Gravidanza, viaggiare in aereo

coppia-aereo

Quando si aspetta un bebè si può viaggiare in aereo senza problemi? La risposta è sì, purché la gravidanza proceda in modo 'fisiologico', cioè senza problemi. Leggi quali sono le precauzioni da osservare a bordo e se sei alle ultime settimane informati su eventuali restrizioni previste dalla compagnia aerea con cui partirai

“Sin dalle prime settimane, se la gravidanza procede in modo fisiologico, i viaggi in aereo non comportano particolari rischi per una donna sana” premette Massimo Bardi, ginecologo presso il Policlinico di Ponte San Pietro (BG). “A cominciare dai metal detector utilizzati negli aeroporti, che non sono assolutamente dannosi per il feto”.

Nessun timore per la pressurizzazione “Per quanto riguarda la pressurizzazione della cabina di viaggio, è vero che comporta una riduzione della pressione atmosferica, ma questo non crea scompensi alla circolazione materna o fetale” prosegue il ginecologo; “tutt’al più la futura mamma potrebbe avere un lieve aumento della frequenza cardiaca, che in una donna sana viene gestito senza problemi”.

Aria secca? Bevi di più In aereo l’aria è più secca e questo può provocare lievi difficoltà di respirazione, ma per ovviare all’inconveniente basta bere spesso per mantenere umidificate le mucose dell'oro-faringe. Sei già iscritta alla Guida alla gravidanza? Iscriviti qui

Tenere allacciate le cinture Una buona regola in gravidanza è quella di mantenere allacciate le cinture di sicurezza per tutta la durata del volo, per proteggere mamma e feto da eventuali traumi legati a turbolenze o a vuoti d'aria.

Rischio trombosi sotto controllo In gravidanza c'è una predisposizione alla sindrome varicosa ed alle sue complicazioni (trombosi, tromboflebiti, trombosi venose profonde, etc) e i viaggi in aereo, poiché costringono a star sedute a lungo, possono costituire un fattore di rischio in più.

“E’ consigliabile farsi assegnare un posto di corridoio in modo da potersi alzare e camminare per qualche minuto almeno ogni ora e fare esercizi di contrazione e stretching per i polpacci anche mentre si sta sedute” suggerisce il ginecologo.

“Ok anche alle calze contenitive, che migliorano il ritorno venoso, così come è opportuno indossare scarpe comode, con tacchi di 4 cm, possibilmente da sostituire durante il viaggio con pantofole.

Chi già soffre di varici, dovrebbe prendere una ‘aspirinetta’ prima del viaggio se il volo durerà più di 4-5 ore.

Come regola generale, tuttavia, se non ci sono necessità pressanti, il consiglio migliore è quello di evitare viaggi della durata superiore alle 3-4 ore”.

Quando è meglio non volare “In presenza di patologie, è sempre doveroso consultarsi con il ginecologo circa l’opportunità di affrontare il viaggio” sottolinea il dott. Bardi.

“Sconsigliato ad esempio viaggiare in aereo in caso di ipertensione grave (la pressurizzazione può comportare rialzi pressori) o di altre patologie, come diabete o colestasi; no anche se c’è minaccia di parto prematuro o in situazioni specifiche come la placenta previa (che può manifestarsi con improvvise e copiose emorragie)”.

Limiti di età? Non ci sono divieti particolari ai viaggi aerei legati all’età della gestante; è vero d’altro canto che con l'età aumentano i rischi di diabete e di ipertensione, che potrebbero essere una controindicazione all’aereo.

Informarsi sulle restrizioni delle compagnie aeree In genere, le compagnie aeree accettano le gestanti fino alla 36° settimana (32° sett. in caso di gravidanza gemellare) accompagnate da certificazione di gravidanza in normale evoluzione con indicata la data presunta del parto; in ogni caso è sempre opportuno informarsi direttamente in agenzia viaggi, perché ogni compagnia potrebbe avere regole proprie: qualche compagnia ad esempio richiede la compilazione di una apposita "liberatoria", da far firmare dal medico.

Se hai ancora dubbi, confrontati con le mamme del forum nella sezione Gravidanza

18 Novembre 2011
1 Commenti
23 Settembre 2013 15:02
Nicla Martinelli
Buona sera, partiro' per Fuerteventura dal 10 al 17 ottobre e saro' tra la 15/16 settimana di gestazione, la mia non e' una gravidanza a rischio e volero' con la compagnia rynair, da quello che ho letto non sembra serva il certificato del medico .... cosa mi dite???
Cosa ne pensi? Scrivi un commento
Nome (minimo 6 caratteri)
Email *
Inserisci il codice *
Commento (massimo 1000 caratteri) *
IL VIDEO CONSIGLIATO DALLA REDAZIONE
TUTTI I VIDEO
iscriviti alle
newsletter
di nostrofiglio.it
Ricevi le news della settimana!
EDITORIALE
Gli ultimi articoli,
i video e le storie
GRAVIDANZA
Info utili e consigli
per le future mamme
NEONATO
Tutto sulla crescita
del bambino,
da 0 a 12 mesi
• fanno parte del network nostrofiglio.it: mammole.itoltretata.itmiobambino.it
• ulteriori offerte della casa editrice G+J/M •
© Gruner+Jahr/Mondadori S.p.A.
Sede Legale: Via Battistotti Sassi 11/A ‚A 20133 Milano
Condizioni di utilizzo Privacy | Chi siamo | Pubblicità | Crediti
P.IVA e Reg.Imprese di Milano n. 09440000157
R.E.A. di Milano n. 1292226
Capitale Sociale : € 2.600.000 i.v.