Vaccinazioni obbligatorie e volontarie. Il calendario

Corbis-42-22288375
di Daniela Ovadia

In Italia le vaccinazioni obbligatorie sono antidifterica, antitetanica, antipoliomelitica e antiepatite virale B. Tutte le altre sono volontarie. Consulta il calendario

Le vaccinazioni obbligatorie sono: antidifterica (Legge del 6 giugno 1939 n. 891 – Legge del 27 aprile 1981 n. 166); antitetanica (Legge del 20 marzo 1968 n. 419); antipoliomielitica (Legge del 4 febbraio 1966 n. 51); antiepatitevirale B (Legge del 27 maggio 1991 n. 165).

Tutte le altre sono volontarie, anche se il Sistema sanitario nazionale ne incentiva l’uso e garantisce la gratuità.

L’antidifterica e l’antitetanica si somministrano insieme attraverso il vecchio vaccino combinato (DT) oppure col vaccino trivalente antidifterico-tetanico-pertossico (DTP) se i genitori acconsentono ad aggiungere quest’ultima vaccinazione facoltativa.

Si inzia a vaccinare all’età di tre mesi e si prosegue seguendo il calendario illustrato più sotto. Le vaccinazioni contro la pertosse, il morbillo, la parotite, la rosolia e quella contro l’Haemophilus influenzae b (Hib) sono invece facoltative. La vaccinazione contro il morbillo può essere singola o associata alla vaccinazione antiparotite e antirosolia (vaccino MPR). Quest’ultima va somministrata entro i due anni di età, preferibilmente a 13-15 mesi.

Anche se per qualche ragione si allungano i tempi tra una dose e l’altra, non si compromette l’efficacia dell’intero ciclo, purché lo si porti a termine.

 

Che cosa succede se un genitore non vaccina il proprio figlio?

Se un genitore si rifiuta di far vaccinare il figlio, verrà chiamato per un colloquio informativo presso la ASL di appartenenza. Un tempo i bambini non vaccinati non potevano frequentare le scuole e i genitori venivano segnalati ai Tribunali dei minori per una verifica dell’idoneità genitoriale. Oggi non è più così. Il rifiuto non compromette la scolarità del bambino, anche se il genitore verrà richiamato periodicamente dalle autorità sanitarie nella speranza che abbia cambiato idea. Al compimento del diciottesimo anno di età, il ragazzo non vaccinato verrà invitato ad attuare di sua spontanea volontà le misure di prevenzione.

Si ricorda però che, in caso di epidemia o contagio favorito da comportamenti pericolosi per la collettività o per coloro con i quali si è venuti a contatto, il giudice può decidere di procedere penalmente contro chi non ha fatto tutto il possibile per evitarlo. Tale evenienza è più teorica che reale, anche se a questo principio di sono appellati alcuni processi per diffusione del contagio da HIV.

 

 

Il calendario delle vaccinazioni

 

Vaccino

Nascita

3° mese

5° mese

11° mese

13-15° mese

6° anno

14-16° anno

Difterite, tetano, pertosse (DTaP)

 

DTaP

DTaP

DtaP

 

DtaP

DT

Poliomielite (IPV)

 

IPV

IPV

IPV

 

IPV

 

Epatite B (HBV)

HBV (solo nei figli di madre portatrice)

HBV

HBV

HBV

 

 

 

Haemophilus influenzae b (hib)

 

Hib

Hib

Hib

 

 

 

Morbillo, parotite, rosolia (MPR)

 

 

 

 

MPR

MPR

 

Torna allo speciale VACCINAZIONI AI BAMBINI

Vuoi discutere con altri genitori della tematica "Vaccinazioni e bambini?" Entra nella sezione del nostro forum dedicata alla salute e al neonato.

14 Febbraio 2012
18 Commenti
25 Marzo 2015 09:33
Pensare non fa male
Luciano, sei così davvero o ti diverti a giocare in questo modo? In ogni caso fai il favore di cambiare blog.
13 Marzo 2015 00:59
Andrea
Per Giovanni, è utile avere il parere di un addetto ai lavori...ho mio figlio di 2 mesi e mi interesserebbe molto avere maggiori informazioni oggettive e non di parte in merito a come vengono creati i vaccini. In particolare quelli obbligatori polio difterite tetano e epatite b. Ad esempio le spore della polio e del tetano vengono ancora disattivate con il metodo Ramon cioè a bagno nella soluzione al 4 percento di formaldeide? se si i residui di tali sostanze non sono nocivi per il bambino? come posso fare per documentari meglio? grazie se vorrai rispondere, e scusa se ho scritto inesattezze ho studiato ing informatica ma ora per il bene del mio bimbo mi piacerebbe aver frequentato medicina! grazie, Andrea
12 Marzo 2015 11:37
Luciano
Per Stella probabilmente se ti avessero vaccinato non scriveresti queste stronzate......o probabilmente scrivi queste stronzate a causa di un DANNO DA VACCINO (cit.Stella).....9
12 Marzo 2015 11:35
Luciano
Per Stella: FATTI CURARE!!!!
11 Marzo 2015 15:28
Giovanni
Da medico, è inutile dire che ho fatto fare tutte le vaccinazioni ad entrambi i miei figli. Scrivo in questo spazio, perché alcuni dei commenti in questa sede mi fanno quasi paura. La maggior parte delle informazioni che si trovano su internet sono frutto di disinformazione, ignoranza o talvolta malafede. I vaccini sono sperimentati e sicuri, gli eccipienti non sono in concentrazioni tossiche. Ho letto citare da alcuni, addirittura, malattie come la SMA e le leucemie. Non c'è alcuna plausibilità biologica nella correlazione fra vaccini e queste malattie, nel senso che se tutti conoscessero la patogenesi ("i meccanismi molecolari") di suddette malattie, capirebbero che le sostanze nei vaccini non possono avere alcuna relazione con i fatti che avvengono nell'organismo in queste malattie. Sull'autismo, non c'è neanche bisogno di commentare. È stato appurato che lo scienziato che lanciò questo studio, aveva fatto (per conto di un'azienda privata) un brevetto di una tecnologia alternativa, che voleva vendere screditando i vaccini stessi. Insomma, era corrotto. Questo dovrebbe bastare a farvi riflettere tutti. Perché vi fidate più di un corrotto che ha avuto tanta visibilità grazie al web, piuttosto che dei tanti medici che svolgono il loro lavoro con amore, passione e dedizione per i loro pazienti?
12 Febbraio 2015 19:43
stella
Elens, sarò anche "ignorante"ma non è un segreto che i vaccini contengono anche sostante NOCIVE e TOSSICHE...e ancora... gente che si ritrova con figli sulla carrozzella x DANNI da vaccino. Nati SANI rovinati per sempre. I "dotti" li chiamano "effetti avversi" ma sono DANNI DA VACCINO" e possono manifestarsi nel tempo. Pensate a quelle che si consideravano "raritá" come cancri, leucemie, SLA, autismo....é lecito porsi delle domande, diffidare e perché no! avere paura. Consiglio: Comilva
12 Febbraio 2015 17:18
Gresia
Ma se il vaccino è obbligatorio si può anche non fare??
09 Ottobre 2014 23:00
Rosina
posso fare vaccinare a mi bambina che ha 2 mesi e 17 giorni. lei ha il raffredore. e sta facendo el aerosol (fisioligica e Clenil)
04 Ottobre 2014 17:14
Rita
Informatevi su www.scienzaeconoscenza.it i vaccini fanno TUTTI male!
10 Luglio 2014 14:13
Pappi
Tutti i medici (o quasi....) consigliano i vaccini.... lo Stato ti obbliga a a farli somministrare a tuo figlio però qualcuno mi vuole spiegare perchè tutti quei dottori di cui sopra, quando tuo figlio cresce e magari a 18 o 24 mesi ancora non parla o non raggiunge altre tappe di crescita considerate "standard" la prima cosa che ti chiedono è "Signora,. il bambino ha fatto i vaccini?" .... allora, se un dubbio c'è, anche minimo, perchè questa maledetta Sanità non ci tutela e non pretende che le sperimentazioni sui vaccini siano veramente complete prima di somministrarli a dei bimbi sani, perchè permette che i nostri figli facciano da cavie, perchè ci lascia nel timore di compiere un atto che potrebbe distruggere per sempre la vita dei nostri figli?? si, perchè un bambino autistico è un bambino che non vivrà mai la sua vita........ mio figlio l'ho vaccinato ma tornando indietro non so se lo rifarei.....
Cosa ne pensi? Scrivi un commento
Nome (minimo 6 caratteri)
Email *
Inserisci il codice *
Commento (massimo 1000 caratteri) *
IL VIDEO CONSIGLIATO DALLA REDAZIONE
TUTTI I VIDEO
iscriviti alle
newsletter
di nostrofiglio.it
Ricevi le news della settimana!
EDITORIALE
Gli ultimi articoli,
i video e le storie
GRAVIDANZA
Info utili e consigli
per le future mamme
NEONATO
Tutto sulla crescita
del bambino,
da 0 a 12 mesi
• fanno parte del network nostrofiglio.it: mammole.it
• ulteriori offerte della casa editrice G+J/M •
© Gruner+Jahr/Mondadori S.p.A.
Sede Legale: Via Battistotti Sassi 11/A ‚A 20133 Milano
Condizioni di utilizzo Privacy | Chi siamo | Pubblicità | Crediti
P.IVA e Reg.Imprese di Milano n. 09440000157
R.E.A. di Milano n. 1292226
Capitale Sociale : € 2.600.000 i.v.