Nostrofiglio.it Family Network


Salute

Gravidanza extrauterina

Salute: Gravidanza extrauterina
di Elisabetta Ranieri

Una gravidanza extrauterina si verifica quando l’embrione si annida al di fuori dell¹utero, in una delle tube (98% dei casi) o, raramente, nella cavità addominale, nella cervice o nelle ovaie, e ha un¹incidenza tra lo 0,8 e il 2% sulle gravidanze totali.

La gravidanza extrauterina (o ectopica) è favorita da un’alterazione della normale struttura anatomica delle tube, che può dipendere da vari fattori, tra cui l’età della donna, precedenti infezioni o interventi pelvici, endometriosi, infertilità o trattamenti per l’infertilità.

La diagnosi precoce (durante l’ecografia per sospetta gravidanza entro la 5 o 6 settimana) consente esiti più favorevoli e riduce i casi in cui si arriva alla rottura della tuba, producendo un’emorragia tanto più grave quanto abbondante. Il rischio di mortalità è basso, dello 0,5 su 1000.

  • Quali sono i sintomi? Dolori pelvici nel 90% dei casi, anomalie mestruali, come ritardo del ciclo, o mestruazione molto abbondante o particolarmente scarsa in presenza di un test di gravidanza positivo con valori dell’ormone Beta Hcg usualmente più bassi rispetto alla settimana di gestazione.

In assenza di sintomi, la gravidanza extrauterina può sia risolversi spontaneamente andando incontro a involuzione naturale, sia continuare a svilupparsi.

  • Come la diagnostica il medico? Con l’esame ecografico e la misurazione delle Beta Hcg. Inoltre, se la gravidanza è in fase di rottura o si è rotta, alla visita la donna sentirà molto dolore.
  • Come si cura? In tre modi, a seconda della gravità della situazione. Nei casi più semplici si adotta la cosiddetta ‘procedura d’attesa’.

È efficace nel 70% dei casi, ma in particolari condizioni: camera gestazionale di piccole dimensioni, niente dolori né emorragia interna. Si devono eseguire controlli clinici quasi quotidiani, fino a che gli esami indicano che la gravidanza si è risolta spontaneamente.

Se i livelli di Beta Hcg non decrescono, si passa al trattamento medico. Viene somministrato un farmaco chemioterapico, il methotrexate, che blocca la replicazione cellulare. Questa terapia è adatta se la gravidanza è in fase iniziale o comunque poco sviluppata e se la donna non ha dolori o emorragie interne.

In tutti gli altri casi è necessario il trattamento chirurgico. Se si opera in urgenza (come per emorragia incontrollabile, stato di shock, gravidanza cervicale o addominale) si interviene in modo tradizionale mediante incisione dell’addome (laparotomia).

Altrimenti, nelle mani di un operatore esperto e con strumenti adeguati, fino al 95% delle gravidanze ectopiche possono essere trattate in modo mininvasivo con solo 2-3 minuscole incisioni di 5 mm (laparoscopia).

Nell¹80% dei casi non si arriva all’asportazione della tuba. L’intervento consiste nell’incisione della tuba in cui si è impiantato l’embrione (salpingotomia), nella spremitura della tuba, nell’aspirazione trans-ampollare, fino alla salpingectomia (asportazione della tuba) totale o parziale se il diametro della camera gestionale è maggiore di 5 cm, in base allo stato della tuba e se si tratta di una recidiva.

La fertilità futura è a rischio? Solo nel caso in cui la donna abbia una sola tuba e il medico non possa intervenire se non asportandola. Ma con utero e ovaie funzionanti si può ottenere una gravidanza futura mediante le tecniche di fecondazione assistita.

  • La recidiva è alta? Il rischio relativo di gravidanza extrauterina in una donna che l’ha già avuta aumenta di circa 7-9 volte, ma diminuisce se alla gravidanza extrauterina segue una normale gravidanza in utero.

(Consulenza della Dr. PhD. Raffaella Giannice, Specialista in Ostetricia e Ginecologia, Ist. Clinico Humanitas, Rozzano, Milano)

Hai voglia di parlare con altre donne che vogliono diventare mamme? Iscriviti alla community

In più:


Il video di oggi consigliato dalla redazione:

Il risotto pizza

Guarda tutti i video della webtv




 

  • ida 27 marzo 2014, alle ore 16:03

    Ragazze non temete io nel 2008 ho avuto la mia prima gravidanza, ma era extrauterina, ho perso la tuba sx, mi hanno detto di riprovare dopo 2 mesi... Ed io così ho fatto, ma la gravidanza non arrivava tra pianti e amarezze passarono 8 mesi.... Ma poi sono uscita incinta, nel 2010 è nata la mia prima figlia, dopo solo altri 6 mesi di nuovo incinta!!! Oggi ho 3 figli, l'ultimo di 2 mesi!!!! In modo naturale!!! Non scoraggiatevi!!! Un baciooo a tutte in bocca al lupo!

  • rosy 23 marzo 2014, alle ore 16:48

    ciao ho avuto una gravidanza extrauterina e sono stata operata 2 mesi fa togliendomi anche una tuba , vorrei sapere se e quando posso avere un altra gravidanza grazie

  • loryenza90 14 marzo 2014, alle ore 11:29

    ciao a tutte ho 23 anni anche io dopo tre anni di tentativi ho scoperto di essere in gravidanza,immaginate la mia felicità. dopo un po di giorni ho incominciato ad avere dolori al basso e corro a fare un ecogarfia dal mio gine, scoprendo che la mia era una gravidanza extrauterina, quindi corro di urgenza in ospedale e mi hanno fatto laparascopia asportandomi una tuba...la mia grande preoccupazione se potrò avere una futura gravidanza e quando potrò incominciare a riprovare dato che gia sono passati neanche un mese dall intervento.

  • kiki 20 agosto 2013, alle ore 23:10

    buonasera a tutti voi, io vorrei farvi una domanda. dopo un'operazione extrauterina (sette settimane) con l'esportazione di una tuba si possono avere figli??? dopo quanto tempo potrei riprovarci????grazie a tutti coloro che possono rispondermi

  • camilla 28 luglio 2012, alle ore 17:20

    Ho fatto laparoscopia come intervento.Sempre io Camilla Grazie e come mai non me hanno tolto la tuba? Se dicono che non funziona più ?

Scrivi il commento


* Inserisci un indirizzo e-mail valido. L'indirizzo non sarà visualizzato sul sito. Per evitare usi impropri, ti sarà inviata una e-mail con un link per la pubblicazione del commento.
Altra stringa

Invia
Cerca











Da non perdere

Non perderti questo articolo! tata Adriana

I consigli della tata

Leggi tutti i consigli di Adriana ai lettori di Nostrofiglio.it.
I 100 consigli della tata ai genitori

Non perderti questo articolo! guida al bambino

Guida al bambino

Congratulazioni a tutte le neo mamme! Scoprite la nostra guida con tante informazioni utili e consigli per crescere bene il vostro bebè.

Non perderti questo articolo! guida gravidanza

Guida alla gravidanza

Congratulazioni per il bebè in arrivo! Iscriviti subito alla newsletter che ti segue nelle 40 settimane di gestazione.