Nostrofiglio

Iran e donne

Iran Air: il nuovo amministratore delegato è una donna!

Di Niccolò De Rosa
aereo-iranair-nf

11 Luglio 2017
Per la prima volta in Iran una donna sarà ai vertici della compagnia aerea nazionale. Un grande passo avanti sull'ancor difficoltosa strada verso la parità dei diritti femminili nel Paese sottoposto alla legge islamica.

Facebook Twitter Google Plus More

La sua determinazione aveva già destato scaplore quando fu la prima donna del Paese a conseguire un dottorato in ingegneria aerospaziale, ma ora Farzaneh Sharafbafi, 44 anni, sarà addirittura a capo della compagnia aerea dell'Iran.

 

Moglie e madre di due bambini, Farzaneh è riuscita a scardinare i pergiudizi e le costrizioni di una società in cui, secono la legge islamica sciita tutt'ora vigente, tutte le donne sono ancora obbligate categoricamente a indossare l'hijab (il velo islamico).

 

Un sogno partito da lontano

Dai racconti raccolti in questi giorni, la storia di Farzaneh assume i contorni della pellicola cinematografica: cresciuta in una famiglia tradizionalista ma che l'ha sempre assecondata nelle sue aspirazioni, già da piccola aggiustava piccoli elettrodomestici e mostrava una passione sfrenata per la scienza.

Proseguiti gli studi, Farzaneh riesce addirittura ad accedere al dottorato subito dopo la sua seconda gravidanza:

 

«Arrivai alla prima lezione del corso due giorni dopo aver partorito - riporta Repubblica.it - Quando il professore mi chiese il perché del ritardo risposi semplicemente “ho appena dato vita ad un bambino”. Rimase a bocca spalancata»

Dopo i successi accademici, ecco la rapida scalata che nei prossimi giorni porterà la donna a ricoprire il ruolo di Amministratore Delegato della Iran Air, la compagnia di bandiera.

 

La notizia ha ridato linfa vitale al movimento per i diritti civili che i tutto il Medio Oriente, pur con fortune alterne, continua a combattere la sua battaglia.