Nostrofiglio

Test di Gravidanza

Test di gravidanza per uomini: la trovata della "Tempo" scatena le polemica social

Di Niccolò De Rosa
testgravidanza

18 Aprile 2017
La nota azienda dei fazzoletti ha lanciato una campagna dove uno speciale test di gravidanza rivela l'esito prima al partner maschile. Lo scopo dichiarato è quello di regalare anche alle future mamme l'emozione della sorpresa, ma c'è chi accusa la trovata di sessismo: "viola la sovranità del corpo femminile!"

Facebook Twitter Google Plus More

"Amore, aspettiamo un bambino".

Il copione intorno a questa fatidica frase è da sempre più o meno lo stesso: Lei esegue il test di gravidanza, il test risulta positivo, Lei comunica la notizia a Lui (qui le modalità variano a seconda della creatività di Lei), entrambi piangono.

Ma se per una volta fosse Lui a sorprendere la partner con la buona nuova?

 

Questa l'idea della Tempo, nota azienda leader nel campo dei fazzoletti "usa e getta" che per promuovere il suo prodotto ha voluto provare a ribaltare i ruoli e regalare anche alle neo-mamme la gioia di sentirsi comunicare l'imminente maternità.

 

Per realizzare l'intento (e asciugare il mare di lacrime con i suoi fazzoletti) la Tempo ha girato uno spot in cui un aspirante papà scambia un normale stick per il test con un misuratore che di fronte all'esito positivo segnala l'errore alla donna, ma contemporaneamente invia un messaggio sul cellulare del partner. La neo-mamma così torna a casa totalmente ignara di portare in grembo una nuova vita e lì il futuro papà può completare la sorpresa con una teatrale, e commovente, rivelazione.

IDEA GENIALE O SESSISMO?

La trovata ha riscosso molto clamore, ma se in molti hanno elogiato lo spirito dell'iniziativa, altrettanto copiose sono state le critiche nei confronti di un metodo di rivelare la gravidanza che si basa sostanzialmente sull'inganno: «Manipolare il risultato è una violazione che infrange l'intimità del corpo femminile - protesta una commentatrice su Facebook -

Il momento del test è unico e privato e non deve essere rovinato!»

 

A molte non è andato giù poi il fatto che la facoltà di poter svelare alla propria metà l'arrivo di un bambino sia un privilegio e una gioia di per sé, che non necessita di nuove forme di condivisione per essere considerato speciale: «Già la gravidanza non è tutta rose e fiori. Almeno non toglieteci questa soddisfazione!»

 

Alle proteste, gli admin della pagina Facebook della Tempo hanno risposto con una linea chiara che viene ripetuta più o meno in ogni replica ai post delle utenti inferocite:

«Per noi diritto della donna di sapere per prima il risultato è fondamentale e inalienabile, ma il piccolo inganno è stato compiuto per una buona ragione: svelare la sorpresa dopo poco tempo in un modo ancora più dolce ed emozionante».

 

GUARDA LO SPOT SOCIAL

 

 

 

Codice Sconto