Scuola

Zaini e zainetti: istruzioni per l’uso

bambino-zaino

Che siano di marca, con i suoi personaggi preferiti oppure più anonimo non importa. La cosa importante è che lo zaino sia della taglia giusta, leggero e con bretelle larghe e imbottite. Per preservare la schiena di tuo figlio. I consigli dell'esperto.

Pratico ed essenziale; grande e capiente; con le figure dei suoi personaggi preferiti o più ‘anonimo’: ogni anno, all’inizio della scuola, la scelta dello zainetto impegna genitori e figli, alla ricerca del modello migliore e magari meno costoso (i genitori) o più ‘griffato’ e da esibire ai compagni (i figli). La scelta dello zaino giusto però è molto importante per la schiena dei nostri bambini e ragazzi, così come il modo in cui lo riempiono o lo indossano. Prima di acquistarlo, allora, leggi i consigli di Stefano Negrini, medico fisiatra di Isico, l’Istituto Scientifico Italiano Colonna vertebrale di Milano.

Zaini sempre più pesanti “Il carico massimo trasportabile dai bambini e dai ragazzi in età scolare non dovrebbe superare il 15-20% del peso corporeo, anche se purtroppo non esiste una legge in materia” dice il dott. Negrini del centro Isico. “Ebbene, da un nostro studio con la Fondazione Don Gnocchi di Milano è emerso che la maggior parte degli studenti portano in media nei loro zaini un carico che va dal 22% al 27,5% del loro peso corporeo, ed alcuni superano addirittura il 30% per almeno un giorno a settimana: davvero troppo per la loro schiena!”

Il rischio? Quello di andare incontro a mal di schiena. “Chiariamo subito: uno zainetto da solo non è in grado di procurare alterazioni della colonna vertebrale, come la scoliosi” prosegue l’esperto, “tuttavia portare tutti i giorni uno zainetto pesante per lungo tempo favorisce senza dubbio l’insorgere del mal di schiena, soprattutto se il fisico non è allenato, come accade spesso ai nostri ragazzi, che conducono vita sedentaria e difficilmente praticano attività fisica extrascolastica con regolarità”.

Le regole per acquistare lo zaino ‘giusto’.

  • Sceglilo della ‘taglia’ giusta. Sbagliato comprare uno zainetto troppo grande, perché non consente di indossarlo correttamente né di distribuire bene il carico sulla schiena. In più, vedendo che ha molto spazio a disposizione, il ragazzo sarà indotto a riempirlo anche con materiale superfluo.

  • Acquista un modello con lo schienale rinforzato. Lo schienale consente di posizionare e mantenere il carico vicino alla colonna, mentre se lo schienale non c’è, il carico si accumulerà tutto verso il basso, sbilanciando la schiena.

  • Meglio uno zaino leggero. Confronta vari modelli: vedrai che c’è una differenza di peso anche notevole. Perché aggiungere del peso già in partenza?

  • Occhio alle bretelle. Le migliori sono larghe e imbottite: in questo modo si distribuisce meglio la pressione sulle spalle e anche portare lo zainetto sarà più comodo.

  • Verifica che ci sia la cintura addominale. Non tutti i modelli ne sono provvisti (è un accessorio tipico degli zaini di montagna) però è utilissima per scaricare parte del peso sul bacino. La maniglia ok. La maniglia deve essere solida e facile da impugnare, per sollevare ed eventualmente trasportare a mano lo zaino.

  • Riempire lo zainetto nel modo appropriato. Quando si riempie lo zaino, lo scopo deve essere quello di mantenere il baricentro il più vicino possibile al corpo, per evitare che il peso dello zaino sposti il baricentro all’indietro e che, per compensarlo, il ragazzo sia costretto a curvarsi in avanti. Comincia a disporre il dizionario e i libri più pesanti e alti vicino allo schienale dello zaino, magari sovrapponendoli in altezza. Subito dopo metti i libri più leggeri e i quaderni, infine l’astuccio. Nella tasca esterna introduci solo le cose più leggere, tipo la merenda, i fazzoletti ecc. Quando hai finito di riempire lo zaino, chiudilo bene, così ogni cosa resta al suo posto. N.B. Evita di portare a scuola i libri che non sono indispensabili: in caso di dubbio, chiedi all’insegnante. Verifica inoltre se puoi condividere l’uso di certi libri col tuo compagno di banco.

Come si indossa lo zaino. L’ideale sarebbe indossarlo partendo non da terra, ma da un tavolo o dal banco, per evitare sforzi improvvisi alla schiena. Se devi piegarti, fletti le ginocchia e non inarcare la schiena all’indietro.

Regola le bretelle alla medesima lunghezza, per non far gravare il peso su una spalla più che sull’altra (è una prova che potrai fare solo una volta indossato lo zaino); accertati inoltre che la parte bassa dello zaino sia in linea con le anche. Lo zaino va indossato sempre con le bretelle su tutte e due le spalle, in modo da distribuire equamente il carico.

Assolutamente sbagliato tenere entrambe le bretelle su una sola spalla, perché si è portati ad incurvarsi su un solo lato.Mentre si porta lo zaino non bisogna correre perché i sobbalzi aumentano il peso sulla colonna vertebrale. Vietato giocare con i compagni ‘tirandosi’ per lo zaino, perché comporta uno sforzo improvviso per la schiena ed un rischio di caduta.

Vuoi confrontarti con altri genitori sui temi della scuola e dell'educazione? Entra nel forum

In più:

Scuola primaria

23 Settembre 2009
Non ci sono ancora commenti!
Cosa ne pensi? Scrivi un commento
Nome (minimo 6 caratteri)
Email *
Inserisci il codice *
Commento (massimo 1000 caratteri) *
IL VIDEO CONSIGLIATO DALLA REDAZIONE
TUTTI I VIDEO
iscriviti alle
newsletter
di nostrofiglio.it
Ricevi le news della settimana!
EDITORIALE
Gli ultimi articoli,
i video e le storie
GRAVIDANZA
Info utili e consigli
per le future mamme
NEONATO
Tutto sulla crescita
del bambino,
da 0 a 12 mesi
• fanno parte del network nostrofiglio.it: mammole.itoltretata.itmiobambino.it
• ulteriori offerte della casa editrice G+J/M •
© Gruner+Jahr/Mondadori S.p.A.
Sede Legale: Via Battistotti Sassi 11/A ‚A 20133 Milano
Condizioni di utilizzo Privacy | Chi siamo | Pubblicità | Crediti
P.IVA e Reg.Imprese di Milano n. 09440000157
R.E.A. di Milano n. 1292226
Capitale Sociale : € 2.600.000 i.v.