Nostrofiglio

IN VIAGGIO CON I BAMBINI

Genitori single: 9 dritte su dove andare in vacanza e come organizzarsi con i bambini

Di Alice Dutto
mother-937038_1280

11 Maggio 2016 | Aggiornato il 18 Maggio 2017
State progettando di andare in vacanza da soli con i vostri figli? Ecco 9 di consigli su destinazioni, servizi e precauzioni da prendere nel caso. Ci spiega tutto Giuditta Pasotto, fondatrice di Gengle, il primo social network dedicato ai Gen-itori Sin-gle

Facebook Twitter Google Plus More

Le vacanze estive stanno per arrivare e ci si comincia a organizzare. Un compito che non è così semplice per i genitori single. Offerte fatte su misura per le coppie con figli, mancanza di aiuto e un altissimo rischio stress misto all'isolamento dagli adulti rischiano di compromettere la vacanza con la propria prole.

Vi proponiamo 9 dritte per una vacanza comoda e a misura di bambino.

 

1 - Cerca un compagno di viaggio. «Personalmente, consiglio di cercare sempre un compagno di viaggio – dice Giuditta Pasotto, fondatrice di Gengle, il primo social network dedicato ai Gen-itori Sin-gle –. Riuscire a trovare qualcuno, magari che abbia a sua volta dei figli, meglio se dell'età dei vostri, è la scelta giusta per alleggerire il peso delle attività e per riuscire a godersi la vacanza al 100%. E se non avete nessuno, potete vedere le proposte sul nostro sito per viaggiare in gruppo con altri genitori nelle stesse condizioni».

 

 

Una vacanza comoda
2 - Vacanze a misura di bimbi. Talvolta, però, non è semplice trovare un compagno d'avventure o magari non si ha voglia di viaggiare in gruppo. «In generale, ma soprattutto se partite da soli con i figli, bisogna partire da un presupposto: dovete pensare a una vacanza adatta ai più piccoli. Perciò sì a strutture comode, che magari abbiano la piscina o il mare a poca distanza, per rendere il soggiorno il meno stressante possibile».

 

3 - No a posti isolati. E poi, mai scegliere un posto troppo isolato: controllare di avere sempre a pochi passi una farmacia, un negozio di alimentari, ma anche la fermata dei mezzi o la metropolitana se ci si deve muovere molto.

 

4 - Strutture con animazione? Perché no. Ideali sono anche a villaggi vacanza con animazione per bambini e le crociere, che aiutano anche il genitore a rilassarsi. «L'unico rischio è quello di rimanere da soli per tutto il tempo, anche se in questi luoghi sono previste attività anche per i genitori, che possono socializzare con altri adulti». Un'altra idea possono essere le vacanze in barca a vela o in bicicletta, che si fanno in gruppo e che sono fatte apposta per far divertire grandi e piccini.


5 - Provare un family hotel. Si stanno poi diffondendo i “family hotel” e strutture dedicate alle vacanze in famiglia. «Ma più di tutto ho trovato utilissimi alcuni servizi, come le reti di genitori o di negozi, che ti permettono di affittare passeggini o culle in qualsiasi parte del mondo tu sia. Così tu viaggi leggero, senza problemi».

 

50 mete per famiglie per l'estate 2016
VAI ALLA GALLERY (N foto)


Le mete da preferire

6 - Mare per i piccolini... «Il mare è di sicuro la soluzione più semplice, soprattutto se con voi ci sono dei bambini piccoli – spiega Pasotto –. La montagna, invece, è più indicata se i figli sono un po' più grandi, dagli 8 -10 anni. Lì le esperienze da fare si moltiplicano: dalle passeggiate alle biciclettate, alle giornate in fattoria».

7 - Città più impegnative. Le città d'arte, invece, sono più impegnative, «soprattutto d'estate, quando fa caldo. Il mio consiglio è di valutare prima di partire quali siano le più “kid friendly” e di avere già un programma a misura di bambino. Guardate la guida, ma anche i siti di eventi e selezionate quello che ci sarà nei giorni in cui voi sarete lì con i piccoli, considerando ampie pause per evitare che si stanchino troppo».


Una destinazione consigliata è Venezia, «perché, non avendo macchine è molto rilassante, ma anche Valencia e Barcellona hanno tante attrazioni per i bambini e poi parchi dove potevano giocare».
Da valutare anche la presenza di parchi di divertimento nelle vicinanze: «dedicate un giorno a quest'attività ludica: i vostri bambini ne saranno felicissimi».

 

In viaggio

8 - Portate con voi un kit per pronto soccorso e di giochi. Vietato dimenticarsi giochi e divertimenti. «Con i bimbi piccoli ho sempre provveduto a portarmi tutto: dal kit di prima necessità, con le medicine base; ai loro giochi preferiti per intrattenerli nei momenti d'attesa o in viaggio. Consiglio soprattutto quelli che si possono fare tutti insieme: come le carte con 100 giochi da fare quando sei in auto o quando fuori piove».

 

9 - In aereo, attenzione al bagaglio a mano. Se si viaggia in aereo, è bene preparare un bagaglio a mano intelligente, che contenga qualche cambio, giochi e medicine. «Questo per evitare di rimanere senza niente nel caso in cui perdano il bagaglio. E io l'ho imparato sulla mia pelle».