Giocare con le dita

mano_mouse

I piccoli possono accumulare sapere dalle loro dita. Perché? Perché mani e dita giocano un ruolo determinante nello sviluppo dell’intelligenza: giocando con le dita i bimbi imparano prima a parlare.

"Il pollice cade nell'acqua, l'indice lo tira su, il medio lo asciuga, l'anulare gli fa la pappa e il mignolo la mangia tutta!"

Ecco una delle filastrocche più conosciute da fare con il tuo bambino. Per lui è un gioco molto divertente, ma in realtà è molto più di un gioco! Con questo tipo di esercizi, senza saperlo, i genitori allenano da tantissimo tempo la lingua e l’intelligenza del loro bambino. Alcuni scienziati hanno infatti scoperto che lo sviluppo del patrimonio linguistico dei piccoli inizia quando la mobilità fine delle dita ha raggiunto un sufficiente livello di sviluppo. I centri di controllo della destrezza con le dita e quelli della lingua nel cervello sono molto vicini e intimamente collegati. Fare giochi con le dita dunque è molto importante: i genitori che lo fanno regolarmente accelerano lo sviluppo del centro linguistico di circa due mesi e mezzo.

Con questo tipo di esercizi, senza saperlo, i genitori allenano da tantissimo tempo la lingua e l’intelligenza del loro bambino.

Anche la sensazione ricevuta attraverso le estremità delle dita gioca un ruolo importante nello sviluppo dell’intelligenza. La prova? I piccoli imparano più velocemente i nomi delle cose se riescono ad afferrare l’oggetto con le mani rispetto a quando lo vedono e basta. Anche noi adulti lo conosciamo questo impulso a conoscere con le mani: ci prudono le dita quando siamo interessati a qualcosa e vogliamo afferrarlo. E poi non ci stanchiamo mai di toccare, tirare, accarezzare e impastare.

Ogni volta che tu e il tuo piccolo ne avete voglia, fai fare alle sue manine un viaggio alla scoperta del mondo.

Accarezza dolcemente le palme delle sue manine, curvando e stendendo piano piano le singole dita. Massaggia lievemente mano e dita o sfiorate dolcemente le estremità delle dita.

Fagli scoprire materiali diversi: se il tuo bimbo è ancora troppo piccolo, inizia con un giocattolo tipico per bambini, ad esempio con una palla o con un sonaglio. Più avanti, le esperienze sensoriali non hanno più confini: carta frusciante, fazzoletti svolazzanti, perle di legno legate a un filo, una spazzola morbida o un mazzo di chiavi freddo e duro. Quanto più farai scoprire al tuo bambino le cose con le sue manine, tanto più veloce sarà la sua lingua e brillante la sua intelligenza.

Leggi anche: Giochi per bambini da 0 a 12 mesi

08 Luglio 2008
TI POTREBBE INTERESSARE
Non ci sono ancora commenti!
Cosa ne pensi? Scrivi un commento
Nome (minimo 6 caratteri)
Email *
Inserisci il codice *
Commento (massimo 1000 caratteri) *
IL VIDEO CONSIGLIATO DALLA REDAZIONE
TUTTI I VIDEO
iscriviti alle
newsletter
di nostrofiglio.it
Ricevi le news della settimana!
EDITORIALE
Gli ultimi articoli,
i video e le storie
GRAVIDANZA
Info utili e consigli
per le future mamme
NEONATO
Tutto sulla crescita
del bambino,
da 0 a 12 mesi
• fanno parte del network nostrofiglio.it: mammole.itoltretata.itmiobambino.it
• ulteriori offerte della casa editrice G+J/M •
© Gruner+Jahr/Mondadori S.p.A.
Sede Legale: Via Battistotti Sassi 11/A ‚A 20133 Milano
Condizioni di utilizzo Privacy | Chi siamo | Pubblicità | Crediti
P.IVA e Reg.Imprese di Milano n. 09440000157
R.E.A. di Milano n. 1292226
Capitale Sociale : € 2.600.000 i.v.