Giochi da fare sul balcone

Giochi da fare sul balcone con i bambini: un luogo - rifugio magico

Di Giulia Foschi
giochi-da-fare-sul-balcone-con-i-bambini
29 aprile 2020
Giardinaggio e disegni, musica e merende. Il balcone, piccolo o grande che sia, si presta ad ospitare moltissime attività. L’importante è che i bambini lo percepiscano come un luogo unico, un po’ segreto e un po’ speciale, dove vivere in autonomia la loro libertà.

 

Giochi da fare sul balcone con i bambini

 

Un balcone, anche piccolo, in questo periodo è una grande fortuna. Sfruttiamolo al massimo insieme ai bambini, per alleggerire la limitazione di libertà che tutti stiamo vivendo, prendendo spunto dai suggerimenti e dalle idee fantasiose di Marta Stella Bruzzone, pedagogista e autrice del sito mammechefatica.

 

 

Giochi da fare in terrazza con i bambini

 

"Il balcone, in queste settimane, può diventare un rifugio per i bambini – spiega Marta - un posto un po' magico dove i piccoli possono stare all'aria aperta in autonomia - ovviamente monitorati -, un sinonimo di libertà, un luogo tutto per sé. A seconda dell'età del bambino e delle dimensioni del balcone si può pensare di dare forma a questo rifugio, ad esempio con una tenda o anche con un semplice lenzuolo attaccato al davanzale o sorretto da due bastoni. Per i bambini molto piccoli, o per chi ha un balcone molto ristretto, basta anche un cartone che diventi la sua casa, il suo ufficio, per imitare la mamma e il papà che vanno a lavorare al pc. In questo spazio, lasciate vostro figlio libero di giocare e anche di sporcarsi senza troppi pensieri, privilegiando in questo periodo il recupero della creatività. Lasciatelo giocare con la terra o con la sabbia, per simulare con la bella stagione le attività da spiaggia: va bene anche della farina gialla, insieme a un secchiello e dell'acqua: i bambini hanno bisogno di fare un po' di paciughi! Sarà un modo per ricordare l'esperienza del mare, della libertà, per godersi un sentimento che tutti stiamo un po' perdendo. Se i bambini ci chiedono perché non possono uscire, non cambiamo dal discorso: rispondiamo serenamente e ricordiamo loro tutte le cose belle che abbiamo fatto in questi giorni, magarsi scrivendo una lista, che poi leggeremo agli amici, raccontando com'era bello il nostro balcone, che diventerà quasi un'immagine evocativa".

 

Giochi sul balcone: fogli, colori, piantine e fantasia

 

"L'idea, dunque, è di lasciare che i bambini trasferiscano il loro mondo e le loro cose nel rifugio sul balcone. Lasciate che portino bambole e macchinine, e che anche un'attività come il disegno si sposti all'esterno, giocando con lo spazio a disposizione: se ne avete a sufficienza, portate fuori un vecchio lenzuolo da dipingere, oppure un cartellone. I bambini hanno assorbito le dinamiche dettate dalla pandemia: è probabile che spieghino ai loro giocattoli che si esce per un po' per poi rientrare perché c'è il virus, ed è giusto così. Naturalmente, alle normali attività da interno si aggiunge il giardinaggio, ideale da praticare sul balcone: questa è un'attività guidata, i bambini vanno accompagnati nella semina, nell'attesa, nella cura delle piantine che vanno bagnate a giorni alterni, messe al sole e così via. È un bellissimo lavoro che insegna al bambino a prendersi cura di qualcosa e ha un valore quasi poetico".

Un'idea sempre sul tema della cura delle piante potrebbe essere quella di tagliare il fondo di una bottiglia, riempirlo di terra e piantarci dentro dei semini. "Alla bottiglia vanno poi praticati due fori laterali, per legarci uno spago, uno di fronte all'altro (o in alternativa lo spago può anche essere fissato con due giri di scotch)" - spiega Marta Versiglia, pedagogista del Cpp e autrice del libro "Giochi Montessori all'aperto" (Bur) - "Così la bottiglia può anche essere appesa con un chiodino sopra il muro, se il balcone è piccolino".

 

Giochi da fare in terrazzo con i bambini: prepariamo la merenda gourmet

 

"Il balcone-rifugio si presta benissimo anche a diventare luogo per merende e speciali pic-nic. Ai bambini piace più la preparazione che l'attività in sé, quindi spronateli a creare un vassoietto di cartone e cucinate una piccola merenda insieme: una torta e dei biscotti andranno benissimo, ma impreziositeli con zucchero a velo. Scegliete con cura le bevande, i bicchieri e i tovaglioli, una tovaglia adatta a questo scopo. Non preoccupatevi per lo spazio, andrà bene anche se piccolissimo: la cosa bella è che con il loro potere immaginativo i bambini non si soffermeranno mai a guardare, a valutare se uno spazio è grande o piccolo; quello lo facciamo noi adulti. I bambini sanno viaggiare con la mente, e il loro balcone-rifugio potrà diventare senza troppa fatica un grande prato verde".

 

 

Lezioni online e didattica sul balcone con i bambini

 

"Non sempre i bambini hanno voglia di partecipare alle lezioni online. Se fanno fatica a seguire le video lezioni e la didattica a distanza, provate a trasferire anch'esse sul balcone: cambiando il contesto è probabile che cambi anche la reazione. Create la giusta postazione, mettete un tappetino e un cuscino a terra e create curiosità: chissà chi ci sarà di là dallo schermo? I più grandi, possono naturalmente portarsi anche libri di studio e romanzi, da leggere al sole. Sul balcone si può ascoltare la musica e si possono anche inventare delle attività ludico-didattiche, ad esempio con i burattini. Per fare un piccolo teatro basta un cartone. Se in famiglia c'è un papà creativo, potrebbe costruire insieme ai figli un mini-aquilone da attaccare al cornicione, con i bastoncini degli spiedini e della carta velina. Meglio, invece, evitare balletti e giochi in movimento, per una semplice questione di sicurezza". Anche le bolle di sapone, se fatte fluttuare dalla ringhiera del balcone, hanno un che di magico.

L'INTERVISTATA

Marta Stella Bruzzone è pedagogista e autrice del sito mammechefatica.