Nostrofiglio.it Family Network


Alimentazione bambino

Svezzamento, come si prepara la prima pappa

Alimentazione bambino: Svezzamento, come si prepara la prima pappa

VIDEO: Svezzamento, i consigli del pediatra

Guarda tutti i video della webTV di nostrofiglio.it


La prima cosa da fare è preparare il brodo vegetale. Ingredienti: 1 carotina, 1 cipolla, 1 piccola zucchina, 1 pomodoro maturo.

  • Tagliare gli ortaggi a piccoli pezzi (così i sali minerali si disciolgono nel brodo)
  • Cuocere a fuoco lento fino a dimezzare il liquido di cottura
  • Passare il tutto attraverso un colino, senza pigiare.

Mettere in una ciotola circa 200 ml di brodo tiepido e versarvi a pioggia 15-20 grammi (circa 2-3 cucchiai) di cereali senza glutine (crema di riso, crema di mais e tapioca, crema di riso con mais e tapioca).

La pappa così ottenuta si condisce con 1 cucchiaino di olio extravergine di oliva (niente sale per tutto il primo anno di vita del bambino!) È consigliabile introdurre un cereale per volta (iniziando da mais+tapioca, che è il meno allergizzante), ed aspettare 2-3 giorni prima di cambiare tipo.

Questa pappa può essere somministrata al bambino per i primi 15 giorni.

E il formaggio?

Meglio aspettare ad aggiungere nella pappa il formaggio grattugiato. “Il parmigiano reggiano o il grana padano contengono una cospicua quantità di sali e proteine” sottolinea il pediatra nutrizionista. “Vi sono fondate evidenze scientifiche che imputano all’eccessiva assunzione di proteine durante il primo anno di vita la corresponsabilità nel determinare obesità in età successiva, poiché il carico proteico provocherebbe un aumento del numero e del volume delle cellule adipose. In un lattante che assume latte artificiale (già di per sé più proteico di quello materno) andrebbero evitate pericolose quanto incontrollate ‘spolverate’ di questi preziosi e deliziosi formaggi!”

 

LA SCELTA DELLE VERDURE I vegetali rivestono un ruolo nutrizionale determinante per la ricchezza in sali minerali, sostanze antiossidanti e vitamine sempre più presenti nella “hit parade” delle raccomandazioni alimentari. Nella prima pappa ne sono già presenti quattro. Ecco le loro proprietà:

  • La carota, oltre ad avere un gusto leggero e dolce, ha il privilegio di contenere elevate quantità di β-carotene (provitamina A) e criptoxantina, due potenti antiossidanti. Fornisce anche discrete quantità di sali minerali, in particolare fosforo, calcio, sodio, potassio e magnesio.
  • Il pomodoro contiene un formidabile mix di vitamine (A, B1, B2, B6, C, E, K, PP) e sali minerali, come fosforo, ferro, calcio, potassio, manganese, magnesio, iodio, rame, zinco. In più, quando è maturo, si arricchisce in licopene, il carotenoide più rappresentato nel sangue dotato di un’intensa capacità antiossidante. Una preziosa proprietà che non viene inficiata dalla cottura in quanto il licopene è uno dei pochi antiossidanti non termolabile.
  • La zucchina è un ortaggio altamente digeribile anche per il suo elevatissimo contenuto in acqua (circa 93 grammi su 100 di peso). E’ caratterizzata dalla quasi totale assenza di calorie e da una bassissima presenza di amidi (addirittura l'1% del suo peso). Contiene molti minerali preziosi quali sodio, potassio, ferro, calcio, fosforo, manganese, zolfo, cloro, e vitamine (B2, PP, A, e, in misura modesta, C).
  • Un discorso a parte merita la cipolla. “La cipolla è uno dei vegetali ottimali per la preparazione del brodo vegetale e delle successive pappe” osserva il prof. Miniello. “Contiene infatti inulina, uno zucchero naturale, non assorbibile dal nostro intestino, con funzione ‘prebiotica’: in altre parole, funge da combustibile per i germi ‘buoni’ dell’intestino (lattobacilli e bifidobatteri), contrastando quelli ‘cattivi’.

Oltre che nella cipolla, l’inulina è contenuta nella cicoria, nella banana, negli asparagi, nell’aglio (ecco perché in caso di diarrea si consiglia la banana, che in più apporta potassio, minerale che si perde durante gli episodi diarroici)”.

Meglio evitare, fino all’anno di età, verdure come spinaci, bietole e lattuga. “Certe verdure infatti sono particolarmente ricche di nitrati” fa notare Miniello, “prodotti naturali della degradazione che nello stomaco si trasformano in nitrosamine, sostanze pericolose per la salute del lattante. Attenzione anche all’acqua minerale! Non basta che sia oligominerale: è opportuno verificare nella composizione espressa sull’etichetta che la quantità di nitrati sia inferiore a 10mg/l.

Nelle prime pappe, sarà bene evitare la patata, poiché contiene solanina, una sostanza tossica che viene neutralizzata solo dalla maturazione, spesso non ancora completata nelle patate che troviamo in commercio”.

Occhio al miele!

È sicuramente un ottimo alimento sotto il profilo nutrizionale, tuttavia la sua introduzione deve essere rimandata dopo l’anno di età. Il miele infatti è uno dei responsabili del botulismo infantile, una grave tossinfezione alimentare sostenuta da diverse specie di Clostridium.

Le spore che si trovano al suo interno possono vegetare e produrre, nell’intestino ancora immaturo del lattante, la pericolosa tossina botulinica (la stessa che può svilupparsi nelle conserve alimentari preparate in modo non corretto). Ecco perché le principali linee guida lo sconsigliano prima dei 12 mesi.

Questo articolo fa parte della Guida allo svezzamento

Consulenza: la guida è stata redatta con la consulenza del prof. Vito Leonardo Miniello, Docente di Nutrizione e Dietetica Pediatrica - Università di Bari-, Presidente della Società Italiana di Pediatria - Regione Puglia.

Il prof. Miniello è autore di numerosi lavori scientifici pubblicati su riviste nazionali ed internazionali e di libri sulla nutrizione pediatrica, tra i quali “Nutrizione e patologie del bambino” (Il Pensiero Scientifico Editore),“La nutrizione del bambino sano” (Il Pensiero Scientifico Editore),“Mamma e lattante” ( Silvana Editoriale).

Vuoi chiedere consiglio a altre mamme o al pediatra di Nostrofiglio.it? Entra nel forum


Il video di oggi consigliato dalla redazione:

Il dottore che canta "Buon compleanno" a tutti i neonati

Guarda tutti i video della webtv




 

  • andrea 31 luglio 2013, alle ore 08:41

    tante teste tante idee mio bambino ha 5 mesi e mi sto preparando a svezzarlo pero non so da dove iniziare o visto mio pediatra emi ha consigliata di iniziare con patate e carote no pomodori ne verdura a foglia verde e ho visto alti 2 in privato che mi hanno detto "sig le dia da mangiare tutto bambino e cresciuto molto bene " Io no ci capisco niente e non so che strada prendere .Mio omore ha 5mesi pesa 7,72 e lungo 69cm AIUTATEMI VOI

  • andrea 30 luglio 2013, alle ore 09:29

    ciao a tutti

  • Daniela 13 febbraio 2013, alle ore 10:57

    La mia pediatra e' differente: patata,carota,zucchina e zucca 3-4 cucchiai crema di riso,1 cucchiaino parmigiano grattugiato e 1 cucchiaino di olio evo,da evitare spinaci e pomodori fino all'anno!

  • antonella 01 febbraio 2013, alle ore 02:37

    brodo con patate-zucchine e carote con un cucchiaino di olio e niente grana..qui,leggo niente patata??? mah...

  • bety 04 gennaio 2013, alle ore 12:34

    anche io ho iniziato con carotla e patate , poi ho aggiunto un po di zucchina, mais, brocoletti, barbabietole. , ma il sedano, cipolla e pomodoro dicono di evitare fino all'anno.

Scrivi il commento


* Inserisci un indirizzo e-mail valido. L'indirizzo non sarà visualizzato sul sito. Per evitare usi impropri, ti sarà inviata una e-mail con un link per la pubblicazione del commento.
Altra stringa

Invia
Cerca











Da non perdere

Non perderti questo articolo! tata Adriana

I consigli della tata

Leggi tutti i consigli di Adriana ai lettori di Nostrofiglio.it.
I 100 consigli della tata ai genitori

Non perderti questo articolo! guida al bambino

Guida al bambino

Congratulazioni a tutte le neo mamme! Scoprite la nostra guida con tante informazioni utili e consigli per crescere bene il vostro bebè.

Non perderti questo articolo! guida gravidanza

Guida alla gravidanza

Congratulazioni per il bebè in arrivo! Iscriviti subito alla newsletter che ti segue nelle 40 settimane di gestazione.