Nostrofiglio

Guida e podcast

Musica in gravidanza e per neonati

Di Franco Teruzzi
bambino-musica

28 Ottobre 2009
Ascoltare musica rilassa la futura mamma e il bebè fin dai primissimi mesi. Ma non solo: l'ascolto musicale aiuta ai bambini a sviluppare la capacità di comunicazione e di apprendimento.

Facebook Twitter Google Plus More

Alzi la mano chi non ha mai cantato una ninna nanna al proprio bambino. È un gesto naturale, spontaneo. Ma forse non tutti sanno che oltre a essere una coccola affettuosa e solitamente rilassante, è anche un gesto di valenza molto più profonda.

La musica infatti è uno strumento di comunicazione importante e se usata nel modo corretto con i bambini può avere aspetti positivi che vanno ben al di là dell'addormentare il proprio cucciolo all'ora della nanna.

La scienza ha studiato, in tempi recenti, l'interazione tra musica e bambini. In molti casi ci si è spinti ad indagare gli effetti dell'ascolto musicale persino prima della nascita, diffondendo le note attraverso la pancia delle gestanti.

MUSICA GIA' IN GRAVIDANZA?

 

 

"Credo che la musica vada ascoltata fin dai primi mesi di gravidanza - sostiene Leonardo Trevisan, docente e musicologo veneziano della Fondazione Premio Altino, che alla musica per bambini ha dedicato molti dei suoi studi, componendo anche brani appositi. "Questo perché oltre ad aiutare la gestante a rilassarsi la si aiuta anche ad instaurare con il suo bimbo un “dialogo” alternativo, in grado di essere riconosciuto dal figlio dopo la nascita".

 

In realtà, la scienza su questo aspetto non è concorde in modo unanime. Secondo uno studio del NICHD (The Eunice Kennedy Shriver National Institute of Child Health and Human Development), il feto nella placenta si troverebbe in una sorta di isolamento acustico che ne impedirebbe, se non completamente l'ascolto, almeno la chiara percezione dei suoni. Gli esperimenti vari si scontrano con l'esperienza comune a molte donne, secondo le quali il bambino una volta venuto alla luce dimostrerebbe inequivocabilmente di riconoscere la musica ascoltata quando era nella pancia.

Podcast per il rilassamento durante la gravidanza:

 

Compositore: Leonardo Trevisan, docente e musicologo veneziano, Fondazione Premio Altino.

La musica deve essere ascoltata con intensità non superiore ai 40-45 decibel.

EMOZIONI, RIFLESSI DI LUNA e SUONI NELLO SPAZIOTre composizioni che appartengono al genere musicale di "Musica melodica".

Questa musica è puramente “melodica” e non presuppone l’uso dell’armonia in quanto costituita da suoni che stanno in correlazione esclusivamente per mezzo della loro durata. È una musica che evidenzia la sua semplice melodia e la sua bellezza espressiva facendo provare piacevoli sensazioni.Musica efficace per la diminuzione di ansia e di stress. Crea momenti piacevoli, di rilassamento e di meditazione.

PER KAROL e PRELUDIO infinito amoreDue composizioni che appartengo allo stile romantico dove alla melodia viene affidato un ruolo-chiave.PER KAROLComposizione dalla melodia elegante, dolce e luminosa, lo strumento solista, passionale nella sua espressione, caratterizza questo brano scritto per Karol al suo terzo mese di gravidanza. Piacevole anche il soffuso accompagnamento corale.

PRELUDIO infinito amoreUna composizione che rappresenta l’infinito amore di una mamma verso la sua creatura. Suoni che in certi momenti riescono a trasmettere quell’infinito amore che c’è dentro ognuno di noi.

 

Che si faccia ascoltare musica nel pancione oppure dai primi mesi di vita, è innegabile che una corretta esposizione dei bambini alle note musicali abbia effetti positivi sul loro sviluppo.

Nella Slovacchia orientale, a Kosice Saka, un ospedale all'avanguardia ha avviato circa due anni fa un programma sperimentale. Nella nursery, i bambini appena nati indossano delle cuffie ad alta fedeltà, attraverso le quali ascoltano beatamente lievi melodie.

Podcast per il neonato e il rilassamento durante la gravidanza:

La musica deve essere ascoltata con intensità non superiore ai 40-45 decibel.

 

NINNA NANNAUna dolce melodia che stimola l’affettività del bambino. Musica che può essere ascoltata, come momento di rilassamento, durante la gravidanza.Semplice il tema melodico, la struttura ritmica e armonica.

DOLCE PRIMAVERAMusica dai suoni dolci e delicati come il germoglio dei fiori, delle foglie primaverili e del tepore primaverile. Induce il bebè e la gestante ad una condizione di benessere.

IL GIARDINO DI ELENAUna bimba di sei mesi che si addormenta nel suo giardino fatato. Guarda con occhi innocenti i bellissimi fiori che rappresentano l’amore della sua mamma e del suo papà mentre la cullano. Inizia a volare, volare come una farfalla che va ad appoggiarsi su quei fiori dal dolce profumo che proviene dal cuore dei suoi cari. Una composizione di ricordi dai suoni dolci e svolazzanti come lo sguardo bellissimo, curioso e sorridente di Elena.

VIAGGIO D'IDENTITA'In questo brano si evidenzia l’aspetto ritmico e una melodia che mette in luce la sua espressione gioiosa, melodiosa e spavalda. La musica ha un effetto rilassante sulle donne incinte e aiuta a instaurare un dialogo sensoriale con il bebè.

BUONANOTTE AMORE MIOUna melodia che testimonia i sentimenti e la dolcezza di una mamma quando augura la buona notte al suo bimbo.

NINNA NANNA "Emma Sofia"Esprime la tenerezza infinita dell'amore di chi sorveglia l’ingenua serenità del neonato mentre si addormenta.

Secondo i medici questo li aiuta a superare lo stress della nascita, favorendone la capacità di comunicazione e di apprendimento. La musica diffusa riguarda vari generi, anche se prevale la classica, e i neonati indossano le cuffie per cinque sessioni giornaliere, di 20 minuti ciascuna.

Perché stupirsi? In fondo con la parola non abbiamo remore: parliamo al bambino, seppur con termini semplici e toni adeguati, fin dalla nascita, quando ancora non può comprendere il significato di quello che gli viene detto. In questo modo lo abituiamo gradualmente e “istintivamente” al linguaggio verbale. Non è così strano, quindi, fare altrettanto con la musica, che è una forma di linguaggio, per certi versi, ancora più diretta.

"L'ascolto musicale fin dalla più tenera età educa il cervello ai suoni armonici - sostiene Trevisan - consentendogli di recepirli e servirsene in modo istintivo (e non come elemento culturale), e dando la possibilità al bambino di utilizzarli per mantenere una condizione di benessere".

I benefici per il bambino, gli errori da evitare e la playlist di musica classica per i vostri bebè

 

I benefici per il neonato

Gli errori da evitare

La playlist di musica classica

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Ascolta i Podcast per le donne incinte e i neonati

Vuoi conoscere altre future mamme o altre neomamme? Vai al forum dedicato al primo anno di vita del bebè

Codice Sconto