Nostrofiglio

YouTuber

Fenomeno Youtuber: chi sono i nuovi idoli dei nostri figli?

Di Niccolò De Rosa
youtube.nf

15 Giugno 2017
Le Web Star che spopolano con i video su YouTube sono gli idoli delle nuove generazioni. Ma chi sono davvero questi youTuber? Conosciamoli meglio

Facebook Twitter Google Plus More

Scrivono libri, compaiono in tv, creano tormentoni e sono i nuovi punti di riferimento per i più giovani.

Stiamo parlando ovviamente degli YouTuber, ragazzi e ragazze diventati famosi grazie ai loro video postati sulla celeberrima piattaforma che dal 2006 appartiene a Google.

 

Come facilmente intuibile, il fenomeno degli YouTuber è nato negli States, ma si è diffuso rapidamente in tutto il mondo, in particolar modo nel Vecchio Continente, e ora i veri influencer della rete sono proprio questi giovani intraprendenti che hanno saputo intuire le potenzialità del mezzo e che sono arrivati ad avere milioni e milioni di seguaci.

 

Le parole del Web | Influencer: Utente molto presente sul web e sui Social Network che, proprio grazie al suo grande seguito, può "influenzare" opinioni e preferenze di mercato con la propria attività on-line. Con un video, un post o una recensione, gli influencer possono promuovere o stroncare un prodotto, favorire una moda piuttosto che un altra, e orientare l'atteggiamento dei followe riguardo a qualsiasi argomento.

Ma cosa fanno questi YouTuber?

Semplicemente di tutto.

I più in voga sono i gameplayer, videogiocatori che recensiscono e mostrano trucchi per videogame, ma altrettanto famosi sono i cantanti (Benji e Fede sono nati proprio su YT!) i comici (come Frank Matano) e gli esperti di style (fashion blogger come Chiara Ferragni o guru del trucco come Clio Make Up).

Ciò che conta è avere qualcosa da dire e sapere come dirlo.

 

Mamma, divento YouTuber!

Per diventare YouTuber basta una videocamera, una connessione ad Internet ed un'idea originale, perché tutti possono fare video, ma non è così facile emergere dalla massa (soprattutto ora che il fenomeno ha spopolato); serve dunque un messaggio che funzioni, come in qualsiasi contesto mediatico.

 

La particolarità (e la forza) degli YouTuber però, risiede nel fatto che il mittente ed il destinatario del messaggio appartengono alla stessa categoria: sono video per giovani, fatti da giovani, e tutte le imperfezioni e gli elementi artigianali del contesto (la maggior parte di queste Web Star ha cominciato caricando video girati nella propria cameretta), non fanno che facilitare l'identificazione tra personaggio e utente.

 

Il caso Favij: lo Youtuber italiano con più iscritti al proprio canale è un ragazzo di 22 anni conosciuto come Favij. Quando ha iniziato, Favij non ha fatto altro che mettersi un paio di cuffie e posizionarsi di fronte alla webcam per poi dedicarsi ai videogame e commentare le varie fasi di gioco con battute o imprecazioni divertenti. Ora Favij vanta milioni di fan, ha scritto un libro e ha persino recitato in un film (rivedibile) con altri YouTuber.

 

 

Gli Youtuber parlano come chi li segue, si vestono come loro e si interessano delle stesse cose che interessano a loro.

Il tutto, affrontato con spontaneità e poche inibizioni, crea un'immensa comunità virtuale dove tra commenti in tempo reale, condivisioni e insulti (che non mancano mai), le barriere tra i vari attori vengono quasi azzerate e i fan stringono un rapporto diretto con i loro beniamini.

Un esempio? In molti casi gli Youtuber stessi chiedono ai propri follower di scrivere nei commenti le tematiche da affrontare nei prossimi video. Un vero modello di democrazie diretta!