Frittata primavera: con piselli, prosciutto, formaggio e fagiolini

frittata-primavera_MG_7441

Cosa cucinare di buono oggi? Siamo sempre di fretta e non sappiamo cosa inventarci per cena. Bene, facciamoci ispirare dalla primavera con questa ricetta semplice che racconta al nostro bambino la nuova stagione.

Oggi andiamo di fretta, la cena pare impossibile da mettere insieme in velocità. Bene, facciamoci ispirare dal 20 marzo e dalla primavera appena arrivata. Trasformiamo una ricetta semplice, quasi banale in un piatto speciale che racconti al nostro bambino della nuova stagione, a prova di sorriso e faccia felicemente stupita. Non ci servono molti ingredienti: uova, piselli (magari freschi), fagiolini, cubetti di prosciutto e formaggio a pezzetti.

 

Lasciatevi trasportare dalla fantasia, non occorrono formine particolari: utilizzate uno stampino da biscotti tondo, oppure tagliate a coltello, e disegnate sul piatto come fosse un foglio bianco. In una manciata di minuti creerete splendidi fiori per canticchiare: è primavera!

Ingredienti (per 3)

 

  • 5 uova

  • 100 g di piselli cotti

  • 100 g di prosciutto cotto a dadini

  • 100 g di formaggio tipo latteria

  • una manciata di fagiolini appena scottati

  • sale, olio extravergine d’oliva

  • un paio di cucchiai di latte

  • parmigiano

 

Procedimento

 

 

1. Separa i tuorli dagli albumi, monta questi ultimi a neve ben soda con un pizzico di sale. Sbatti invece i tuorli con il latte, un cucchiaio di parmigiano.

 

2. Amalgama tuorli e albumi dolcemente, dividi in due parti: in una unisci il prosciutto e il formaggio a pezzetti, nell’altra i piselli.

3. Ora prepariamo la nostra frittata: in una padella unta di olio e ben calda creiamo una zona con il primo impasto di uova e una seconda con il restante. Coprite col coperchio e lasciate cuocere a fuoco dolce.

4. Prendete due stampini tondi, uno più grande l’altro più piccolo o semplicemente tagliate a coltello. Dovete ottenere un cerchio grande che sarà la parte centrale del fiore con la frittata di piselli, e tanti petali tondi più piccoli con il prosciutto e il formaggio.

5. Disponete sul piatto, con i fagiolini create i gambi del fiore e delle piccole foglie. Servite.

Il consiglio. Per ottenere una frittata molto morbida, prendiamo ispirazione da un classico della cucina francese: l’omelette. Dividendo tuorli e albumi e sbattendo a neve questi ultimi, avrete una frittata soffice che si gonfierà in cottura: non serve capovolgerla, come di solito si fa, la parte sotto sarà ben dorata, quella superiore appena cotta.

 

Le autrici della ricetta e delle foto

 

 

Miralda Colombo, giornalista e blogger, per nostrofiglio.it ha una missione: elaborare ricette di piatti sani e completi che piacciano ai bambini e anche agli adulti. Miralda ha un blog www.ilcucchiainodialice.it nato in occasione dello svezzamento della figlia Alice e da cui è scaturito il libro di cucina per bambini "Il cucchiaino", ed. Gallucci.

 

Cevì (Cecilia Viganò) è un'artista, fotografa e illustratrice diplomata all'Accademia di Brera. Scatta le foto e illustra i piatti di Miralda per mostrare alle mamme che con un tocco di creatività e fantasia anche le ricette più semplici possono diventare più gustose. Perché anche l'occhio vuole la sua parte.

 

Leggi anche la ricetta degli spaghetti mimosa per la giornata della donna

22 Marzo 2012 | Aggiornato il 20 Marzo 2017
TI POTREBBE INTERESSARE

Codice Sconto

TUTTI I VIDEO
iscriviti alle
newsletter
di nostrofiglio.it
Ricevi le news della settimana!
EDITORIALE
Gli ultimi articoli,
i video e le storie
GRAVIDANZA
Info utili e consigli
per le future mamme
NEONATO
Tutto sulla crescita
del bambino,
da 0 a 12 mesi
• fanno parte del network nostrofiglio.it: mammole.it
• ulteriori offerte della casa editrice •
© Mondadori Scienza S.p.A.
Sede Legale: Via Battistotti Sassi 11/A ‚A 20133 Milano
Condizioni di utilizzo Privacy | Cookie policy | Chi siamo | Pubblicità | Crediti
P.IVA e Reg.Imprese di Milano n. 09440000157
R.E.A. di Milano n. 1292226
Capitale Sociale : € 2.600.000 i.v.
Registrato al Tribunale di Milano con il numero 554 del 18/09/08.