Home Adolescenza

Bambini e ragazzini: quando è legale farsi un tatuaggio?

di Elena Berti - 02.03.2022 - Scrivici

eta-tatuaggio
Fonte: Shutterstock
I genitori degli adolescenti se lo chiedono: a che età si può fare un tatuaggio? Tutto quello che c'è da sapere prima di concedere un tattoo ai figli.

A che età si può fare un tatuaggio?

Quando i figli crescono, spariscono forse le problematiche relative alle notti insonni, alla fatica di fare tutto al posto loro, di preparare pasti specifici, di accompagnarli ovunque, ma ne arrivano di nuove e forse più difficili da affrontare. La ricerca di autonomia dei pre-adolescenti e degli adolescenti mette a dura prova i genitori, che rimpiangono i primi anni, forse faticosi fisicamente ma più facili mentalmente. Oggi rispondiamo a una delle domande che molte mamme e molti papà saranno costretti a farsi a un certo punto: a che età si può fare un tatuaggio?

In questo articolo

Tatuaggio permanente, come funziona

Prima di tutto bisogna fare una distinzione tra i tatuaggi passeggeri, come per esempio quelli a base di henné che si fanno in spiaggia o in vacanza, e i tatuaggi permanenti, che vengono effettuati da un tatuatore professionista abilitato. Prima di concedere al figlio un tatuaggio, è bene sapere come funziona: un ago inserisce il pigmento colorato sotto la pelle, nelle prime cellule dell'epidermide. Pur non arrivando al derma e non intaccando per esempio i vasi sanguigni, il colore non si può più eliminare. 

Cosa dice la legge sui tatuaggi in Italia

Ma veniamo al punto: quando si possono fare i tatuaggi, legalmente? In Italia non esiste una vera e propria legislazione nazionale in materia di tattoo, ma esistono delle circolari del Ministero della Salute che indicano le Linee guida per l'esecuzione di procedure di tatuaggio e piercing in condizioni di sicurezza. 

Per quanto riguarda l'età a cui ci si può tatuare, la legge prevede che i minori di 18 anni debba sempre avere il consenso dei genitori o del tutore. In alcune regioni, poi, è addirittura vietato eseguire tatuaggi sui minori di 14 anni, come in Toscana, o addirittura 18, come in Sicilia, a prescindere dal consenso dei genitori. 

Se vostro figlio minore, quindi, ha intenzione di farsi un tatuaggio, sappiate che non può farlo senza il vostro consenso, e in alcuni casi, a seconda della regione in cui abitate, non può farlo del tutto. 

Mio figlio vuole fare un tatuaggio

Se però siete dell'idea di concedere a vostro figlio minore di 18 anni il suo primo tatuaggio e la legge ve lo consente perché vivete in una regione in cui è possibile farlo, ricordatevi che esistono diverse normative che regolano l'attività dei tatuatori, le condizioni igieniche a cui devono sottostare e il materiale che devono usare. 

In particolare, le circolari ministeriali che abbiamo già citato danno indicazioni precise sia sui requisiti igienici (soprattutto per evitare malattie infettive, come per esempio l'Epatite C, trasmissibile con l'uso di aghi infetti), sia sugli inchiostri utilizzati (per evitare reazioni in seguito alla tossicità), sia infine sulla formazione degli operatori che eseguono i tatuaggi. 

Consigli per affrontare il discorso tatuaggi coi figli

In ogni caso, se vostro figlio chiede insistentemente un tatuaggio e non siete d'accordo non c'è molto da discutere, senza il vostro consenso non può farlo. Ma dovete considerare che: potrebbe recarsi da qualcuno che effettua tatuaggi anche su minorenni; potrebbe trovare un escamotage per presentare il vostro consenso; potrà fare un tatuaggio a 18 anni. 

Cosa fare quindi? Come sempre, il miglior modo è affrontare la cosa parlandone, spiegando il perché del vostro dissenso. In particolare, provate a prendere tempo, come si dovrebbe fare sempre per le decisioni importanti, dicendogli che se tra un mese, due, sei, non avrà cambiato idea allora potrà farlo. 

Ma soprattutto, appoggiatevi sul fatto che un tatuaggio non si fa tanto per: se cambia idea sul disegno ogni due giorni, se lo fa per imitare qualcuno, se vuole tatuarsi qualcosa di inutile fatelo riflettere. E se invece ha intenzione di farsi un tattoo importante, potete porre il limite: soltanto uno, almeno fino ai 18 anni.

In Italia i minorenni non possono fare tatuaggi senza il consenso dei genitori: sta a voi valutare se davvero sia il caso di negarglielo oppure di assecondare il desiderio di vostro figlio. 

TAG:

TI POTREBBE INTERESSARE

ultimi articoli