Home Bambino Alimentazione

Una piccola guida per insegnare ai bambini a bere da soli

di Viola Stellati - 03.07.2024 - Scrivici

come-insegnare-ai-bambini-a-bere-da-soli
Fonte: Shutterstock
Una piccola e semplice guida per insegnare ai bambini a bere da soli, un gesto normalissimo ma che per loro è una conquista

In questo articolo

Come insegnare ai bambini a bere da soli?

Ogni giorno, per qualsiasi bambino, è una conquista in quanto imparano a fare tantissime cose diverse. Molte riescono ad apprenderle in autonomia, per altre c'è invece bisogno dell'aiuto dei genitori. Per questo motivo, abbiamo pensato di scrivere una piccola guida su come insegnare ai bambini a bere da soli, in quanto prima o poi dovranno abbandonare il loro amato biberon (sempre se lo usano!).

I segnali che è momento di insegnare ai bambini a bere da soli

Sul sito dell'Ospedale Pediatrico Bambino Gesù si può leggere che lo svezzamento è quel periodo della vita di un bambino in cui si inizia ad abbandonare pian piano il latte materno per conoscere il "cibo dei grandi". Ogni piccola creatura ha i suoi tempi, ma sicuramente è molto difficile avventurarsi in questa nuova conquista prima dei 6 mesi: è a quest'età che i bambini sono in grado di deglutire i solidi, aprire la bocca, afferrare gli oggetti con le mani per portarli alla bocca e stare seduti sul seggiolone.

E per quanto riguarda le cose da bere? La verità è che per capire come e quando insegnare ai bambini a bere da soli bisogna prestare attenzione ad alcuni piccoli segnali:

  • riescono a stare seduti con la schiena dritta da soli;
  • hanno un buon controllo del collo e della testa;
  • aprono la bocca da soli di fronte al cibo e/o dell'acqua;
  • manifestano interesse verso gli alimenti e le bevande quando siete a tavola;
  • si è attenuato il riflesso di spinta della lingua;
  • portano alla bocca oggetti di grandi dimensioni.

Ci troviamo, quindi, intorno ai 6 mesi di età ma, come abbiamo specificato proprio sopra, ogni bambino ha i suoi tempi. Ciò vuol dire che tutti questi segnali potrebbero presentarsi anche più in là.

Cosa devono fare i genitori

Il modo migliore per insegnare ai bambini a bere da soli è quello di fornirgli alcuni esempi.

L'osservazioni degli adulti, infatti, per i più piccoli è un processo fondamentale di apprendimento. Per questo motivo, diventa molto importante farlo davanti a loro, per poi porgergli delicatamente il bicchiere e aspettare che lo afferrino e che lo portino alla bocca in autonomia.

Ci vogliono pazienza e calma, perché sopratutto le prime volte potrebbero bagnarsi, ma anche questo è fondamentale al fine di imparare a bere correttamente da soli. 

Un aiuto vero che potreste dargli, tuttavia, è quello di fornirgli dei bicchieri e delle tazze che possiedano l'impugnatura ideale per le loro piccole manine, e magari dotati di un beccuccio che possa facilitare la suzione.

Altro piccolo consiglio: assicuratevi che il bicchiere e/o la tazza scelti siano di plastica.

A cosa prestare attenzione

Insegnare ai bambini a bere da soli non è un compito difficile, ma quando si tratta di creature così piccole è assolutamente fondamentale prestare attenzione ad alcuni particolari.

La prima cosa di cui occorre assicurarsi, infatti, è che il piccolo inghiottisca subito il liquido, in modo da evitare un eccessivo accumulo all'interno delle gote. Non si esclude, inoltre, che inizialmente saranno i genitori a dovergli sostenere il bicchiere, anche se il bambino potrebbe provare a ribellarsi.

Se insiste animatamente è importante lasciarlo provare, ma controllando che non alzi troppo il capo mentre tenta di bere: l'acqua potrebbe finirgli nel naso e, come è possibile intuire, non è di certo una faccenda piacevole.

Fonti

I migliori articoli sull'acqua e i bambini

TI POTREBBE INTERESSARE

ultimi articoli