Nostrofiglio.it Family Network


Fertilità

Una dieta ricca di proteine aiuta a rimanere incinta

Fertilità: Una dieta ricca di proteine aiuta a rimanere incinta
di Antonella Laudonia

Anche una corretta alimentazione può aiutare una donna che cerca un figlio a rimanere incinta. E un ruolo fondamentale lo gioca una dieta ricca di proteine, stando a una recente ricerca italiana che ha evidenziato il legame tra tavola e fertilità.

Un regime alimentare con molti aminoacidi, elementi costitutivi delle proteine, attiva il recettore degli estrogeni nel fegato con una ricaduta positiva sulla capacità riproduttiva dell'apparato genitale femminile.

Per capirne di più, abbiamo sentito la professoressa Adriana Maggi, del dipartimento di Scienze farmacologiche dell'Università Statale di Milano, che ha guidato il team titolare di un recente studio sulla fertilità pubblicato sulla rivista Cell Metabolism.

Ci spieghi meglio come siete arrivati a questa scoperta Abbiamo potuto verificare, lavorando su un modello animale, che a fronte di una dieta povera di proteine, diminuiva la produzione dell'ormone IGF-1 fino a livelli tali da non consentire all'utero di prepararsi in modo corretto all'impianto dell'ovulo fertilizzato. In sostanza, l'utero diventava meno fertile. Al contrario, in caso di alimentazione con parecchie proteine, veniva attivato il recettore degli estrogeni nel fegato, in modo che il fegato producesse IGF-1 in quantità ideali ai fini della maturazione dell'utero idonea all'impianto, e i topi tornavano a essere fertili.

Che alimenti consiglia di mangiare a una donna che cerchi una gravidanza? Tutti quelli ricchi di proteine, animali e vegetali. Quindi ottima la carne, il pesce, le uova, il formaggio e il latte, ma anche i legumi.

Quindi non è una questione di calorie, ma di scelta dei propri nutrimenti? Assolutamente sì. Pasti molto calorici, a base di grassi e carboidrati, non sono utili ai fini dell'aumento della fertilità. Quello che fa la differenza sono le proteine.

Questo studio ci fornisce anche un'altra indicazione importante, dimostrandoci che il recettore degli estrogeni nel fegato agirebbe come sensore del metabolismo energetico, assicurando la gravidanza solo nei soggetti con un’alimentazione adeguata. Una specie di auto-selezione effettuata dalla stessa macchina del corpo umano.

Per altre info: vai alla sezione Concepimento

Chiedi consiglio a altre donne, entra nel forum


Il video di oggi consigliato dalla redazione:

Ghiaccioli fatti in casa

Guarda tutti i video della webtv




 

  • Ba 06 dicembre 2012, alle ore 16:42

    In riferimento solo al post (non mi permetto di dare consigli su come rimanere incinta,perchè NON lo so!), credo che il consiglio di mangiare "molte" proteine Animali non sia corretto!!! Come sito, ho apprezzato che facciate riferimento al Prof. Berrino, poi mettete in evidenza uno studio "fatto sui topi" e sull'uso delle proteine animali... mhhh... non mi piace! Scusate, ma è il mio pensiero... Anche se ci sono studi fatti... Ma tutto è discutibile!

  • luana 20 luglio 2012, alle ore 10:52

    ciao a tutte sono mamma di una bimba e ora e da quasi un anno che io e mio marito proviamo ad avere un fglio ma non arriva, do dire che ci pendo molto e questo di certo non aiuta , ora sto facendo gli esami per aiutarmi a restare incinta.sono tanto spaventata perhe lo desidero molto .

  • cettina 01 luglio 2012, alle ore 16:41

    ciao a tutti ho 36 anni , da 2 mesi stò provando con mio marito ad avere un figlio pe 2 volte ci sono rimasta male, non ho mai preso in vita mia la pillola e ci proviamo nei giorni fertili saltando qualche giorno un consiglio grazie

  • paolo abate 09 giugno 2012, alle ore 15:29

    salve sono un mancato papà stufo di aspettare che da dieci anni venga messo in commercio un farmaco annunciato nel 2002 contenente la proteina PLC-ZETA responsabile della mancata duplicazione cellulare, che è il problema sul quale si inceppano le attuali tecniche di fecondazione artificiale.
    Mi chiedo perchè si continua a dare alla donna decine di farmaci anche costosissimi (forse la risposta è proprio questa?) e non si produce ancora un farmaco per l'uomo, che in base a risultati sui topi non ha dimostrato avere controindicazioni e darebbe probabilità esageratamente positive di riuscita

  • Laura 08 maggio 2012, alle ore 11:44

    ciao a tutte anche io cerco un bimbo da un anno e mezzo e leggendo qui ho visto che angela sta facendo la mia stessa dieta anche io da due e mesi mi sento diversa da una settimana però non voglio illudermi perche ci rimmarei troppo male adesso aspetto il ciclo a meno di una settimana quando si sentono i primi sintomi di gravidanza??? vi prego aiutatemi grazie

Scrivi il commento


* Inserisci un indirizzo e-mail valido. L'indirizzo non sarà visualizzato sul sito. Per evitare usi impropri, ti sarà inviata una e-mail con un link per la pubblicazione del commento.
Altra stringa

Invia
Cerca











Da non perdere

Non perderti questo articolo! tata Adriana

I consigli della tata

Leggi tutti i consigli di Adriana ai lettori di Nostrofiglio.it.
I 100 consigli della tata ai genitori

Non perderti questo articolo! guida al bambino

Guida al bambino

Congratulazioni a tutte le neo mamme! Scoprite la nostra guida con tante informazioni utili e consigli per crescere bene il vostro bebè.

Non perderti questo articolo! guida gravidanza

Guida alla gravidanza

Congratulazioni per il bebè in arrivo! Iscriviti subito alla newsletter che ti segue nelle 40 settimane di gestazione.