Nostrofiglio

ALTERNATIVE ALL'ASSORBENTE

Coppetta mestruale: cos'è, come funziona e come si sceglie

Di Alice Dutto
coppettamestrualelibera

26 Ottobre 2016
Di che cos'è fatta, quanto costa e come si usa: abbiamo risposto a tutte le domande sulla coppetta mestruale grazie a Elisa Casazza, ostetrica dell'Aied di Genova

Facebook Twitter Google Plus More

Da qualche anno sono arrivate sul mercato: sono le coppette mestruali, valide alleate per superare con meno fatica il momento del ciclo. Sì, perché i vantaggi di questi prodotti sono molti: dall'assenza di odori alla libertà che consentono di mantenere (si può tranquillamente fare sport o un bagno al mare), ma anche il risparmio che deriva da non dover più comprare assorbenti e il minor impatto ambientale.

 

Certo, ci sono alcune donne che sono ancora diffidenti sul suo utilizzo e, per questo, abbiamo chiesto all'ostetrica dell'Aied di Genova, Elisa Casazza, di aiutarci a comprendere meglio come funziona e come scegliere la coppetta mestruale.
 


1. Il materiale
«La coppetta mestruale è realizzata con del silicone medicale, materiale non nocivo per la mucosa vaginale e la mucosa in generale – spiega l'esperta –. Proprio per questo motivo, non ci sono controindicazioni e la coppetta può rimanere a contatto con la pelle anche per diverse ore senza problemi. Alcune sono più morbide e altre più rigide: le prime sono indicate solo per chi ha un pavimento pelvico non eccessivamente forte, che altrimenti schiaccerebbe una coppetta morbida».

LEGGI ANCHE: Perché il ciclo mestruale è doloroso?

2. La forma
Ogni coppetta ha una linguetta all'estremità, che serve per estrarla a ogni cambio: «e proprio lì sta la differenza tra una marca e l'altra. Se, infatti, la forma a bicchierino è simile per tutte, la linguetta differisce. Alcune ne hanno una verticale e rigida che scende, altre hanno una pallina o un anellino».

coppetta mestruale
La coppetta mestruale si può comprare in farmacia, erboristeria, ma anche online: in media, ha un prezzo di 20 euro e può durare anche 10 anni | Pinterest


3. Quale taglia scegliere

«Esistono principalmente due taglie: la grande e la piccola, indicate dalle lettere S o M. Quella più piccola è indicata per le ragazze giovani che non hanno ancora partorito, le mamme invece si orientano verso quelle più grandi. Se non si è sicuri, si può fare una consulenza con un'ostetrica o un ginecologo che valuteranno il grado di tono del pavimento pelvico, consigliando la giusta coppetta e la taglia da utilizzare».
Questo strumento può essere tranquillamente utilizzato anche dalle donne vergini: l'accortezza è quella di scegliere una taglia piccola, per evitare di alterare l'imene.

4. Dove si compra e quanto costa
La coppetta mestruale si può comprare in farmacia, erboristeria, ma anche online: in media, ha un prezzo di 20 euro e può durare anche 10 anni. Il risparmio medio va dunque da 40 a 80 euro l'anno.

 

coppetta mestruale come funziona
«Si prende la coppetta e con un dito si piega la coppetta a metà e poi si inserisce all'interno della vagina. Se è stata inserita correttamente, non si sente nessun fastidio e non c'è alcuna perdita di sangue» | Pinterest


5. Come si mette e si toglie
«La prima volta che si compra bisogna lavarla con acqua fresca e un detergente intimo neutro. Poi si fa bollire per qualche minuto in un pentolino (o in un comodo bollitore da microonde) per sterilizzarla. Dopo si asciuga e si conserva nel suo sacchettino – commenta Casazza –. Quando arriva il ciclo, bisogna di nuovo sterilizzarla e poi inserirla nel corpo in un modo molto simile a come si farebbe con l'assorbente interno. Si prende la coppetta e, con un dito, la si piega a metà; poi fa scivolare dolcemente all'interno della vagina. Se è stata inserita correttamente, non si sente nessun fastidio e non c'è alcuna perdita di sangue».

PER APPROFONDIRE: Le app per controllare le mestruazioni


Nel caso in cui ci fossero delle perdite i casi sono tre: o la coppetta è piena e va svuotata; o è stata messa male; oppure non è la coppetta giusta per le proprie caratteristiche fisiche. Nel caso, è bene provare a toglierla e reinserirla. «Per toglierla, basta far scorrere un dito contro la parete vaginale per far passare un po' d'aria e poi tirare la linguetta esterna».

6. Quanto si può tenere
«In teoria, la coppetta si può tenere anche per 6-8 ore, a seconda del proprio flusso. Poi si svuota, si sciacqua con acqua o sapone neutro e si reinserisce. Solo alla fine e inizio di ogni ciclo si sterilizza».