Psiche

Arriva un fratellino

Bambini_Fratellino_Sorellina
di Nostrofiglio Redazione

Finora il vostro primogenito è stato il centro indiscusso della famiglia. Quando arriverà il fratellino/sorellina dovrà abituarsi a dividere con lui/lei amore, tempo e attenzioni. Leggete i nostri consigli per aiutarlo ad affrontare il cambiamento.

Prepara il tuo bimbo all'arrivo di un fratellino/sorellina

Se il tuo primogenito è stato fino ad ora il centro indiscusso della famiglia, dopo il parto dovrà dividere amore, tempo e attenzioni degli adulti con il nuovo bambino. Per aiutare il grande ad affrontare positivamente questo cambiamento, dovresti prepararlo all'arrivo del fratellino o sorellina. Non riuscirai a nascondere la gravidanza a lungo, anche se la pancia non è ancora molto grande: i bambini avvertono infatti ben presto che qualcosa in famiglia sta cambiando. Molti reagiscono con rabbia, ostinazione e rifiuto.

  • Racconta sempre la verità e descrivi realisticamente il bambino, quindi come un piccolo che mangia, strilla e la fa nel pannolino, non come un fantastico compagno di giochi. In questo modo non illuderai inutilmente il primogenito.

  • Quando racconti del piccolo attingi anche ai ricordi del primo figlio: quando capirà che anche lui era così tenero e amato accetterà meglio il nuovo arrivato.

  • Se il figlio più grande può scegliere autonomamente quali dei giocattoli che non usa passare al fratellino o sorellina in arrivo, si sentirà preso sul serio e si separerà più facilmente dalle cose di cui non ha più bisogno. Non espropriarlo dunque dei suoi tesori senza dirgli nulla.

  • Il papà adesso ha un ruolo molto importante: può infatti svolgere già adesso quelle abitudini e rituali che interverranno dopo il parto, ad esempio leggere qualcosa al bambino prima di metterlo a letto la sera e accompagnarlo all'asilo. In questo modo comincerà ad abituarsi ai cambiamenti in arrivo.

    Una bambola "per esercitarsi" al nuovo fratellino rende felice gran parte dei bambini

  • I primogeniti detronizzati hanno bisogno di nuove persone di riferimento, che possono essere i nonni, i vicini o degli amici: in poche parole qualcuno che sia sempre disponibile per preparar loro da mangiare, consolarli o portarli ai giardini. È inoltre importante scegliere la persona giusta nel caso in cui la mamma dopo il parto debba soffermarsi qualche giorno in ospedale. Se è il papà, ovviamente, non c'è alcun problema, mentre se si tratta della nonna, che magari il piccolo ha visto solo di rado, è meglio farlo abituare a lei in anticipo.

  • I bambini sopportano solo un grande cambiamento alla volta. Non è quindi una buona idea, nel periodo vicino al parto, traslocare o mandare il bimbo all'asilo.

Articoli correlati

- Avrai un fratellino (o una sorellina)

- E' in arrivo un fratellino (o una sorellina), come comportarsi?

08 Luglio 2008 | Aggiornato il 16 Settembre 2013
Non ci sono ancora commenti!
Cosa ne pensi? Scrivi un commento
Nome
Email *
Inserisci il codice *
Commento (massimo 1000 caratteri) *
IL VIDEO CONSIGLIATO DALLA REDAZIONE
TUTTI I VIDEO
iscriviti alle
newsletter
di nostrofiglio.it
Ricevi le news della settimana!
EDITORIALE
Gli ultimi articoli,
i video e le storie
GRAVIDANZA
Info utili e consigli
per le future mamme
NEONATO
Tutto sulla crescita
del bambino,
da 0 a 12 mesi
• fanno parte del network nostrofiglio.it: mammole.itoltretata.itmiobambino.it
• ulteriori offerte della casa editrice G+J/M •
© Gruner+Jahr/Mondadori S.p.A.
Sede Legale: Via Battistotti Sassi 11/A ‚A 20133 Milano
Condizioni di utilizzo Privacy | Chi siamo | Pubblicità | Crediti
P.IVA e Reg.Imprese di Milano n. 09440000157
R.E.A. di Milano n. 1292226
Capitale Sociale : € 2.600.000 i.v.