Nostrofiglio

Idee di riciclo

Come riciclare il guardaroba in gravidanza

Di Giorgia Fanari
vestitigrvidanza

12 Luglio 2017
Non c'è bisogno di acquistare pantaloni e vestiti premaman durante la gravidanza: Letizia Palmisano, giornalista ambientale e blogger esperta di riciclo e riuso, suggerisce qualche idea per riadattare i capi già presenti nel guardaroba

Facebook Twitter Google Plus More

Trovare il vestito giusto dentro il proprio armadio può essere difficile durante la gravidanza (soprattutto d'inverno), ma non impossibile.


Con qualche piccolo accorgimento, un po’ di fantasia, ago e filo, non ci sarà bisogno di rinunciare ai propri pantaloni preferiti e non si sarà costrette a indossare soltanto magliette premaman” da dar via subito dopo il parto. 

Riciclare il proprio guardaroba, utilizzando i propri vestiti abituali, è facile come dice Letizia Palmisano, giornalista ambientale, ecomamma e blogger esperta di riciclo e riuso. «Durante la mia gravidanza non ho avuto necessità di comprare un solo vestito premaman. Ecco quindi qualche eco-consiglio raccolto per esperienza diretta o in cambio di informazioni e buone pratiche da amiche e conoscenti». 

 

 

1. Maglie larghe e a trapezio 

Per quanto riguarda le maglie, «basterà privilegiare quelle larghe o a trapezio, cioè avvitate (o incrociate) ad altezza seno, che rimangono più morbide sulla pancia. In questo modo potranno essere utilizzate durante l’attesa: probabilmente diventeranno più attillate mese dopo mese, ma non ci sarà bisogno di allargarle o di intervenire in alcun modo, e potranno essere molto comode anche in fase di allattamento».

 

2. Pantaloni a vita bassa e fasce copri-zip
«I pantaloni a vita bassa sono perfetti per essere utilizzati anche con il pancione. Se il problema sono zip e bottoni che non si chiudono più, potete indossare sopra delle maglie lunghe e larghe in grado di coprire fin sotto la zip; altrimenti, basterà creare una fascia di maglina o utilizzare una sciarpa da mettere sui fianchi e sopra ai pantaloni: la fascia coprirà bottone o zip lasciati aperti e potrete indossarla anche con una maglietta più corta».

Altra soluzione per i pantaloni che non si chiudono sono degli elastici in grado di collegare asola e bottone o, ancora, delle “prolunghe” per il girovita dei pantaloni che si trovano facilmente in commercio: «si inseriscono allacciando l'asola della prolunga nel bottone dei pantaloni e poi mettendo il bottone della prolunga nell'asola dei pantaloni. In questo modo si otterrà una taglia in più senza interventi di taglio e cucito».

 

3. Jeans con fascia alta

«Se invece avete pantaloni e jeans che siete disposte a rimaneggiare, potete tagliare la parte del cinturino e della zip e cucirvi direttamente sopra una fascia elastica in maglina o in jersey, alta 5 o 10 centimetri: il pantalone rimarrà sotto la pancia e sarà la fascia a sostenerlo». Una valida alternativa sono i pantaloni a vita alta, ma con una ampia e morbida fascia elastica. «Fortunatamente vanno di moda da anni e probabilmente ne avrete già nell'armadio».

 

4. Leggins e vestiti impero
«Da indossare con una maxi maglia o con un vestito stile impero, i leggins sono un’ottima soluzione, soprattutto negli ultimi mesi di gravidanza, per evitare di indossare i jeans: morbidi e comodi, si adattano facilmente alla crescita del pancione e delle cosce, e sono un capo classico da riutilizzare anche in futuro».

 

 

5. Maglia arricciata e camicia allargata
«Le t-shirt lunghe o le maxi maglie che rischiano di sembrare sformate e sgraziate se indossate con il pancione possono diventare un capo davvero carino semplicemente cucendo alcuni elastici sui fianchi. Eventualmente, se la maglia è particolarmente lunga e larga, cucite anche un nastro a coulisse sul fondo o utilizzate morbide fasce da legare in vita o sotto il seno».

Per allargare invece la vostra camicia, tagliatela sul dietro e cucite un triangolo di stoffa che preferite: «l’effetto sarà molto carino con l’aggiunta, ad esempio, del pizzo». Chi non ha intenzione di tagliare la camicia preferita, potrà continuare a indossarla sopra il pancione lasciandola aperta e mettendo sotto una canottiera colorata. Per le più sportive, ancora meno problemi: «le tute e i pantaloni morbidi in vita si indossano tranquillamente durante la gravidanza. E se le vostre felpe risultano troppo strette, prendetele in prestito dall’armadio del vostro compagno».

 

6. Le scarpe
«Attenzione a non dimenticare che in gravidanza anche il piede si allarga e a volte, ahinoi, non torna più quello di prima: in questo caso potrebbe essere necessario correre al negozio per acquistare un paio di scarpe comode e adatte. Se non avete intenzione di comprarle soltanto per i 9 mesi di gravidanza, il consiglio è quello di scegliere scarpe adattabili come quelle con gli strap a due o tre punti (dita, caviglia avanti e dietro): comodissime ed evergreen, da riutilizzare anche successivamente».