifiuta di mettersi sul water, inizialmente la faceva nella mutande adesso che è più grande mi chiede il pannolino.

Lui va all'asilo e tante volte per paura che le maestre lo costringano ad andare in bagno la trattiene, così il pediatra gli ha dato delle bustine per ammorbidire le feci altrimenti passano anche quattro giorni senza che lui vada di corpo. Le ho provate tutte, prima gratificandolo, poi leggendogli le favole, ma tante volte ho perso la calma a mi sono arrabbiata (lo so che non si deve fare...). A questo punto credo sia un problema anche psicologico ma io non so più come comportarmi, sono certa che tu avrai dei preziosi consigli da darmi. Tante grazie e buona settimana!

Cara Mamma,

per prima cosa è molto importante riuscire a mantenere la calma, come sai bene anche tu, arrabbiarsi o farne un “grande problema” non serve a niente e a nessuno. Prova ad usare delle strategie che possano renderlo sereno, senza però tornare indietro sui vostri passi: continua a permettergli il pannolino, ma ESCLUSIVAMENTE per la fare la cacca. Meglio non tornare a metterlo per tutto il giorno. Se ci impuntiamo per non permettergli MAI il pannolino, potrebbe bloccarsi del tutto, aggravando il problema e non è certo quello che vogliamo. Non sarà una soluzione per sempre, ma solo finché non si sente pronto a defecare nel WC. Non farne una questione troppo “pesante", è successo e basta. Ci si lava, ci si cambia e via che si va tranquilli di nuovo.

Chi è Adriana Cantisani

Si tratta di una esperienza comune a molti bambini: consulta sempre il tuo pediatra di fiducia per verificare che le feci siano mantenute morbide e che le parti più dure vengano espulse. Non sarà un processo immediato, ma con calma riuscirete.

Circa il 5% dei bambini rifiuta il passaggio al WC, innescando una specie di “guerra” con i genitori: alcuni trattengono le feci, anche fino ad arrivare alla stitichezza, a dolori o blocchi intestinali. I bambini con queste caratteristiche hanno in genere piccole e frequenti perdite e fuoriuscite di feci.

Come è possibile aiutare il tuo bambino?

  • Meglio chiarire insieme a lui la vostra meta: parlate insieme del fatto che ogni giorno la cacca deve uscire con frasi come “ il tuo corpo fa la pupù tutti i giorni” o "la pupù vuole uscire tutti i giorni”. Per i bambini più grandini, che probabilmente non amano il fatto di avere perdite frequenti, è possibile dire “ se fai la cacca tutti i giorni, non avrai più perdite”.
  • E’ necessario continuare con le cure del proprio pediatra per mantenere il retto vuoto.
  • Cercare di responsabilizza il bambino (NON TRASMETTENDO SENSI DI COLPA!!), in modo che sia lui a decidere quando utilizzare finalmente il WC, realizzando che non deve più “lottare” contro questa novità! Parlatene ancora insieme del fatto che il corpo fa la cacca tutti i giorni, ma la cacca è pur sempre sua. Spiega sempre che la cacca vuole andare nel WC e il suo compito è quello di aiutarla ad uscire. Digli che sei dispiaciuta di averlo forzato ad usare il WC o di averglielo sempre ricordato: da adesso in poi lui non avrà più bisogno di aiuto. Infine, dopo questo discorsetto… BASTA con i discorsi sul WC!
  • Cerca di mostrarti NON preoccupata a riguardo. Dal momento che il bambino non riceverà continui discorsi sul WC, allora sarà più propenso a decidere di andare in bagno per ricevere la tua attenzione.
  • Basta con tutti i riferimenti al bagno. Lascia che il tuo bambino decida quando ne ha bisogno. E’ in grado di sentire lo stimolo e di trovare il bagno. I continui riferimenti sono solo una forma di pressione, che portano solo ad aumentare questo gioco di forza.

Visto che però il trattenere le feci può portare a dolore fisico, ci sono però delle importanti eccezioni da ricordare, casi in cui è meglio comunque intervenire:

  • Se il bambino lamenta dolori addominali, meglio chiarire come può mandarli via. Prova a dire: "la cacca vuole venire fuori" o "la cacca ha bisogno del tuo aiuto” o "Trattenere fa venire mal di pancia". Offri il tuo aiuto per farlo sedere su una bacinella di acqua calda, che può aiutare a rilassare i muscoli intorno all’ano. Se rifiuta, puoi dirgli "io non ti posso aiutare, sei tu che ti puoi aiutare”. Dopo di che ignoralo, per non dare attenzione positiva a questo comportamento (trattenere le feci).
  • Se il bambino sta trattenendosi in modo evidente, prova inizialmente a non dire niente, nella speranza che finisca per fare LA COSA GIUSTA. Se invece continua a trattenere per più di 5 minuti, allora è molto importante dare un rinforzo positivo, con una frase che risulti piacevole e tranquilla, come per esempio “il tuo corpo ti sta parlando. Cosa vuole che tu faccia?”.

Mantieni la serenità e cerca sempre la collaborazione del tuo pediatra di fiducia… e del tuo bambino!

Un abbraccio,

adri

Leggi anche: I 100 consigli della tata ai genitori


Il video consigliato dalla redazione:

Perché lo sport fa bene ai bambini

Guarda tutti i video della webtv




 

  • Ingrid 21 luglio 2014, alle ore 00:13

    Salve. Sto leggendo i commenti a questa discussione visto che mi trovo in una situazione molto simile a quella descritta dalla Sra. Stefania anche io mamma di un bambino di 26 mesi, che trattiene la cacca volutamente e nn c'è verso di fargliela fare, da chiarire che questo comincio in un periodo tranquillo e che neanche mi era venuto in mente di togliere il pannolino, sto cercando consiglio disperato, ma purtroppo nel caso al quale faccio riferimento nn c'è una risposta

  • ilenia 24 luglio 2013, alle ore 15:22

    Ciao tata ho un bimbo di 5anni e mezzo che quest anno andrà alle elementari il
    mio problema è che non fa la cacca nel wc e se la fa addosso cosa posso fare ho provato
    in tutti i modi non so più cosa fare mi puoi aiutare? Grazie una mamma molto stressata

  • ilenia 21 luglio 2013, alle ore 20:53

    Ciao tata ho un bimbo di 5anni e mezzo quest'anno deve iniziare la scuola elementare...pero c'è un
    problema non vuole fare la cacca nel wc le ho provate tutte e adesso mi sto arrendendo non c'è la
    faccio più non so cosa devo fare ? Mi puoi aiutare grazie

  • francesca 19 luglio 2013, alle ore 18:32

    Ciao tata Adriana sono Francesca mamma di una bimba di 2 anni e mezzo molto sveglia ed attiva, sono riuscita senza problemi a toglierle il ciuccio ma purtroppo sto facendo molta fatica a toglierle il pannolino....anche se un paio di volte ha fatto la pipì nel vater e una volta nel vasino di punto in bianco si rifiuta letteralmente di fare i bisogni sia nel vater sia nel vasino e spesso non vuole farsi togliere il pannolino e quando riesco a convincerla a toglierlo non fa nessun bisogno...sono molto preoccupata anche perchè purtroppo non ho molto tempo da dedicare a questo passaggio, perchè lavoro a tempo pieno, e non riesco a starle vicina come vorrei....HELP PLEASE!! Ti seguo sempre e ti ammiro!
    Francesca

  • Veronica 22 marzo 2013, alle ore 21:16

    Salve stefania praticamente il mio problema è identico al suo , e non so cosa fare , e non so piu' a chi chiedere aiuto. Sono disperata

Scrivi il commento


* Inserisci un indirizzo e-mail valido. L'indirizzo non sarà visualizzato sul sito. Per evitare usi impropri, ti sarà inviata una e-mail con un link per la pubblicazione del commento.
Altra stringa

Invia
Cerca











Da non perdere

Non perderti questo articolo! tata Adriana

I consigli della tata

Leggi tutti i consigli di Adriana ai lettori di Nostrofiglio.it.
I 100 consigli della tata ai genitori

Non perderti questo articolo! guida al bambino

Guida al bambino

Congratulazioni a tutte le neo mamme! Scoprite la nostra guida con tante informazioni utili e consigli per crescere bene il vostro bebè.

Non perderti questo articolo! guida gravidanza

Guida alla gravidanza

Congratulazioni per il bebè in arrivo! Iscriviti subito alla newsletter che ti segue nelle 40 settimane di gestazione.