Libri e crescita

Adolescenti: una casa piena di libri aiuta a costruire il loro futuro

Di Niccolò De Rosa
libri-mente
16 Ottobre 2018
Uno studio australiano ha collegato le prestazioni cognitive di un campione di adulti con il numero di libri presenti in casa durante la loro adolescenza: chi aveva la libreria più fornita, ha ottenuto risultati migliori
Facebook Twitter More

Perdersi tra le pagine di un libro aiuta a diventare adulti di successo? Secondo una recente ricerca australiana, sì.

 

Lo studio, coordinato dalla Dr. Joanna Sikora dell'Australian National University, ha infatti messo in relazione le prestazioni cognitive di un gruppo di adulti provenienti da 31 nazioni diverse con il numero di libri posseduti in casa durante la loro adolescenza.

 

E il risultato è stato piuttosto eloquente...

 

Lo studio

 

La ricerca, pubblicata sulla rivista Social Science Research, è stata condotta su di un campione di 160.000 adulti di età compresa tra i 25 e i 65 anni e partiva da una semplice domanda: "quanti libri avevi in casa quando avevi 16 anni?".

 

Le varie risposte sono poi state comparate con i dati provenienti dal Programme for the International Assessment of Adult Competencies dell'OCSE - una statistica che valuta le competenze aritmetiche, informatiche e di comprensione del testo di soggetti adulti a livello internazionale - e l'incrocio di simili informazioni ha evidenziato chiaramente come gli intervistati che da adolescenti possedevano un maggior numero di libri erano anche quelli con prestazioni migliori nei test.

 

«L'esposizione adolescenziale ai libri rappresenta una parte integrante delle pratiche sociali che incoraggiano l'ampliamento a lungo termine di competenze cognitive letterarie, matematiche e informatiche - si legge nella ricerca -. Crescere in una casa con tanti libri aumenta le abilità degli adulti in queste aree anche più dei benefici ottenuti dall'educazione genitoriale, dal percorso di studi o dalla carriera lavorativa intrapresa».

 

 

Le cifre

Secondo i dati ottenuti, gli esperti hanno calcolato che la libreria "ideale" per crescere sedicenni destinati ad un radioso futuro conta almeno 80 volumi.

 

Stando alle risposte date dagli adulti intervistati, è l'Estonia il Paese con le librerie adolescenziali "più capienti" (218 libri), mentre il fondo di  questa speciale classifica è occupato dalla Turchia (28). L'Italia si piazza più o meno intorno alla media ideale, con 75 volumi, anche se al di sotto della media totale riscontrata nel corso del sondaggio (115 libri tra tutti Paesi).