viaggi e adolescenti

Dove andare in vacanza nel mondo con i figli adolescenti?

Di Zelia Pastore
figli-adolescenti-dove-andare-in-vacanza
4 febbraio 2020

I viaggi sono sempre un'ottima occasione per trascorrere piacevolmente dei momenti in famiglia, ma quando ci sono figli adolescenti che sbuffano e partecipano malvolentieri ad escursioni e visite ai musei, anche un momento di relax può trasformarsi in una fonte di stress. Abbiamo chiesto a Claudio Asborno di CartOrange di darci qualche utile consiglio per rendere la vacanza un momento indimenticabile per tutti

Il "dolcemente viaggiare" cantato da Battisti, potrebbe trasformarsi in un'amarissima esperienza se in famiglia ci sono figli adolescenti riottosi e poco inclini ai viaggi classicamente intesi, tra visite ai musei e tappe nei luoghi iconici della meta designata. Ma per coinvolgere anche i figli più ostili, basta saper organizzare il viaggio nel modo giusto, equilibrando bene cultura e divertimento, scegliendo delle destinazioni che possano suscitare l' interesse di tutta la famiglia e pianificando insieme tour, percorsi e attività.

 

Come organizzare un viaggio con i figli adolescenti

 

"Quando si viaggia con degli adolescenti, bisogna pensare ad un giusto equilibrio di contenuti. I ragazzi tendenzialmente si annoiano piuttosto facilmente, quindi, tutto ciò che rappresenta un eccesso (troppa cultura, troppi musei, troppa natura, troppo mare), può rappresentare fonte di criticità. Nella pianificazione del viaggio è quindi utile tenere a mente anche questi fattori", spiega Claudio Asborno del tour operator CartOrange.

 

Dove andare in vacanza con i figli grandi, una soluzione per ogni età

 

Anche l'età dei figli può essere un elemento utile per orientare la scelta di determinate attività o gli aspetti da prediligere: "Quando ci sono ragazzi tra i 13/14 anni si possono preferire delle mete dove è più forte la componente naturale, mentre adolescenti vicini alla maggiore età preferiranno sicuramente le grandi città e i luoghi dove possano socializzare con i coetanei. Da non trascurare anche la questione della connessione wifi, un aspetto fondamentale per tutte le nuove generazioni sempre più interconnesse attraverso i social".

 

Vacanze con i figli adolescenti: tra tecnologia e serie tv

 

  • Giappone
  • Emirati Arabi
  • Los Angeles

Social, ma anche videogames, tecnologia, fumetti e serie tv sono sicuramente tra gli interessi dei ragazzi. Un ottimo modo per catturare la loro attenzione potrebbe essere quello di scegliere delle mete dove questi elementi siano molto presenti: "Il Giappone è sicuramente la destinazione migliore per i giovani geek. È un luogo in cui nascono tantissime tendenze e i ragazzi saranno felici di sperimentare e instagrammare un vero e proprio viaggio nel futuro. Mete in ascesa sono anche gli Emirati Arabi con i parchi tematici dedicati ai film e al mondo dei lego. Un'evergreen che mette d'accordo adulti e ragazzi è invece Los Angeles dove sono stati girati la maggior parte dei film e delle serie più famose".

 

Figli adolescenti, viaggi tra divertimento e cultura in Cina e Giappone

 

Ma per il consulente di viaggio, la parte culturale ed esperienziale non deve mai mancare in una vacanza fuori porta: "Un viaggio rappresenta sempre un arricchimento che passa anche attraverso il confronto e la conoscenza di culture e popolazioni diverse dalla nostra. Quindi, bisogna creare il giusto mix con contenuti più ludici per allettare i ragazzi, ma che consentano anche la scoperta di questi aspetti". 

"Nel caso del Giappone per esempio non può mancare una visita nell'antica capitale, Kyoto, magari prediligendo delle escursioni in bicicletta, una soluzione dinamica e sicuramente più interessante per i ragazzi che permette di entrare in contatto con una realtà estremamente interessante e arricchente. In Cina anche i giovanissimi rimarranno affascinati dall'esercito di terracotta di Xi'an o dai panda di Chengdu, mentre negli Emirati un classico che piace tendenzialmente a tutti è l'esperienza in un campo tendato nel deserto".

 

Teenager, esperienze da brivido in viaggio

 

"Se si ama poi l'avventura e le esperienze da brivido a contatto con la natura, non si può rinunciare alle escursioni in kayak in Canada per vedere le balene o le immersioni in gabbia in SudAfrica, a Simon's Town e Gansbaai, per osservare da vicino gli squali bianchi".

 

Viaggio con figli adolescenti: intramontabile New York

 

Una delle mete più gettonate per i viaggi di lungo raggio è sicuramente New York che con la sua ricchezza di novità, tendenze e curiosità non potrà che entusiasmare i giovanissimi: "Nella Grande Mela si può trovare di tutto e di più. Ci sono i negozi più strani e strampalati che si possa immaginare. A Brooklyn c'è per esempio Superhero Supply, un negozio dedicato a tutti gli aspiranti super eroi dove è possibile trovare gli accessori per costruirsi il proprio costume perfetto, mentre per gli amanti dei fumetti c'è il Forbidden Planet a Broadway".

Anche le serie tv sono fucine di nuove tendenze, soprattutto nel campo della moda: dopo il telefilm Sex and The City a New York sono nati tantissimi negozi dedicati alla moda vintage: "Per le appassionate di tutte le età ci sono i famosissimi "thrift store", negozi risparmio, come Cheap Jack's Vintage Clothing a Broadway".

 

Viaggio con figli grandi: la Corea del Sud

 

Meta sempre più ambita dagli adolescenti è anche la Corea del Sud, diventata una destinazione di tendenza grazie alla musica K-pop. Ma oltre ad accontentare i giovanissimi, il Paese dell'Asia Orientale è un luogo che meraviglierà anche gli adulti per le sue bellezze storiche e naturali: "La tappa obbligata è ovviamente Seul oltre per il fatto di essere la capitale, anche per i tre grandi parchi tematici, Lotte World, Everland e Seul Land, che piaceranno sicuramente ai ragazzi". 

"Per quanto riguarda l'aspetto culturale, c'è la possibilità di visitare i palazzi reali indossando gli abiti tipici della tradizione, gli hanbok che, oltre a rappresentare un'esperienza divertente, offrono la possibilità di accedere gratuitamente in questi siti. Dal punto di vista paesaggistico, l'isola vulcanica di Jeju e le sue grotte lunghe 7 km possono essere un'esperienza coinvolgente per tutta la famiglia".

 

Viaggio in famiglia, le mete consigliate: Australia e Cambogia

 

I voli sono quasi sempre uno degli aspetti che incidono maggiormente sulle spese di un viaggio e destinazioni come l'Australia diventano una meta complicata anche per questo aspetto, ma per i viaggi family-friendly la terra dei canguri rimane comunque tra i luoghi migliori: "Al di là degli aspetti del budget, è un paese dove si possono vivere delle emozioni in famiglia davvero indimenticabili. Dalla Gold Coast per i ragazzi, alla stessa Sydney, o Adelaide nel Sud dell'Australia con le sue estese piste ciclabili o lo Stato di Vittoria in mezzo ai vigneti e la fantastica esperienza di Kangaroo Island, l'isola dove è possibile osservare la biodiversità del luogo con canguri, koala, leoni marini che vivono in assoluta libertà. Un'esperienza ideale da vivere in famiglia, che metterà d'accordo tutti".

Bella ma poco conosciuta è poi la Cambogia che offre l'opportunità di fare esperienze di tutt'altro tipo, ma comunque coinvolgenti e stimolanti per genitori e figli. "La città di Siem Reap e il sito archeologico di Angkor sono dei luoghi meravigliosi che possono soddisfare la curiosità della mamme e dei papà, accontentando anche i ragazzi. Si può scegliere di fare le escursioni in vespa per coinvolgere di più gli adolescenti o trascorrere una giornata in compagnia di una famiglia del luogo, ma anche dormire in una casa galleggiante nel lago Tonle Sap. Insomma, tantissime esperienze da condividere che in qualche modo contribuiscono ad unire le famiglie e nelle quali, se si riesce a creare il giusto clima, anche gli adulti possono riscoprire il gusto della scoperta tipico degli adolescenti".

 

I consigli del pedagogista

 

Nell'organizzare una vacanza con i ragazzi, madri e padri oltre che concentrarsi sulle mete dovrebbero tenere a mente un paio di dritte che possono aiutare il ménage familiare al meglio: "l'adolescenza è la fase del distacco dai genitori, il momento in cui i figli cercano un distacco dalle figure genitoriali" ci ricorda Daniele Novara, pedagogista e fondatore del CPP e autore del libro "Organizzati e felici" edito da Bur. "Per questo motivo è inutile ricercare un dialogo "da confidenti" a tutti i costi con i ragazzi. Meglio invece concentrarsi sull'organizzazione educativa, che va mantenuta anche in vacanza".

Ecco quindi tre utili spunti pratici:

  • Calibriamo le aspettative. "A questa età i figli non scalpitano per passare del tempo con i genitori" quindi è bene tarare le aspettative prima di partire.
  • Portiamoci dietro dei coetanei. "Gli adolescenti vogliono stare con i loro coetanei: sarebbe bello quindi partire con un gruppo di famiglie che abbiano figli di un'età affine a quella dei nostri ragazzi".
  • Prevediamo dei momenti di pausa. "Nell'organizzare la giornata o nel selezionare gli spazi, cerchiamo dei luoghi e dei momenti dove i ragazzi possano, se lo desiderano, stare completamente da soli".
  • Una vacanza per imparare. "Ci sarà una vacanza con i genitori si, ma anche una in cui l'adolescente sarà senza mamma e papà che potrebbe essere una vacanza studio o un'esperienza di volontariato e solidarietà, magari anche immersiva nella natura, dove i giovani avranno occasione di apprendere, di imparare a spendere bene il proprio tempo e a stare con i pari, come ricordo nella mia lettera agli adolescenti".