Salute bambino

Vaccinazioni, pro e contro

vaccinare
di Daniela Ovadia

Come fare a decidere se vaccinare o meno i propri figli? Qui abbiamo raccolto gli argomenti scientifici più importanti per aiutare i genitori a fare una scelta consapevole

Che le vaccinazioni siano utili lo dicono i numeri. Esistono malattie, come il vaiolo, che sono praticamente scomparse dalla faccia della Terra, tanto che non si procede più alla vaccinazione.

È vero peraltro che i vaccini stessi possono causare, in alcuni casi, effetti collaterali gravi, tanto che è previsto uno specifico risarcimento da parte dello Stato in caso di danno da vaccino.

Ecco che cosa bisogna valutare per poi valutare se far vaccinare o meno i propri figli.

Le statistiche sono a favore della vaccinazione

Prendiamo l’esempio del vaccino contro morbillo, parotite e rosolia. Senza vaccino si verificavano ogni anno 1.000 casi di encefalite da morbillo per milione di persone, mentre con il vaccino si verifica solo un caso su un milione, con una riduzione pari al 99,9%. Lo stesso si può dire di altre gravi complicazioni, come la meningite asettica o la trombocitopenia. Le cifre sono riassunte nella tabella più sotto e sono analoghe a quelle che si ottengono facendo lo stesso confronto con altre malattie per le quali esiste una profilassi.

L’unico effetto collaterale grave dei vaccini che ovviamente non compare se non si vaccina è lo shock anafilattico, cioè una grave forma di allergia che può anche provocare la morte. Accade però in un caso su un milione di vaccinazioni” spiega il prof Nicola Principi, docente di pediatria all'Università statale di Milano.

Più rischi per la maggiore mobilità delle persone

Certo è difficile dire ai genitori dello sfortunato bambino che ha avuto gravi danni da vaccinazione che statisticamente l’insieme dei bambini del Paese ci ha guadagnato: tutti vogliamo il meglio per i nostri figli, innanzitutto.

Anche a livello individuale, però, i rischi a cui esponiamo il nostro piccolo lasciandolo senza protezione sono infinitamente più grandi di quelli a cui lo esponiamo se non lo vacciniamo.

“Ci sono genitori che decidono di non vaccinare il loro figlio contando sulla copertura offerta dalle vaccinazioni degli altri. A parte le considerazioni etiche legate a questo comportamento, è bene ricordare che con la mobilità attuale è difficile essere sicuri facendo conto sulla collettività: non solo arrivano in Italia persone da Paesi dove la copertura vaccinale è molto inferiore, ma anche i nostri ragazzi oggi viaggiano fin dalla prima adolescenza e possono contrarre all’estero malattie che da noi sembrano un retaggio del passato”.

Vi sono poi infezioni, come quella del morbillo o del tetano, che sono ancora molto comuni in Italia e quindi non vaccinare significa esporre il bambino a un rischio reale e quotidiano.

Casi di complicanze per milione di malati o di vaccinati

Malattia

Vaccino

Riduzione %

Encefalite

1.000 da morbillo

1

99,9

Trombocitopenia*

300 da morbillo

300 da rosolia

30

95

Meningite asettica

50.000 da parotite

1

Quasi 100

Shock anafilattico

0

1-2

--

* alterazione della coagulazione da assenza di piastrine nel sangue

Torna allo speciale VACCINAZIONI AI BAMBINI

Vuoi discutere con altri genitori della tematica "Vaccinazioni e bambini?" Entra nella sezione del nostro forum dedicata alla salute e al neonato.

14 Febbraio 2012 | Aggiornato il 25 Marzo 2013
11 Commenti
27 Aprile 2014 00:48
Alessandro
Lunedì 28 aprile vado da un pediatra nutrizionista dr. Proietti Luciano che mi spiegherà tante cose sull' alimentazione. In più lui è' contrario alle vaccinazioni anche perché il sistema immunitario non è ancora sviluppato e i casi gravi dovuti dal vaccino non sono così rari come si vuole far credere. Sono socio comilva per avere un appoggio sull' obiezione di coscienza al vaccino. Consiglio a tutti di visitare il sito comilva, Che informa i genitori in maniera perfetta e dettagliata su tutto ciò che riguarda i vaccini.spero lunedì di ricevere informazioni interessanti...grazie!
09 Aprile 2014 12:35
Liberi Dai Vaccini
@Rosa - Come mai ha deciso di non vaccinare suo figlio ? Come ha proceduto per non vaccinarlo ? Qual'è stata la risposta della ASL dopo la non vaccinazione ? A quali vaccini sarebbe stato sottoposto e a che età ? Crede che con la vaccinazione non avrebbe subìto l'artrite reumatoide ? Sa da cosa deriva la patologia dell'artrite reumatoide ? Sa che può essere indotta dai vaccini come reazione avversa agli stessi in tantissimi casi ? Conosce l'utilità effettiva delle malattie infetive pedaitriche ? Il fatto di non vaccinare i propri figli non dipende da una "prassi" ma da una corretta informazione ricevuta dai genitori sulla reale necessità di vaccinare i propri figli facendo correre loro inutili rischi neurologici anche irreversibili a causa delle reazioni avverse oggi frequentissime (1 bimbo /a su 68 resta danneggiato). Le sembra poco ? Il COMILVA offre tutte le spiegazioni necessarie a chi le richiede e non fa terrorismo come invece afferma lei !
22 Gennaio 2014 10:10
Lorenzo
Le statistiche saranno a favore delle vaccinazioni, ma sono numeri e tutto in medicina viene trattato come un numero: piccolo particolare che viene trascurato è il fatto che dietro questi numeri ci sono esseri viventi, persone e anche se c'è un solo caso di effetti collaterali ( o di morte) contro 99 a favore è pur sempre una persona!! Esistono invece esami che possono stabilire se sussistono le condizioni per poter procedere senza problemi alla vaccinazione, ma non se ne parla perchè dietro un esame non c'è profitto dietro una vaccinazione SI. Sarebbe allora più utile invece di affidarsi alla statistica rendere obbligatori gli esami preventivi
23 Ottobre 2013 12:15
Rosa
Mio figlio ha l'artrite reumatoide, molti sostengono che queste malattie autoimmuni siano causate proprio dai vaccini. Mio figlio però non è mai stato vaccinato a nulla... con i farmaci che assume per curare la sua artrite non potrà più effettuare vaccini a virus vivo, ed essere contagiato da un morbillo, varicella, etc, etc, (che molti considerano malattie "innocue") sarebbe invece molto pericoloso, per lui come per tutte le altre persone nella società immunodepresse. questa "prassi" che stà prendendo piede di non vaccinare più è allarmante. Ci sono troppi gruppi sul web che terrorizzano, nel vero senso della parola, i genitori, che quindi decidono di non vaccinare i loro figli, anche se sono figli sanissimi. Bisogna capire che solo in alcuni rarissimi casi i vaccini sono controindicati, in tutti gli altri casi sono dei "salva vita" non solo per il proprio figlio, ma per tutta la società. La vedo davvero "brutta", stiamo cadendo in un baratro senza fondo se si continua così .... :(
13 Agosto 2013 15:57
Liberi Dai Vaccini
Per conoscere e per sapere cosa fare, per capire quale sia il modo più semplice per esercitare un diritto sacrosanto come quello DELL' OBIEZIONE ATTIVA ALLE VACCINAZIONI in tutta Italia tranne in Veneto consultate uno dei pochi siti di vera informazione in tema di vaccinazioni. www.comilva.org
23 Luglio 2013 13:05
Liberi Dai Vaccini
Rispondo a Erika : l'autismo, è un disturbo comportamentale e nulla ha a che vedere con la genetica. I vaccini contribuiscono a generare questa patologia. Talune predisposizioni del bimbo / bimba possono dopo la vaccinazione dare origine a reazioni di tipo IMMUNO-ALLERGO-TOSSICO anche permanenti. Pediatri senza scrupoli che mandano i vostri figli a vaccinare senza un adeguato screening pre-vaccinale, come per esempio l'esame-test dell' HLA. Il mio parere resta comunque quello di consultare attentamente il sito del COMILVA e che i vaccini migliori e più sicuri sono quelli che NON vengono inoculati !!! Devo riassumere perchè richiesto dal mediatore.
17 Maggio 2013 15:56
Liberi Dai Vaccini
Sono statistiche di fantasia e senza riferimento scientifico ! I vaccini sono quanto di più pericoloso e dannoso si possa iniettare in un bImbo di soli due – tre mesi di vita con un sistema immunitario Th1 e Th2 ancora completamente squilibrato ! Le sollecitazioni che subisce il suo sistema immunitario sono terribili, e molte sostanze tossiche inoculate sono addirittura cancerogene, come lo squalene, il thimerosal che dicono non sia più utilizzato ma ci credo poco, l’alluminio, e la formaldeide ! Bisogna avere a mio avviso una visione in 3D sui vaccini : Diffidare – Diffondere – Desistere !!! Chi non vuole rischiare di compromettere la salute del proprio figlio a vita, può opporsi a questa pratica scellerata delle vaccinazioni ad ogni costo, costi quel che costi, a solo beneficio delle case farmaceutiche produttrici di vaccini, ed è il sito http://www.comilva.org – Liberi Dai Vaccini…
12 Aprile 2013 14:22
Marta
Purtroppo le statistiche non sono nè a favore nè contro poichè NON esistono ricerche che dimostrino l'assenza di effetti collaterali dei vaccini!!! La scelta di vaccinare o meno dovrebe essere del genitore e non obbligatoria. Al contrario di quanto si è detto in questo articolo, statisticamente si nota come ad influire sulla mancata diffusione delle epidemie siano state le migliori condizioni igieniche e non solo i vaccini e questo è dimostrabile al contrario delle informazioni che avete riportato! Ci sono pro e contro sia nel vaccinare che nel non farlo sta al genitore decide qual'è il rischio maggiore. Informate correttamente i genitori su tutto e non insitillate il terrore di malattie che spesso non necessitano di vaccinazione!!!! E voi mamme, pensate ai vostri bambini ed informatevi.. approfondite il più possibile il tema vaccini!! Spesso le informazioni che ci vengono date sono superficiali! se volete ulteriori informazioni in merito alle vaccinazioni: mammainaffitto.blogspot.it
09 Aprile 2013 13:32
Enrico
Potreste citare le fonti di queste statistiche/ricerche? Ad esempio quale "ceppo" di morbillo è stato preso in esame? Da quale parte del mondo vengo questi dati? Quali sono i reali numeri di casi nel Mondo / Europa / Italia? E i danni provocati da questi vaccini sono stati registrati / documentati sapendo che possono verificarsi a distanza di minuti / ore / giorni e addirittura anni? Invito chiunque a documentarsi per il bene dei propri figli e di non fermarsi solo al "sentito dire". Non sono ne pro ne contro i vaccini ma sono per una scelta consapevole. Vedi: www.infovaccini.it e www.comilva.org
20 Marzo 2013 22:30
Erika
E per i casi di autismo dovuti al vaccino? C'e veramente il rischio? Perche' nessuno ci spiega veramente come stanno le cose? Dovrei vaccinare mio figlio a maggio per la facoltativa, ma questa paura del rischio autismo mi sta molto preoccupando.... Non so che fare.....
Cosa ne pensi? Scrivi un commento
Nome (minimo 6 caratteri)
Email *
Inserisci il codice *
Commento (massimo 1000 caratteri) *
IL VIDEO CONSIGLIATO DALLA REDAZIONE
TUTTI I VIDEO
iscriviti alle
newsletter
di nostrofiglio.it
Ricevi le news della settimana!
EDITORIALE
Gli ultimi articoli,
i video e le storie
GRAVIDANZA
Info utili e consigli
per le future mamme
NEONATO
Tutto sulla crescita
del bambino,
da 0 a 12 mesi
• fanno parte del network nostrofiglio.it: mammole.itoltretata.itmiobambino.it
• ulteriori offerte della casa editrice G+J/M •
© Gruner+Jahr/Mondadori S.p.A.
Sede Legale: Via Battistotti Sassi 11/A ‚A 20133 Milano
Condizioni di utilizzo Privacy | Chi siamo | Pubblicità | Crediti
P.IVA e Reg.Imprese di Milano n. 09440000157
R.E.A. di Milano n. 1292226
Capitale Sociale : € 2.600.000 i.v.