Salute bambini

Il neonato ha il raffreddore e il naso chiuso

pompetta_naso

Siamo nella stagione clou: tra i vari virus che circolano nell’ambiente, è facile che, soprattutto i più piccoli, siano infastiditi dal naso chiuso. Ecco qualche consiglio per aiutarli a respirare meglio.

“I bambini, fino ad una certa età, respirano esclusivamente attraverso il naso, quindi averlo intasato può essere per loro particolarmente fastidioso” premette Mario Quattrone, pediatra a Reggio Calabria. “Il disagio può essere avvertito soprattutto durante le poppate o durante il sonno, che, proprio a causa dell’ostruzione delle prime vie aeree, possono essere intervallati da piccole apnee. Non essendo ancora in grado di soffiarsi il naso, l’unica ‘arma’ a loro disposizione è lo starnuto, con il quale tentano di espellere le secrezioni”. Come aiutarli? Ecco i consigli del pediatra.

Umidifica gli ambienti

L’aria eccessivamente secca e calda di certi ambienti chiusi asciuga le mucose e favorisce la formazione di croste, che tappano ancor di più il naso: regola allora il termostato dei caloriferi a temperature più ragionevoli e adopera umidificatori per ambienti, almeno nella stanza dove dorme il piccolo.

Solleva il materasso

Colloca un cuscino sotto il materasso del suo lettino: dormire con la testa leggermente rialzata fa defluire meglio le secrezioni.

Tieni pulito il naso

Più volte al giorno, e specialmente prima della poppata e della nanna, fai dei lavaggi nasali con soluzione fisiologica o acqua di mare: ci sono in commercio pratiche fialette o spray monodose che, instillati nelle narici, aiutano ad eliminare il muco ristagnante.

Puoi anche usare una piccola siringa senza ago e la soluzione di acqua fisiologica (si acquista in farmacia e costa poco). Metti il bimbo sulle gambe prima su un fianco e poi sull'altro e inietti la soluzione. Da una narice l'acqua entra e dall'altra esce.

Molto efficaci (se si riesce a tenere fermo il bebè) anche gli aspiratori nasali, collegati ad una bocchetta attraverso la quale la mamma aspira delicatamente il muco dalle narici.

Offrigli da bere

Controlla che il bambino beva a sufficienza: proprio perché con la poppata magari non riesce ad alimentarsi adeguatamente, attaccalo al seno più spesso. Se è già svezzato, offrigli da bere frequentemente: l’assunzione di liquidi aiuta a fluidificare il muco.

Miele ok, ma dopo l’anno

Se il bambino ha superato l’anno di età, ok ad una tazza di latte caldo con un cucchiaino di miele, che aiuta a sciogliere le secrezioni nasali. Il miele invece deve essere evitato prima dei 12 mesi poiché è stato dimostrato che contiene spore che sui più piccoli possono avere effetti tossici.

Aerosol? Sì, con soluzione fisiologica!

E’ utile fare l’aerosol? “Può aiutare a liberare le prime vie aeree, grazie all’azione del vapore” risponde Quattrone. “L’importante è adoperare solo soluzione fisiologica e non aggiungere farmaci, come fluidificanti o cortisonici, che per un banale raffreddore sono davvero troppo!”

Farmaci, sì o no?

Come regola generale, in età pediatrica meno farmaci si usano meglio è” avverte il pediatra. “In particolare sono da evitare i decongestionanti ad azione vasocostrittrice, che sono stati vietati fino ai 12 anni di età poiché possono provocare effetti collaterali anche seri. Per il resto i rimedi naturali, come i lavaggi nasali, sono spesso più efficaci dei mucolitici in sciroppi o gocce tanto pubblicizzati. In commercio esistono anche pomatine ad effetto balsamico, da spalmare in piccole dosi vicino alle narici: possono dare un leggero sollievo, ma facciamo sempre attenzione che non contengano medicinali”.

Restare a casa?

Se il bambino è raffreddato è meglio tenerlo a casa? “L’aria di per sé non fa male, ma se la giornata è particolarmente rigida e ventosa, meglio evitare le uscite” sottolinea Quattrone. “Se poi il bambino frequenta il nido, restare a casa è una buona precauzione per non diffondere il contagio”.

Rivolgersi al pediatra se:

  • sopraggiunge febbre elevata, che non passa dopo 2-3 giorni;

  • si notano persistenti secrezioni purulente giallo-verdognole;

  • il bambino è particolarmente inappetente e lamentoso;

  • abbiamo l’impressione che il bambino avverta mal d’orecchie;

  • il piccolo ha meno di 3 mesi di vita.

Leggi anche: Bronchite di stagione, Tosse, strategie per combatterla, il bambino ha la febbre, Bebè sano dalla A alla Z, Mamma, mi fa male l'orecchio

Se vuoi confrontarti con altre mamme o chiedere consiglio al pediatra di Nostrofiglio.it, entra nel forum

12 Febbraio 2010 | Aggiornato il 16 Dicembre 2013
6 Commenti
14 Novembre 2013 20:00
Natasha
Buona sera...la mia bimba ha 20 giorni e praticamente da quando è nata ha del catarro si sente anche mettendo la mano sulla schiena...mi hanno detto di fare i lavaggi solo con fisiologica ma non servono a niente...cosa posso fare?
18 Maggio 2012 04:48
angela
Salve Dottore le ringrazio tanto per i consigli.vorrei sapere cosa posso fare per fare starnotire mio figlio lui ha due mesi ed ogni tanto fa fatiga respirare perché è raffreddato quando il naso si chiude fischia respirando e si stanca sto usando IALUMAR spray non fa niente ho provato anche con FLUIRESPIRA flaconcini monodose niente .cosa posso fare, grazie DISTINTI SALUTI
26 Dicembre 2011 14:41
valeria
mio figlio e nato il 7 novembre dopo 20 giorni vedo che sulle guance il collo e un po di spalle si sono formate tante piccolissime bollicine come uno sfogo arrossando la cute, la pediatra dice che si tratta di mancanza di vitamine-a-e mi ordina gocce e pomata della stessa e malgrado il trattamento il rossore con le bollicine non accenna a diminuire anzi ora gli e venuta anche della forfora e la pelle tende a squamare,la pomata si vede che calma il rossore ma non accenna a nessun miglioramento io lo allatto al seno e quando e nato e stato sottoposto a fototerapia lui cresce benissimo e allegro e molto gioviale anche se ancora non a 2 mesi dimostra un buon carattere,grazie di cuore. valeria
08 Novembre 2011 18:34
laura
mia figlia ha 3 settimane, da un giorno ha muco e catarro in gola mentre il nasino lo tengo libero facendo lavaggi tre vlte al dì, il fratello di 5 anni è raffreddato da una settimana...nonostante sia appena nata il pediatra, visto l'assenza di febbre mi ha detto di continuare cosi' per qualche giorno e di vedere... sono preocupatissima per quanto sopra visto anche che la crescita, allatto al seno, è di 150 grammi alla settimana e con questo problema credo diminuisca.... attendo parere.. Grazie
17 Ottobre 2011 18:29
felicia iuliana
salve.mi scusi dott di domanda:come mai un bimbo di 4 mesi del vostro incaricato non lo vedete che sta male e di septimana in setimana sta perdendo pesso.perche non dinunciate la mamma di questo bimbo dai asistenti sociali per vedere come lo sta alimentando.io ho visto e non vi posso racontare e da gridare.io facio questo apelo per il bimbo lo visto che sta male e vi prego aiutatelo .se mi sentite vi do recapito di questo bimbo.la mamma come o capito vole che bimbo deve esere con andicapo per fare una pensione.non lasatela di rovinare di piu il bimbo .grazie
01 Giugno 2010 13:16
giuseppe
Carissimo dottore,chiedo un vostro aiuto,attualmente mi trovo in thailandia ho mia figlia di appena sette mesi che secondo me ha la broncopolmonite,ho bronchite,sono stato due volte dal dottore,dandomi medicinali per la bimba ,ma a me la cosa mi preoccupa,qui' premetto che gli ospedali non sono competenti,i sintomi sono naso secco respiro a fatica ,un po di tosse ,e si sente nella cassa toracica il rumore di bronchi,cosa posso fare,attendo vostre notizie ed se e' possibile una cura specifica.vi ringrazio attendo vostre notizie.
Cosa ne pensi? Scrivi un commento
Nome (minimo 6 caratteri)
Email *
Inserisci il codice *
Commento (massimo 1000 caratteri) *
IL VIDEO CONSIGLIATO DALLA REDAZIONE
TUTTI I VIDEO
iscriviti alle
newsletter
di nostrofiglio.it
Ricevi le news della settimana!
EDITORIALE
Gli ultimi articoli,
i video e le storie
GRAVIDANZA
Info utili e consigli
per le future mamme
NEONATO
Tutto sulla crescita
del bambino,
da 0 a 12 mesi
• fanno parte del network nostrofiglio.it: mammole.itoltretata.itmiobambino.it
• ulteriori offerte della casa editrice G+J/M •
© Gruner+Jahr/Mondadori S.p.A.
Sede Legale: Via Battistotti Sassi 11/A ‚A 20133 Milano
Condizioni di utilizzo Privacy | Chi siamo | Pubblicità | Crediti
P.IVA e Reg.Imprese di Milano n. 09440000157
R.E.A. di Milano n. 1292226
Capitale Sociale : € 2.600.000 i.v.