Trucchi per le grandi pulizie di primavera

pulizia

E' finalmente primavera. Pronte per dedicarci alle pulizie di casa? Ecco i consigli per pavimenti, specchi, vetri e cucina brillanti.

Tempo di grandi pulizie

Massima resa, minimo sforzo: così deve essere quando si tratta di dedicarsi alle “pulizie pasquali” di primavera, per tradizione le più accurate. Ecco alcuni consigli per fare proprio il piacevole diktat.

 

Il primo passo è quello di organizzarsi mentalmente in modo da non trovarsi a girare a vuoto. Allo scopo è una buona idea stilare un elenco delle cose da fare in ordine di esecuzione:

 

Pulire i vetri e gli specchi

Spolverare i mobili e i soprammobili di soggiorno, camere da letto, ingresso, studio

Pulire il bagno (o i bagni)

Pulire la cucina

Pulire i pavimenti

Per i vetri (e gli specchi):

Usare una spugna e un semplice tergivetro (esattamente uguale a quello che si usa per i vetri delle automobili). Come detergente usare acqua calda nella quale si saranno versate poche gocce di ammoniaca. Dopo aver eliminato l’acqua con il tergivetro completare l’asciugatura con un panno di cotone bianco e morbido.

 

Spolverare

Diluire in un contenitore di plastica con spruzzino riempito d’acqua un tappo di detergente liquido per mobili. Inumidire con la soluzione ottenuta un paio di “strappi” di carta da casa e poi passarli sui mobili, sostituendoli con carta pulita ogni volta che il caso lo richiede. Per spolverare la griglia della televisione o altri punti difficili usare un grosso pennello.

Pulire il bagno

Spruzzare un prodotto di pulizia anticalcare e anti-ingiallimento su tutte le superfici dei sanitari, lasciar agire per qualche minuto poi strofinare con un panno di spugna e sciacquare. Riempire un secchio di acqua calda e versarvi una piccola quantità di alcol denaturato, poi procedendo a quattro zampe (è la migliore per non affaticare la schiena) pulire il pavimento aiutandosi con un panno di spugna. Al termine dell’operazione aprire per qualche minuto le finestre per accelerare l’asciugatura del pavimento. Chiudere le finestre e passare su tutti i sanitari con la carta da casa: serve a togliere eventuali gocce d’acqua e a lucidarli.

 

 

Pulire la cucina

Prima di cominciare a pulire è bene svuotare tutti gli armadietti, approfittando dell’occasione per gettare quello che non serve e l’eventuale scatolame scaduto. Quello che viene tolto dagli armadietti andrebbe messo insieme su un tavolo e pulito con un panno di spugna inumidito prima di essere rimesso a posto. Per pulire i mobili si può usare una soluzione di acqua calda in cui si sarà precedentemente sciolta una piccola quantità di un prodotto sgrassante. In alternativa si può usare, mescolati all’acqua, aceto bianco e succo di limone. Per il pavimento si può procedere come per il pavimento del bagno. Se è di parquet si deve invece mescolare all’acqua un detergente liquido per legno.

Pulire i pavimenti

I pavimenti devono essere lavati dopo aver rimosso la sporcizia con la scopa o meglio con l’aspirapolvere. Lavarli con un panno di spugna in posizione carponi è più veloce e assicura un risultato finale migliore. Per i pavimenti in legno (parquet) si può usare un secchio d’acqua riempito di acqua calda nella quale va versata una piccola quantità di prodotto liquido per parquet. Per ceramica si possono usare i prodotti specificatamente destinati allo scopo sciolti in acqua oppure, in alternativa a essi alcol denaturato o ammoniaca o aceto bianco. E’ importante che l’acqua sia calda e che i prodotti siano usati in piccole quantità.

E’ IL MOMENTO DEGLI SCATOLONI

Secondo i dettami del Feng Shui, l’arte orientale che mira a creare una relazione armoniosa tra l’ambiente e chi lo abita a tutto vantaggio della qualità della vita, in ogni casa (o se in casa non c’è posto, in ogni cantina, o garage o terrazza coperta) dovrebbero esserci cinque scatoloni destinati a cinque categorie di oggetti: da buttare; da aggiustare; da regalare, scambiare o vendere; da spostare in un'altra stanza (o magari nella casa di vacanza); in attesa di collocazione/destinazione. Per assicurarsi la serenità interiore ciclicamente gli scatoloni devono essere svuotati. Le pulizie di Pasqua potrebbero essere l’occasione giusta per inaugurare gli scatoloni. Gli scatoloni si possono ricoprire con carta da tappezzeria oppure si possono decoupare o sostituire con grandi contenitori di vimini, perfetti come complementi d’arredo qualunque sia lo stile della casa.

 

RICORDA: per avere la casa in ordine è irrinunciabile che ogni cosa abbia il suo posto. Per riuscire nell’intento ci vogliono tanti contenitori “dedicati”: un capiente portavaso può trasformarsi per esempio in un portapenne in cui porre biro, matite, pennarelli che si trovano in giro. Una scatola di vimini con coperchio può essere destinata ad accogliere foglietti, bollini, ritagli, pile nuove, monetine e quant’altro di solito viene dimenticato sui ripiani dei mobili.

 

 

06 Marzo 2013 | Aggiornato il 20 Marzo 2017

Codice Sconto

TUTTI I VIDEO
iscriviti alle
newsletter
di nostrofiglio.it
Ricevi le news della settimana!
EDITORIALE
Gli ultimi articoli,
i video e le storie
GRAVIDANZA
Info utili e consigli
per le future mamme
NEONATO
Tutto sulla crescita
del bambino,
da 0 a 12 mesi
• fanno parte del network nostrofiglio.it: mammole.it
• ulteriori offerte della casa editrice •
© Mondadori Scienza S.p.A.
Sede Legale: Via Battistotti Sassi 11/A ‚A 20133 Milano
Condizioni di utilizzo Privacy | Cookie policy | Chi siamo | Pubblicità | Crediti
P.IVA e Reg.Imprese di Milano n. 09440000157
R.E.A. di Milano n. 1292226
Capitale Sociale : € 2.600.000 i.v.
Registrato al Tribunale di Milano con il numero 554 del 18/09/08.