Nostrofiglio

LA MUSICA GIUSTA

La playlist per il parto, consigli e idee utili

Di Alice Dutto
playlistmusicaparto

16 Marzo 2017
In rete trovate già pronta la Birthing Playlist di Spotify, ma la scelta migliore sarebbe quella di creare la vostra selezione di brani da ascoltare in gravidanza e poi durante il travaglio per rilassarvi e affrontare più serenamente il parto insieme al vostro piccolo

Facebook Twitter Google Plus More

Il suono è una delle prime forme di comunicazione che avviene tra la mamma e il bambino. Secondo una ricerca dell'Istituto Marques' a Barcellona, pubblicata sulla rivista Ultrasound, già a 16 settimane il feto sarebbe in grado di rispondere agli stimoli musicali, “cantando” e “ballando”.

GUARDA IL VIDEO: Il feto che balla nel pancione

Musica in gravidanza

Un risultato confermato da uno studio finlandese, pubblicato sulla rivista scientifica PlosOne, secondo cui l'ascolto della musica da parte del feto durante la gestazione avrebbe effetti benefici. I bambini che nell'ultimo trimestre di gravidanza avevano ascoltato una nota ninna nanna hanno mostrato un'attività cerebrale più reattiva durante l'ascolto dello stesso brano, presentando reazioni diverse al variare della melodia.

Oltre a far bene al bambino, poi, questa “terapia” fa bene anche alle mamme: ascoltare la musica, infatti, allenta tensioni e rilassa. Da uno studio condotto dal Max Planck Institute di Leipzig emerge che il corpo delle donne in gravidanza reagisce alla musica in modo molto più intenso rispetto a quello delle donne normali, ciò si vede da modifiche del battito cardiaco e della pressione sanguigna. Le reazioni sono proporzionali a seconda della musica ascoltata.

La playlist per il parto
A partire da questi assunti, medici e scienziati stanno sempre più riflettendo sugli effetti benefici della musica durante il parto.

«Il momento della nascita viene vissuto da mamma e bambino insieme, in modo simbiotico, con la presenza sempre più attiva del papà. Si può pensare di utilizzare musiche, ma anche vocalizzi, che la mamma può agire per sé e per il bambino che sta per nascere, in sala parto, ma più facilmente durante il momento del travaglio» spiega Francesca Pasini, fondatrice e presidente de La Culla Musicale, associazione genovese per lo studio, l'approfondimento e la divulgazione della musicoterapia prenatale.


Al giorno d'oggi, infatti, sono molti gli ospedali che lasciano ascoltare musica durante il travaglio e il parto. «È un'opzione utile soprattutto nei luoghi dove si pratica il parto dolce, altrimenti si rischia che il sottofondo musicale sia coperto da voci e rumori, rendendolo inefficace».

 

Il percorso
È importante arrivare in sala parto preparati. «La playlist che la mamma e il papà porteranno in sala parto è il risultato di un percorso che avviene durante la gravidanza. In genere, si inizia al quinto mese di gestazione, durante i corsi di preparazione alla nascita. Lì si aiutano le future mamme a entrare in relazione con il bambino attraverso il mezzo sonoro e a trovare i brani che la fanno stare meglio, perché magari le riportano a momenti felici della loro vita, o semplicemente perché le rilassano e le rasserenano».

Musica rilassante per il travaglio
«La musica classica, new age, o i suoni della natura sono generalmente i generi più apprezzati verso la fine della gravidanza. Questo perché più la gravidanza avanza, più si preferiscono suoni che portano al rilassamento e alla calma. Abbiamo avuto mamme che amavano i concerti rock o andare in discoteca, ma poi con il procedere della gestazione hanno scelto musiche più classiche».

Secondo molti studi, infatti, la musica classica è la più indicata a rilassare le future mamme: «Soprattutto i brani di Mozart e Vivaldi, che hanno una serenità intrinseca nella loro struttura: sono semplici, vivaci, ma con timbriche molto apprezzate da mamme e bambini».


La playlist per il travaglio

«Si dovrebbe arrivare al momento del travaglio con un proprio kit, una playlist che sia quella che caratterizza gli ultimi mesi di gravidanza – prosegue l'esperta –. La sequenza e i brani si devono decidere prima, e mamma e bambino devono averla già ascoltata più volte. È importante che si scelga bene il momento in cui farlo, perché poi il bimbo lo memorizza». Meglio dunque non fargli ascoltare musica la sera tardi, perché potrebbe influire sul suo ritmo sonno-veglia.

La playlist è utile per tranquillizzare il neonato anche dopo il parto, «Magari la potete utilizzare durante l'allattamento, il momento del cambio, o quando il bimbo è in difficoltà, perché si sta abituando alla vita fuori dall'utero materno, o perché la mamma non c'è». 

La scelta della durata e dei brani è assolutamente personale: «dipende dai gusti e dai tempi d'ascolto della mamma (ma anche del papà)». A questa, va associato anche l'utilizzo della voce: «vocalizzi, canti, canti a bocca chiusa, aiutano sia il bambino sia la mamma a ritrovare concentrazione e serenità».

PER APPROFONDIRE: Cantare al piccolo prima del parto farà piangere meno il bebè


Il ruolo del papà
«È importante che nella creazione della playlist per il parto intervenga anche il padre. Si creerà così una sorta di album di famiglia dove, attraverso la musica, potranno avvenire le prime forme di comunicazione tra il bambino e i genitori. Ai papà, poi, chiediamo di parlare molto alla pancia: è un modo per entrare in contatto e farsi conoscere precocemente dal proprio figlio».

Birthing Playlist on Spotify

Se siete a corto di idee, potete sfruttare Spotify, che ha creato una playlist appositamente per le mamme che devono affrontare il travaglio. Una selezione di 30 brani, che è stata realizzata sulla base di oltre 90mila “push playlist” create dai futuri genitori con il contributo del ginecologo newyorkese, il dottor Jacques Moritz. Si inizia da canzoni molto lente e morbide passando poi a quelle dal ritmo più forte, pensate per accompagnare il momento delle contrazioni e delle spinte.

 

Ecco le 30 canzoni selezionate da Spotify per il momento del travaglio:
 

1. Pearl Jam -- "Just Breathe"



2. James Bay -- "Let It Go"



3. Regina Spektor -- "Don’t Leave Me"



4. Sigur Rós -- "Festival"



5. Death Cab for Cutie -- "Transatlanticism"



6. The Lumineers -- "Ho Hey"



7. Norah Jones -- "Sunrise"



8. Craft Spells -- "After the Moment"



9. Xavier Rudd -- "Follow the Sun"

 

10. Lucinda Williams -- "Fruits of My Labor"


 

11. John Lennon -- "Beautiful Boy (Darling Boy)"


 

12. Colbie Caillat -- "Capri"


 

13. D’Angelo -- "Really Love"


 

14. Milton Nascimento -- "Nos Bailes Da Vida"


 

15. Coldplay -- "Don’t Panic"


 

16. Fleet Foxes -- "Your Protector"


 

17. Yeah Yeah Yeahs -- "Maps"


 

18. Kygo, Maty Noyes -- "Stay"


 

19. P!nk - Try


 

20. Muse -- "Starlight"


 

21. John Legend -- "All of Me"


 

22. David Bowie, Queen -- "Under Pressure"


 

23. U2 -- "With or Without You"


 

24. Wilco -- "Impossible Germany"


 

25. Arcade Fire -- "Wake Up"


 

26. R.E.M. -- "Nightswimming"


 

27. Patty Griffin -- "Heavenly Day"


 

28. Iron & Wine -- "Naked As We Came"


 

29. Beyoncé -- "Blue"


 

30. Johann Sebastian Bach, Yo-Yo Ma -- "Unaccompanied Cello Suite No. 1"