Home Bambino Alimentazione

Come far mangiare le verdure ai bambini in età prescolare

di Sara De Giorgi - 11.11.2020 - Scrivici

verdura-e-bimba
Fonte: Shutterstock
E' possibile incoraggiare i bambini piccoli a mangiare una maggiore varietà di verdure. Abbiamo intervistato la professoressa Daniela Bulgarelli dell'Università di Torino, che ha collaborato al progetto "See ad Eat" (che si occupa di avvicinare i più piccoli alle verdure) e che ci ha dato informazioni e consigli su come sensibilizzare i bimbi al consumo delle verdure.

A volte è veramente difficile far mangiare le verdure ai bambini piccoli. Infatti, secondo i dati ben due genitori su 10 dichiarano di non riuscire a far mangiare quotidianamente ai propri figli neanche una porzione di frutta e verdura.

Però è importante sapere che esistono alcune strategie che possono tornare utili. E' possibile aiutare genitori, educatori, insegnanti e professionisti della prima infanzia a incoraggiare i bambini piccoli a mangiare una maggiore varietà di verdure.

Questo è l'obiettivo del progetto See & Eat, finanziato dallo "European Institute of Innovation and Technology (EIT) Food", nel cui sito web ci sono tante attività diverse e 24 ebook disponibili in diverse lingue. Il progetto, guidato dalla professoressa Carmel Houston-Price dell'Università di Reading, coinvolge molti partner, tra i quali l'Università degli Studi di Torino (UniTo).

Abbiamo intervistato la professoressa Daniela Bulgarelli dell'Università di Torino, che ci ha spiegato com'è articolato il progetto e ci ha dato informazioni e consigli su come far avvicinare i bambini alle verdure.

In questo articolo

Il progetto "See&Eat"

Daniela Bulgarelli ha spiegato che "See and Eat" è un progetto europeo, incentrato sul far familiarizzare i bambini con le verdure attraverso l'uso di immagini di verdure stesse. Ciò perché è stato dimostrato che i bambini sotto i 4 anni fanno fatica a mangiare le verdure ed è così in tutto il mondo. Ma, se da un lato le rifiutano, più acquisiscono invece familiarità con le verdure, più è facile che le assaggino.

"Questa familiarità la possiamo ottenere proponendo loro verdure vere e proprie o mostrando immagini realistiche o fotografie. In particolare, sono stati costruiti 24 ebook che i genitori possono scaricare sul cellulare o sul tablet e che sono di 10/12 pagine ciascuno. Sono pensati per i bimbi tra i 18 mesi e i 4 anni d'età e bimbi e genitori possono leggerli insieme. I libri raccontano come la verdura nasce, come viene coltivata, come può essere comprata nei negozi o nei mercati, e come può essere pulita e cucinata. In tal modo i bambini familiarizzano con ogni singola verdura e sul modo in cui quest'ultima può essere mangiata". 

Come sensibilizzare i bambini al consumo delle verdure?

"Ci sono tante modalità diverse, che sono state anche oggetto di studi scientifici.

  • Sicuramente un modo è quello proposto da "See and Eat": far familiarizzare i bambini con le verdure attraverso gli ebook illustrati. Può essere efficace quando i piccoli si rifiutano completamente di assaggiare la verdura.
  • Un altro modo è quello di proporre piccolissime porzioni di verdure. facendole assaggiare ai bambini. L'importante è che gli assaggi vengano fatti in modo sistematico: ciò vuol dire che il genitore non si deve scoraggiare. Il genitore può offrire l'assaggio al bambino se quest'ultimo lo accoglie in maniera normale. Ci sono però bambini che sputano o che fanno espressioni di disgusto: in tal caso è meglio non insistere sull'assaggio, ma cercare altri canali per la familiarizzazione, tra cui la proposta delle immagini. Il senso del disgusto va rispettato nei bambini. Se il bimbo prova disgusto, non possiamo insistere.
  • Un'altra strategia di molti genitori è quella di mettere un po' di verdure in mezzo ad altri cibi. Anche questo va bene, perché a lungo andare aiuta il bambino ad abituarsi a un sapore diverso, che è quello, appunto, della verdura. Poi, il genitore può nel tempo aumentare la percentuale di verdura nel cibo proposto (ad esempio, in un polpetta).
  • Un'altra cosa che si può fare, se il bambino accetta piccole quantità di verdure, è dare un premio, magari non associato al cibo. La letteratura scientifica ha dimostrato che anche premiare il comportamento positivo del bimbo che mangia la verdura può essere efficace". 

Le verdure più importanti per i bambini in età prescolare e i benefici

"Non esistono verdure più importanti delle altre. E' molto importante, invece, proporre la varietà delle verdure, perché ognuna in base al colore, al luogo e alla stagione in cui cresce, avrà sostanze diverse (vitamine, nutrienti, sali minerali, ecc.). Quindi occorre abituare i bambini a tante tipologie di verdure.

Meno rischio di obesità, nutrienti e vitamine fondamentali

I benefici, poi, sono tanti: maggiore è il consumo di verdure, più è ridotto il rischio di obesità. I bambini che mangiano verdure impegnano lo stomaco non con cibi supercalorici, ma con cibi altrettanto nutrienti e non eccessivamente ricchi di calorie.

Inoltre, le verdure hanno nutrienti e vitamine fondamentali per il sistema immunitario, per l'apparato osseo, ecc. L'Oms suggerisce di consumare verdure per costruire un corpo sano e forte". 

Perché spesso i bimbi non amano le verdure? E' qualcosa di innato o appreso?

"Il fatto di non amare le verdure è una condizione che riguarda tutti i bambini del mondo occidentale. Una spiegazione di ciò, che viene data a livello scientifico, consiste nell'idea secondo la quale il bambino piccolo è soprattutto sensibile ai gusti dolci perché gli ricordano il latte materno.

Poi c'è una predisposizione culturale: soprattutto nelle culture europee facciamo largo uso di cibi molto zuccherati e anche molto salati. In generale, la frutta è molto più accettata dai bambini rispetto alla verdura perché è dolce. La frutta contiene fruttosio, che, nel caso di obesità, non è consigliato al cento per cento. 

E' dunque importante invitare i bambini a mangiare non solo la frutta, ma anche e soprattutto la verdura, che invece non contiene lo zucchero".

Consigli per far mangiare ai bambini le verdure

  1. "Non dobbiamo diventare i nemici dei nostri bambini, quindi non ci dobbiamo arrabbiare se rifiutano di mangiare la verdura. E non li dobbiamo neanche obbligare se hanno reazioni di disgusto. Ciò che è importante è aiutarli a familiarizzare: la frutta e la verdura devono stare in tavola e occorre proporre l'assaggio ai più piccoli. Se ci si arrabbia, si crea un'associazione forte tra emozioni negative e verdure. 
  2. Un'altra cosa che possiamo fare è coinvolgere i bambini nel cucinare le verdure. In tal modo creiamo una routine positiva nell'ambito della quale è possibile proporre l'assaggio al piccolo. 
  3. Poi, è utile coinvolgere il bambino nella spesa. Potrebbe essere importante andare al supermercato e scegliere la verdura insieme, commentarne i colori e la consistenza. La chiave di lettura deve essere sempre "familiarizzare con la verdura".
  4. Proporre ai bambini attività da fare con i genitori che riguardano la verdura. E' possibile trovarne anche alcune sul sito di "See and Eat".

Ascolta anche il podcast su come fare amare le verdure ai bambini

TI POTREBBE INTERESSARE

ultimi articoli