Home Adolescenza

Preadolescenza, che cos'è e i consigli per gestirla

di Francesca Capriati - 18.11.2020 - Scrivici

preadolescenza-che-cos-e-e-i-consigli-per-gestirla
Fonte: shutterstock
Preadolescenza, che cos'è e i consigli per gestirla: significato della pubertà, preadolescenza e adolescenza e aspetti psicologici. Consigli per i genitori

Preadolescenza, che cos'è e i consigli per gestirla

I cambiamenti della pubertà sono fisici, sessuali, sociali, mentali ed emotivi, ma quando inizia la delicata fase della preadolescenza e come possiamo aiutare i nostri figli in questo periodo di grandi cambiamenti?

In questo articolo

Preadolescenza, quando inizia?

La pubertà inizia quando i cambiamenti nel cervello provocano il rilascio di ormoni sessuali. In linea di massima ecco ciò accade:

  • nelle femmine intorno ai 10/11 anni, ma il range è compreso tra gli 8 e i 13 anni
  • nei maschi tra gli 11 e i 13 anni, ma può variare in un periodo compreso tra i 9 e i 14 anni.

Non sappiamo quando questi cambiamenti ormonali, che sono il principale stimolo alla trasformazione anche sociale, emotiva e fisica, avranno inizio.

Durante la pubertà, la maggior parte dei bambini sperimenterà:

  • pelle grassa ( con la ben nota acne)
  • capelli grassi
  • aumento della sudorazione e dell'odore del corpo
  • scatto di crescita (di circa 11 cm all'anno nelle ragazze e fino a 13 cm all'anno nei ragazzi).

I cambiamenti d'umore

I cambiamenti di umore e le variazioni del livello di energia sono circostanze normali nella pubertà, così come il continuo oscillare tra la volontà di rendersi indipendenti dai genitori e la richiesta di supporto da parte loro.

Il pre-adolescente desidera stabilire e fissare la propria identità, e ciò potrebbe spingerlo a creare nuove amicizie e rapporti sociali, ad avere difficoltà a gestire le amicizie attuali, anche quelle di vecchia data che lo hanno accompagnato per tutta l'infanzia, vogliono esplorare la loro sessualità e sviluppare le prime relazioni romantiche. E ancora, in questa fase i nostri figli hanno bisogno di:

  • ricercare maggiori responsabilità,
  • curare il proprio aspetto e il proprio look,
  • preservare i loro spazi e la privacy.

Come aiutarli?

A questa età i ragazzi e le ragazze possono alternare la sensazione di essere impacciato e dopo poche ore sentirsi onnipotenti. Sono cambiamenti comuni e del tutto normali che dimostrano che il nostro bambino si sta trasformando, sta affrontando una delle più straordinarie trasformazioni della vita e sta diventando un adulto.

Sta formando la propria identità e sta sperimentando pro e contro dell'indipendenza: mette alla prova le sue capacità decisionali e impara a riconoscere e comprendere le conseguenze delle proprie azioni.

Una delle migliori strategie che possiamo mettere in atto durante la pubertà dei nostri figli è la rassicurazione: sono cambiamenti normali e anche se possono spaventare passeranno e rappresentano tappe fondamentali per diventare adulti, per trasformare il bozzolo in una farfalla.

Incoraggiamoli a prendersi cura del suo corpo, ma soprattutto perché è importante mantenersi in buona salute, avere cura del proprio aspetto senza esagerazione o fanatismi. Proponiamo loro uno stile di vita sano.

Alcuni consigli pratici per genitori di pre-adolescenti

  • Loda tuo figlio per i suoi sforzi, per i risultati raggiunto e il comportamento positivo.
  • Mettiti nei panni di tuo figlio e cerca di vedere il suo comportamento per quello che probabilmente è: il tuo bambino che combatte per diventare un adulto.
  • Cerca di mantenere la calma durante gli scoppi di rabbia di tuo figlio: aspetta che il momento di rabbia passi prima di parlare di ciò che è accaduto.
  • Resta interessato, coinvolto, disponibile a parlare.
  • Cerca di sostenere tuo figlio nella sua espressione di sé, anche se alcune cose ti sembrano strane, come un taglio di capelli estremo o scelte di abbigliamento insolite.
  • Cerca di tollerare lunghi periodi di tempo spesi per la cura della persona, come le ore in bagno, ma parla con tuo figlio dei limiti di tempo ragionevoli per la famiglia.
  • Parla a tuo figlio di eventuali cambiamenti permanenti che desidera apportare al suo corpo, come tatuaggi e piercing, e discuti di alternative temporanee, come i tatuaggi all'henné (rimovibili).
  • Parla con tua figlia del ciclo e di come gestire le mestruazioni.
  • Rassicura tuo figlio che i testicoli si sviluppano in modo non uniforme ed è normale che uno sia più basso dell'altro. Potrebbe essere utile anche spiegare che le dimensioni del pene non influiscono sul funzionamento sessuale

Come promuovere l'indipendenza positiva durante la pre adolescenza

È normale che nostro figlio desideri una maggiore indipendenza, ma ha comunque bisogno del nostro sostegno, in questo periodo più che mai. Parliamo con lui dei rischi, di come non mettere la sua vita in pericolo nel frattempo che cerca di esplorare i suoi confini. Chiediamogli di tenerci al corrente di cosa fa e di dove si trova.

Infine prendiamoci del tempo per accettare che nostro figlio, il nostro ruolo di genitore e la dinamica della famiglia stanno cambiando: non abbiamo più il totale controllo sulle sue scelte e sulla sua vita e possiamo solo dire a noi stessi che abbiamo fatto del nostro meglio per prepararlo a questo momento, che abbiamo fiducia in lui e in tutto ciò che abbiamo seminato negli anni precedenti.

Fonti

TI POTREBBE INTERESSARE

ultimi articoli