Bellezza nove mesi

Seno in gravidanza

donna-incinta-bionda
di Angela Bisceglia

Sin dai primi giorni di gravidanza, il seno comincia a trasformarsi, regalandoci come graditissima conseguenza una-due taglie in più di reggiseno. Ecco quel che succede, dentro e fuori, e come preservare la salute e la bellezza del nostro décolleté in gravidanza

Come cambia il seno all’interno

“La mammella è formata da una ghiandola a forma di margherita, con al centro una struttura tubulare, ovvero dei piccoli condotti che sfociano in mezzo al capezzolo, e 15 - 20 ‘petali’ che sono i lobuli posti a corona, immersi in tessuto adiposo ” spiega Rossana Sarli, ginecologa a Genova.

Durante i primi tre mesi di gravidanza, i dotti galattofori e i lobuli cominciano ad aumentare di volume, sotto l’influenza degli estrogeni innanzitutto, ma anche di progesterone, prolattina, ACTH (che stimola il surrene), ormone della crescita e altre sostanze; nel tessuto interstiziale inoltre arrivano cellule come linfociti ed eosinofili.

Il cambiamento si rende ancor più evidente nel secondo trimestre, quando i lobuli crescono ancora e si comincia a formare qualcosa di simile al colostro, mentre i dotti galattofori si dilatano e si sviluppano alveoli supplementari, che verso la fine gravidanza cominceranno e produrre il vero e proprio colostro. A questo si aggiunge che i vasi sanguigni normalmente presenti aumentano nel corso dei mesi l’afflusso di sangue”.

Il seno inizia a ingrossare

Il risultato visibile di tutti questi cambiamenti interni? “Ancor prima della mancanza mestruale, il seno comincia ad ingrossarsi, dando un senso di fastidio e di tensione ed una maggiore sensibilità del capezzolo, che spesso preannunciano alla donna di essere incinta già prima di aver fatto il test!” risponde la ginecologa.

“Nel corso dei mesi, poi, aumenta la pigmentazione del capezzolo e dell’areola e si formano piccoli ‘nodini’ intorno ad essi, mentre le vene sul seno si fanno più evidenti, la pelle diventa più lucida e secca ed a volte compaiono smagliature rossastre. Se proviamo a palpare il seno, potremmo notare zone più addensate di ghiandole, mentre se spremiamo il capezzolo potrebbe uscire un liquido biancastro. Sono tutti fenomeni normali, che segnalano che il seno si sta preparando adallattare il bebè”.

NB: un seno grande ha una massa adiposa maggiore ma non una ghiandola più grande o piùproduttiva di latte, quindi anche chi ha un seno piccolo ha la possibilità di allattare al meglio il suobambino!

Consigli per preservare la salute e la bellezza del seno

  • Sin dai primi mesi di gravidanza, indossa un reggiseno adeguato alla misura del seno: l’ideale è un tipo specifico per gravidanza, che offre un sostegno ottimale e si adatta bene alle modificazioni nei nove mesi, senza dover cambiare continuamente taglia (l’aumento di volume infatti non è costante: il seno si può ingrandire all’inizio gravidanza, poi avere un periodo di stasi e successivamente ingrandirsi ancora).

  • Per mantenere la pelle elastica ed idratata, applica ogni giorno una crema antismagliature sulla pelle, mentre per ammorbidire e rinforzare il capezzolo ok a massaggi con olio di mandorle o una crema specifica.

  • Se il capezzolo è rientrante o piatto, durante il massaggio si può provare a tirarlo in fuori delicatamente con le dita. In commercio ci sono apposite ventose che creano un’atmosfera negativa che favorisce l’uscita in fuori del capezzolo; in alternativa, si può utilizzare una comune siringa da 10 o 20 cc: dopo aver tagliato la parte dove c’è l’ago ed infilato lo stantuffo al contrario, si appoggia sul capezzolo la parte liscia della siringa e si aspira un po’.

  • Per mantenere il seno tonico, fai con costanza esercizi di rinforzo dei muscoli pettorali: un semplice esercizio ad esempio è stringere tra loro i palmi delle mani tenendo i gomiti allargati e le mani davanti al petto, o meglio un po’ più basse verso l’addome per rinforzare i pettorali bassi (quelli che tirano su il seno!).

  • Cerca di mantenere sempre un portamento eretto e non cedere alla tentazione di incurvarti in avanti, con la scusa dell’aumento di peso del pancione.

  • Sul versante della prevenzione dei tumori, sarebbe buona regola fare un’ecografia mammaria prima del concepimento e dopo la fine dell’allattamento. E ricorda: tra i molteplici benefici dell’allattamento, c’è anche quello di ridurre il rischio di tumore al seno!

Leggi anche: Sai tutto sulla gravidanza? Miti e leggende sulla gravidanza, Dopo l'allattamento il seno torna bello, Combatti i segni della gravidanza

Vuoi conoscere altre future mamme? Entra nella nostra sezione del forum dedicata alla gravidanza.

29 Febbraio 2012 | Aggiornato il 05 Marzo 2012
1 Commenti
03 Aprile 2012 19:08
Gioia
Ottimo articolo, grazie dei consigli! A proposito di creme x il seno, io mi sto trovando molto bene con quella della Mustela... Trattamento Speciale Seno della linea 9 mesi... mi sta aiutando un sacco a mantenere tonica ed elastica la pelle :)
Cosa ne pensi? Scrivi un commento
Nome
Email *
Inserisci il codice *
Commento (massimo 1000 caratteri) *
IL VIDEO CONSIGLIATO DALLA REDAZIONE
TUTTI I VIDEO
iscriviti alle
newsletter
di nostrofiglio.it
Ricevi le news della settimana!
EDITORIALE
Gli ultimi articoli,
i video e le storie
GRAVIDANZA
Info utili e consigli
per le future mamme
NEONATO
Tutto sulla crescita
del bambino,
da 0 a 12 mesi
• fanno parte del network nostrofiglio.it: mammole.itoltretata.itmiobambino.it
• ulteriori offerte della casa editrice G+J/M •
© Gruner+Jahr/Mondadori S.p.A.
Sede Legale: Via Battistotti Sassi 11/A ‚A 20133 Milano
Condizioni di utilizzo Privacy | Chi siamo | Pubblicità | Crediti
P.IVA e Reg.Imprese di Milano n. 09440000157
R.E.A. di Milano n. 1292226
Capitale Sociale : € 2.600.000 i.v.