Prevenzione

A me gli occhi

bambino_occhi
28 Ottobre 2008
La prima visita oculistica del bebè? A un anno. Fare i primi controlli molto presto aiuta infatti a prevenire e correggere molti difetti visivi. Per sensibilizzare genitori e insegnanti il Museo Explora di Roma ha organizzato la mostra multisensoriale "A me gli occhi".
Facebook Twitter More

Una mostra al museo Explora di Roma

Un viaggio all'interno dell'occhio, per scoprire come si forma e funziona, quali sono i difetti di cui si può soffrire e come possono essere prevenuti e corretti. E' la mostra multisensoriale "A me gli occhi", realizzata dal Museo Explora di Roma in collaborazione con Johnson & Johnson Vision Care, con l'obiettivo di informare genitori, insegnanti e bambini sulla prevenzione e la correzione dei difetti visivi.

Attraverso un percorso studiato da oculisti e optometristi, i bambini compiranno un vero e proprio viaggio all'interno dell'occhio, per capire come "dialoga" con il cervello. Un capitolo è dedicato ai difetti visivi e i visitatori potranno guardare il mondo come un coetaneo astigmatico, miope e ipermetrope. Difetti, ricordano gli esperti, più facilmente correggibili nei bambini fino ai sei anni, in quanto, in questa fascia di età, la vista è molto elastica.

Di qui l'appello ad effettuare una visita oculistica entro il primo anno di vita. Il percorso prosegue con la possibilità di "trasformarsi" per qualche minuto in mosca, lepre, gatto o aquila per capire cosa significa vedere con occhi diversi da quelli umani, occhi con una visione frammentata oppure a pieno campo visivo (360°), o adatta al buio della notte o con un'acuità visiva tre volte superiore. La mostra potrà essere visitata fino al 2011.