Riconoscere il talento

Mio figlio è un genio. Anzi no, è ‘plusdotato’

bambina_pianoforte

A tre anni vostro figlio sa già leggere? Oppure alle elementari spicca in alcune materie, come la matematica o la musica? Potrebbe essere 'plusdotato'.

“A tre anni sa già leggere, conosce i numeri e fa mille domande. E’ un genio?” Mio figlio dimostra uno spirito molto creativo ma a scuola non brilla. C’è qualcosa che non va?” “Il mio bambino è talmente esuberante che sembra iperattivo. Che cosa posso fare?”

Si calcola che l'8-10% degli studenti sia plusdotato. In una classe di 25 scolari, potrebbero avere queste caratteristiche due-tre bambini.

Tre casi completamente diversi ma che potrebbero tutti portare alla stessa conclusione: si tratta di bambini ‘plusdotati’, ovvero bambini con particolari abilità o che dimostrano di avere competenze e capacità superiori ai bambini della stessa età.

In genere vengono definiti ‘geni’ – osserva la psicologa Anna Maria Roncoroni (www.roncoroni.eu), corrispondente italiana dell’European Council for High Ability – “dimenticando che il genio è colui che ha già dato un contributo fondamentale per lo sviluppo del settore di cui si occupa, raggiungendo risultati di eccellenza”.

“Come si può ben capire, parlare di “geni” quando ci si riferisce a dei bambini è prematuro e dannoso per il bambino stesso, che si crea delle aspettative eccessive e pretende sempre di più da se stesso, rendendo a volte difficile accettare la frustrazione, l’errore e le difficoltà che la vita pone davanti ad ognuno di noi inevitabilmente,” continua Roncoroni.

Come si possono riconoscere i bambini plusdotati?

“Non esiste una risposta unica e definitiva – spiega la psicologa - perché vi può essere il bambino che dimostra sin da piccolo di avere doti particolari (a tre anni già è in grado di leggere, ha facilità nell’apprendere le parole, ha un linguaggio ricco ed articolato, conosce già i numeri, è curioso, fa mille domande, etc.) oppure vi è quel bambino che solo all’epoca dell’ingresso a scuola comincia a scoprire di amare la lettura, si apre al mondo e dimostra di saper apprendere ad una velocità veramente inusuale.

Oppure il bambino molto creativo può avere delle difficoltà ad uniformarsi ai canoni della scuola, o quello molto timido può non emergere ma nascondersi, sviluppando i propri interessi al di fuori dall’ambito scolastico, in cui può anche non brillare particolarmente. Vi sono alcuni bambini che, data la loro esuberanza, vengono scambiati per iperattivi, con conseguenze a volte anche pesanti sia per il bambino stesso che per la famiglia”.

Leggi: Plusdotazione, che cos'è?

Vuoi confrontarti con altri genitori che hanno bambini dell'età di tuo figlio? Entra nel forum

30 Gennaio 2009 | Aggiornato il 16 Maggio 2013
TI POTREBBE INTERESSARE
30 Commenti
06 Gennaio 2014 17:43
Elix
Sin dalla nascita del nostro bambino abbiamo comunicato con lui in 3 lingue . A 2 anni e mezzo gia' conosceva i 3 alfabeti. A 3 anni gia' leggeva le parole su cartoncini nelle 3 lingue, cosceva i numeri , usava il computer vero per i puzzle del mondo online, conosceva il pentagramma e le note musicali , il sistema solare, le addizioni e sottrazioni, e tante altre cose. Oggi ha 4 anni e legge i libri per bambini in tutte e 3 le lingue ed ha discreta padronanza nello scrivere. E" molto curioso, ama viaggiare, gli piacciono tutti i giochi e stare con gli altri bambini, e pratica gli sport. che adora. Non e' un genio. Lo abbiamo soltanto esposto a tante cose sin da tenera eta' .
21 Dicembre 2013 09:31
Lory78
C'è qualcosa di strano in lui e non capisco cosa e nemmeno il PERCHÉ. È sempre in competizione con sua sorella, anche lei molto brava e con un talento straordinario proprio in arte (i suoi quaderni di classe prima, con i disegni, sono stati fotografati dalle maestre e i disegni esposti in scuola e sul sito per un anno), sia per ricevere coccole e attenzioni, sia a livello scolastico. Non so come intervenire, non vorrei la situazione peggiorasse e allo stesso tempo non voglio fare sentire mio figlio sotto una lente di ingrandimento, sembrando che tutti, genitori e prof, stanno cercando in lui LA COSA CHE NON VA, invece di stimolare il suo lato migliore, quello che va e che rende 100. Se qualche esperto mi può dare un consiglio, ringrazio anticipatamente. Auguro buone feste ai gestori del sito e anche ai lettori. Buon Natale!
21 Dicembre 2013 09:30
Lory78
Tutte cose che noi, i genitori, sapevamo già. Però in classe i suddetti prof lo zittiscono sempre, mentre lui ha una voglia di parlare, di raccontare cose nuove, di spiegare come ha svolto lui il problema o il tema. Ultimamente lo vedo molto chiuso, ha preso qualche nota per cose da poco e ha strappato le pagine dal diario, per nascondercelo. Ha distrutto i tre dipinti che aveva fatto durano l'ora di arte (mentre gli altri non erano riusciti a finirne uno solo!), bellissimi a detta della sua prof... Quando glielo abbiamo chiesto "perché gli hai distrutti?" Ha risposto "perché PER ME non erano belli, erano troppo disordinati" (e lui non è uno molto ordinato! ma si adegua alle regole della casa). Distrugge il materiale, dall'inizio dell'anno scolastico ha cambiato 4 zaini, copertine dei libri, biro e così via.
21 Dicembre 2013 09:28
Lory78
Lorenzo ha continuato a coltivare i suoi interessi e si è sempre portato avanti. Se alle scuole elementari le sue capacità sono state (in parte!) capite e lui è stato accettato per colui che sa già le cose, dunque può fare altro mentre la maestra spiega i divisori dei numeri naturali, alle medie è stato dipinto come "un genio irrequieto" (italiano e arte), "una Ferrari che gira per strade di campagna" (mate e scienze), "sprecato in questa scuola"(ingl), "teso e severo con se stesso e gli altri" (ed motoria).
21 Dicembre 2013 09:26
Lory78
Anch'io sono madre di due ragazzi, un maschio di 11 anni e una femmina di 10, entrambi plusdotati e con capacità di apprendimento oppure creative ben oltre la media. Sono arrivata a leggere questi articoli in seguito al richiamo dei professori delle medie riguardo mio figlio maggiore. Lorenzo, questo è il suo nome, è un bambino dalle potenzialità infinite. A due anni leggeva benissimo e a un anno e mezzo iniziai a insegnargli la lingua inglese (aveva imparato da solo i nomi degli animali mentre giocava sulla sua giostrina preferita, quella a gettone, con tutti gli animali dentro che pronunciano il loro nome in inglese). Mostrando interesse per le più svariate cose, l'ho assecondato e a 4 anni sapeva fare già i calcoli matematici, addizioni e sottrazioni anche a più cifre, mentre a 5 svolgeva perfettamente anche le moltiplicazioni e le divisioni. Ho provato a fargli anticipare un anno scolastico, evidentemente senza alcun risultato. Ma questo in fondo non è stato un grosso problema.
28 Giugno 2013 18:53
Susanna
Sono la mamma di un bambino plusdotato, cioè ad alto potenziale cognitivo. Il mio bambino e noi genitori siamo seguiti dal team della Prof.ssa Zanetti che dirige il LabTalento dell'Università di Pavia, il solo centro universitario, quindi pubblico, all'avanguardia in Italia che valuta bambini e ragazzi, supporta le famiglie, tiene corsi di formazione per insegnanti con gli Uffici scolastici, crea progetti nelle scuole, collabora nelle ricerche con esperti internazionali. La nostra famiglia è iscritta a Step-net, w w w.plusdotazionetalento.it e ho potuto incontrare tantissimi altri genitori e condividere esperienze. Infatti Step-net è un'associazione onlus che ha creato una rete fantastica di genitori, insegnanti, dirigenti, psicologi, medici ed esperti e la consiglio a tutti.
27 Giugno 2013 10:48
Laura
Salve, qualcuno di Milano che conosce una scuola speciale per bambini superdotati da 4 anni? Come posso contattare la dottsa Roncoroni? mi piacerebbe conoscere altre mamme..per sentiri consigli, Laura
19 Aprile 2013 12:16
Alessandra Caleno
Salve a tutti, mi occupo del casting del programma televisivo sulla famiglia e mi interesserebbe raccogliere una testimonianza di un familiare di un bimbo plus dotato su Roma. Per chi fosse interessato potrà contattarmi su l'email romanzo.familiare@fremantlemediaproduzione.com. Grazie a tutti e spero a presto
11 Dicembre 2012 09:32
laura
mio figlio viene descritto dalle insegnanti, come una persona dotata di capacità di apprendimento superiore alla norma. praticamente non studia, gli leggo le lezioni mentre lui suona la chitarra gioca a calcio o chatta su facebook.. non sta fermo un attimo eppure alla facendo i compiti in 2 minuti, ballando cantando parlando giocando durante le lezioni , risulta il migliore della classe. è definito esasperante, irritante esuberante, ma viene tollerato perchè è buono e , ovviamente, per il suo buon rendimento... .. mi è stato detto che ha una marcia in più ma pensa però solo a giocare e a divertirsi, non comprende l'impegno. spero che ciò non gli crei problemi in futuro . ora è in seconda media. suona la chitarra gioca a calcio e va matto per i video giochi on line . Eè solare affettuoso socuro di se ha un carattere forte e determinato, ma è distratto e disordinato. la profe di italiano ha un figlio così e dice che spesso essere più intelligenti della norma non è proprio un vantaggio...
04 Dicembre 2012 14:58
wilma
Ssono la nonna di un bimbo di 10 anni , a 7 anni hanno stabilito un QI di 135..A metà della terza elementare abbiamo dovuto cambiargli la scuola, dopo essere stato vittima di bullismo .Era troppo diverso non lo accettavano, sia i compagni che gli insegnanti. In questa scuola ha trovato un po' di serenità, anche se a periodi feequenti diventa pesante per lui essere ordinato , ha poco interesse a tenersi lo zaino in ordine , gomme e penne mordicchiate, . Le insegnanti spesso lo vedono assorto , ma se gli chiedono cosa stavano dicendo lui ripete a memoria le loro parole. Ha dei bei voti anche se loro non capiscono perchè non faccia di meglio. Ultimamente la cosa è peggiorata sta diventando ingestibile , non servono a nulla le varie punizioni, le subisce senza reagire tanto durano pochi giorni . Mia figlia cerca in tutti i modi di capire quale sarebbe il suo canale di sfogo ma è talmente ermetico che non riesce a trovarlo , è appassionato di fossili e informatica ma è incostante.
Cosa ne pensi? Scrivi un commento
Nome (minimo 6 caratteri)
Email *
Inserisci il codice *
Commento (massimo 1000 caratteri) *
IL VIDEO CONSIGLIATO DALLA REDAZIONE
TUTTI I VIDEO
iscriviti alle
newsletter
di nostrofiglio.it
Ricevi le news della settimana!
EDITORIALE
Gli ultimi articoli,
i video e le storie
GRAVIDANZA
Info utili e consigli
per le future mamme
NEONATO
Tutto sulla crescita
del bambino,
da 0 a 12 mesi
• fanno parte del network nostrofiglio.it: mammole.itoltretata.itmiobambino.it
• ulteriori offerte della casa editrice G+J/M •
© Gruner+Jahr/Mondadori S.p.A.
Sede Legale: Via Battistotti Sassi 11/A ‚A 20133 Milano
Condizioni di utilizzo Privacy | Chi siamo | Pubblicità | Crediti
P.IVA e Reg.Imprese di Milano n. 09440000157
R.E.A. di Milano n. 1292226
Capitale Sociale : € 2.600.000 i.v.