Nostrofiglio

Medicina

Tutto sulla fontanella

bimbo_curioso

08 Luglio 2008
Tutti i bambini alla nascita hanno una fontanella nella parte superiore della fronte, una fossetta estremamente importante per il loro sviluppo. Leggi qui tutto quello che devi sapere.

Facebook Twitter Google Plus More

La maggior parte dei genitori è molto prudente quando accarezza per la prima volta la grande fontanella (o fontanella anteriore) posta sopra la fronte del neonato. Questa zona della testa (grandezza media pari a 2x2 cm) si avverte bene al tatto; si può persino sentire come pulsa il sangue. In realtà è solo una di sei fontanelle: ce n’è anche una piccola e triangolare sull’occipite e quattro minuscole, appena avvertibili all’altezza delle tempie e sulla parte inferiore dell’occipite.

Cosa sono

Queste piccole fossette sono zone non ossificate e costituite da una membrana fibrosa, che si trovano nel punto di congiunzione delle varie ossa del cranio del neonato. Perché non si chiudono alla nascita? Studiando l’evoluzione dell’uomo si è constatato che con il tempo il bacino è andato rimpicciolendosi e proprio questo ha permesso l’andatura eretta. Tale rimpicciolimento, tuttavia, si ripercuote anche sul parto. Le fontanelle sono un rimedio a questa evoluzione: grazie a questi collegamenti aperti, la testa di un bambino è molto elastica e adattabile.

Al momento del parto, le piastre craniche possono avvicinarsi o persino spostarsi una sull’altra per permettere un passaggio sicuro. Dopo questo passaggio le teste di alcuni neonati appaiono un po’ appuntite o storte, ma dopo pochi giorni tornano a posto. Le fontanelle hanno anche due altre funzioni importanti: assicurare una pressione sanguigna uniforme alla testa e permettere al cervello, che nei primi anni aumenta di volume, di crescere liberamente.

Vai a: Quando si chiude la fontanella?

TI POTREBBE INTERESSARE
  1. Quando si chiude la fontanella?