L'infezione “mani piedi bocca”

piedimanibocca_08

Hand foot and mouth, in italiano “sindrome mani-piedi-bocca”, è un’infezione frequente che i bambini possono contrarre con grande facilità. Si presenta con un caratteristico esantema, e non comporta particolari conseguente.

Che cos'è

La mani piedi bocca - spesso nota anche con la definizione inglese, hand, foot and mouth disease - è una malattia infettiva causata dai contagiosissimi Coxsackie virus, in particolare quello di tipo A16.

 

Proprio per l'elevata contagiosità, è un'infezione piuttosto frequente tra i bambini sotto i 10 anni, che la contraggono con grande facilità.

 

I sintomi

La malattia si manifesta 3-5 giorni dopo l'esposizione all'infezione. I primi sintomi sono una febbre in genere non troppo elevata e malessere generale, con mancanza di appetito e, a volte, mal di pancia. C'è anche mal di gola. Successivamente compaiono nella zona della bocca e in qualche caso anche sulla lingua macchioline rosse, che in breve si trasformano in piccole ulcerazioni dolorose. In seguito, e nell’arco di massimo 48, ore l’esantema si estende a mani, piedi e a volte perfino all'area genitale e ai glutei.

 

L'eruzione cutanea è caratterizzata da macchie rosse che possono trasformarsi in vescicole trasparenti. Macche e vescicole possono essere pruriginose o fastidiose.

Cosa fare in caso di sindrome mani-piedi-bocca

Non esistono cure mirate, la malattia guarisce in modo spontaneo nell’arco di massimo sette-dieci giorni. Si possono però prendere alcune misure specifiche per alleviare i sintomi: per esempio, contro la febbre e il malessere si può usare il paracetamolo. Inoltre è importante verificare che il bambino sia ben idratato e magari somministrargli una dieta a base di cibi morbidi o semiliquidi, meno irritanti per le ulcerazioni in bocca. Per lo stesso motivo, meglio evitare alimenti acidi o piccanti.

Mani piedi bocca: si può andare a scuola?

Anche se innocua, parliamo comunque di una malattia causata da un'infezione: è giusto che, durante la manifestazione dei sintomi, il bambino resti a casa, tranquillo e a riposo, anche considerato che la sindrome può causare fastidio e malessere.

Fonti per questo articolo: consulenza di Leo Venturelli, pediatra di famiglia, autore di numerose pubblicazioni di pediatria ambulatoriale e coautore di libri di divulgazione per genitori; Materiale informativo dal National Health Service inglese.

 

 

Leggi tutta L'agenda del bambino, da 0 a 12 mesi

Vuoi confrontarti con altri genitori? Entra nel forum, sezione bebè 0-12 mesi

07 Febbraio 2013 | Aggiornato il 10 Febbraio 2017

Codice Sconto

TUTTI I VIDEO
iscriviti alle
newsletter
di nostrofiglio.it
Ricevi le news della settimana!
EDITORIALE
Gli ultimi articoli,
i video e le storie
GRAVIDANZA
Info utili e consigli
per le future mamme
NEONATO
Tutto sulla crescita
del bambino,
da 0 a 12 mesi

Codice Sconto

TUTTI I VIDEO
iscriviti alle
newsletter
di nostrofiglio.it
Ricevi le news della settimana!
EDITORIALE
Gli ultimi articoli,
i video e le storie
GRAVIDANZA
Info utili e consigli
per le future mamme
NEONATO
Tutto sulla crescita
del bambino,
da 0 a 12 mesi
• fanno parte del network nostrofiglio.it: mammole.it
• ulteriori offerte della casa editrice •
© Mondadori Scienza S.p.A.
Sede Legale: Via Battistotti Sassi 11/A ‚A 20133 Milano
Condizioni di utilizzo Privacy | Cookie policy | Chi siamo | Pubblicità | Crediti
P.IVA e Reg.Imprese di Milano n. 09440000157
R.E.A. di Milano n. 1292226
Capitale Sociale : € 2.600.000 i.v.
Registrato al Tribunale di Milano con il numero 554 del 18/09/08.