Nostrofiglio.it Family Network


Psiche

Arriva un fratellino

Psiche : Arriva un fratellino

Guarda tutti i video della webTV di nostrofiglio.it


Prepara il tuo bimbo all'arrivo di un fratellino/sorellina

Se il tuo primogenito è stato fino ad ora il centro indiscusso della famiglia, dopo il parto dovrà dividere amore, tempo e attenzioni degli adulti con il nuovo bambino. Per aiutare il grande ad affrontare positivamente questo cambiamento, dovresti prepararlo all'arrivo del fratellino o sorellina. Non riuscirai a nascondere la gravidanza a lungo, anche se la pancia non è ancora molto grande: i bambini avvertono infatti ben presto che qualcosa in famiglia sta cambiando. Molti reagiscono con rabbia, ostinazione e rifiuto.

  • Racconta sempre la verità e descrivi realisticamente il bambino, quindi come un piccolo che mangia, strilla e la fa nel pannolino, non come un fantastico compagno di giochi. In questo modo non illuderai inutilmente il primogenito.
  • Quando racconti del piccolo attingi anche ai ricordi del primo figlio: quando capirà che anche lui era così tenero e amato accetterà meglio il nuovo arrivato.
  • Se il figlio più grande può scegliere autonomamente quali dei giocattoli che non usa passare al fratellino o sorellina in arrivo, si sentirà preso sul serio e si separerà più facilmente dalle cose di cui non ha più bisogno. Non espropriarlo dunque dei suoi tesori senza dirgli nulla.
  • Il papà adesso ha un ruolo molto importante: può infatti svolgere già adesso quelle abitudini e rituali che interverranno dopo il parto, ad esempio leggere qualcosa al bambino prima di metterlo a letto la sera e accompagnarlo all'asilo. In questo modo comincerà ad abituarsi ai cambiamenti in arrivo.

    Una bambola "per esercitarsi" al nuovo fratellino rende felice gran parte dei bambini

  • I primogeniti detronizzati hanno bisogno di nuove persone di riferimento, che possono essere i nonni, i vicini o degli amici: in poche parole qualcuno che sia sempre disponibile per preparar loro da mangiare, consolarli o portarli ai giardini. È inoltre importante scegliere la persona giusta nel caso in cui la mamma dopo il parto debba soffermarsi qualche giorno in ospedale. Se è il papà, ovviamente, non c'è alcun problema, mentre se si tratta della nonna, che magari il piccolo ha visto solo di rado, è meglio farlo abituare a lei in anticipo.
  • I bambini sopportano solo un grande cambiamento alla volta. Non è quindi una buona idea, nel periodo vicino al parto, traslocare o mandare il bimbo all'asilo.



 

Scrivi il commento


* Inserisci un indirizzo e-mail valido. L'indirizzo non sarà visualizzato sul sito. Per evitare usi impropri, ti sarà inviata una e-mail con un link per la pubblicazione del commento.
Altra stringa

Invia
Cerca











Da non perdere

Non perderti questo articolo! tata Adriana

I consigli della tata

Leggi tutti i consigli di Adriana ai lettori di Nostrofiglio.it.
I 100 consigli della tata ai genitori

Non perderti questo articolo! guida al bambino

Guida al bambino

Congratulazioni a tutte le neo mamme! Scoprite la nostra guida con tante informazioni utili e consigli per crescere bene il vostro bebè.

Non perderti questo articolo! guida gravidanza

Guida alla gravidanza

Congratulazioni per il bebè in arrivo! Iscriviti subito alla newsletter che ti segue nelle 40 settimane di gestazione.