Nostrofiglio

Vaccini

Oms: nell'ultimo anno 35 morti in Europa per morbillo. Tragedia inaccettabile

vaccination-1215279_960_720

12 Luglio 2017
Secondo l'Organizzazione Mondiale della Sanità sono 35 i decessi in Europa per morbillo nell'ultimo anno. In aumento i casi in Italia e Romania. Ma anche in Germania e Portogallo. "Siamo molto preoccupati che, sebbene sia disponibile un vaccino sicuro, efficace e conveniente, il morbillo rimanga una delle principali cause di morte tra i bambini in tutto il mondo e purtroppo nemmeno l'Europa è risparmiata" ha dichiarato Zsuzsanna Jakab direttore regionale dell'OMS.

Facebook Twitter Google Plus More

Secondo l'Oms (l'Organizzazione Mondiale della Sanità) nell'ultimo anno le persone morte di morbillo in Europa sono 35.

 

L'ultimo caso è stato il bambino italiano di sei anni. L' Italia con  3300 casi di morbillo è tra i Paesi più colpiti.

Il maggior numero di morti è stato però in Romania, con 31 casi. Ma dal 2016 ci sono stati alcuni decessi anche in Germania e Portogallo.

 

Il dottor Zsuzsanna Jakab, direttore regionale dell'OMS per l'Europa, ha dichiarato alla Bbc:  "Ogni morte o disabilità causata da questa malattia evitabile tramite vaccinazione, è una tragedia inaccettabile.

Siamo molto preoccupati che, sebbene sia disponibile un vaccino sicuro, efficace e conveniente, il morbillo rimanga una delle principali cause di morte tra i bambini in tutto il mondo e purtroppo nemmeno l'Europa è risparmiata.

 

Invito tutti i Paesi endemici ad adottare misure urgenti per fermare la trasmissione del morbillo all'interno delle loro frontiere, e tutti i Paesi che hanno già raggiunto questo obiettivo di mantenere alta la protezione tramite copertura immunitaria".

 

Il morbillo è un'infezione altamente contagiosa, ma vaccinando il 95% della popolazione si può bloccare la diffusione.

 

A questo proposito la Germania sta pensando a una legge più severa sulle vaccinazioni; mentre in Italia si sta votando in questi giorni il decreto legge per rendere obbligatorie alcune vaccinazioni per potersi iscrivere a scuola. 

 

Che cos'è il morbillo?

1. I bambini piccoli non vaccinati sono quelli più a rischio di complicazioni che nei casi più gravi possono portare al decesso.

2. Il morbo si diffonde per via aerea attraverso le goccioline respiratorie che si diffondono nell'aria quando una persona infetta tossisce o starnutisce.

3. Il virus rimane attivo e contagioso sulle superfici infette (posate, piatti, bicchieri... )per un massimo di due ore.

4. I primi sintomi  sono simili a quelli di un raffreddamento - tosse secca, naso che cola, arrossamento degli occhi (congiuntivite) e febbre che diventa sempre più alta.

5. Si possono notare alcune macchioline bianche all'interno delle guance

6. Dopo 3-4 giorni, appare la caratteristica eruzione cutanea (esantema), caratterizzata da macchioline di colore rosso-bruno che partono da dietro le orecchie per diffondersi, nel giro di 2-3 giorni, a faccia, collo, tronco e infine braccia e gambe. 

7. Una persona infetta può trasmettere il virus agli altri da quattro giorni prima di sviluppare l'eruzione cutanea a quattro giorni dopo l'eruzione cutanea

8. Non esiste una terapia specifica di cura. L'unica protezione è la prevenzione  attraverso la vaccinazione.