Home Bambino Alimentazione

Come far mangiare sano i bambini

di Penelope Greco - 25.02.2021 - Scrivici

mangiare.180x120
Non di solo pizza vive l'uomo! Come far mangiare sano i bambini? Ci pensa Michelle Obama, ma anche noi. Ecco qualche consiglio

Le buone abitudini si imparano fin da bambini, anche l'alimentazione che si seguirà a tavola. È importante quindi che i genitori diano sempre il buon esempio fin dai primi mesi di vita dei più piccoli con frutta e verdura per un'alimentazione corretta. Ecco in questo ci viene in aiuto anche la ex First Lady Michelle Obama. Lei, che è sempre stata una paladina del buon cibo, che ha cercato di eliminare i "cibi spazzatura" dalle mense scolastiche americane, lei che ha creato anche un orto alla Casa Bianca, approda su Netflix con Waffles + Mochi. "Permettetemi di presentarvi due nuovi amici: si chiamano Waffle e Mochi", scrive Obama su Instagram sotto una foto di lei con due pupazzi di pezza. "Il 16 marzo lanceremo un nuovo programma per bambini su Netflix chiamato Waffles + Mochi. Si tratta di buon cibo: scoprirlo, cucinarlo e, naturalmente, mangiarlo. Questi due ci porteranno in avventure in tutto il mondo per esplorare nuovi ingredienti e provare nuove ricette. I bambini lo adoreranno, ma so che anche gli adulti si faranno molte risate e avranno alcuni suggerimenti per la cucina".

Consigli per far mangiare sano i bambini

Da first lady, Michelle Obama si è impegnata nel suo programma per la salute dei più giovani creando il famoso White House Vegetable Garden per promuovere un'alimentazione sana. Nel nuovo programma in onda su Netflix i due omonimi pupazzi diventeranno chef con l'aiuto di un carrello della spesa volante e, naturalmente, di Michelle Obama che interpreterà la proprietaria di un supermercato. Nello show appariranno anche famosi chef e celebrità e verranno dati consigli su come scegliere gli ingredienti e come cucinarli.

Ma anche noi possiamo aiutare i nostri bambini a mangiare in modo sano, cercando di dare il più possibile il buon esempio, facendo della frutta e della verdura parte importante dei pasti della giornata. 

Portateli a fare la spesa

Prima di andare a fare la spesa potreste scrivere insieme la lista (può essere anche un buon esercizio di scrittura). La maggior parte dei supermercati iniziano proprio da frutta e verdura fresca. Questo è un esempio perfetto da far vedere ai bambini. Fate in modo che i bambini possano scegliere assieme a voi i frutti e gli ortaggi che li attirano di più per forma, colore e profumo

Rendete i pasti speciali

Prendete del tempo per sedervi a tavola insieme. Deve essere un momento bello e divertente, dove chiacchierare e raccontare della vostra giornata. Create piatti fantasiosi, magari con forme strane che potete fare con le verdure (due pomodori possono essere gli occhi, una carota il naso e del riso può essere la bocca)

Apparecchiate insieme

Fatevi aiutare per apparecchiare la tavola. Ognuno può avere il suo compito a seconda dell'età.  I più piccoli possono mettere i tovaglioli, mentre i più grandi le posate e i bicchieri.

Insegnate ai bambini a cucinare

A seconda della loro età potranno iniziare a darvi una mano a preparare i pasti in modo diverso. Dai piatti più semplici, come mescolare l'insalata a pesare la pasta a tagliare la verdura.

Fate merenda insieme

Per merenda prediligete frutta fresca, yogurt, pane e marmellata. Alcuni bambini non amano i dolci e preferiscono il salato. Potreste pensare, ad esempio, a dei grissini con i semi di girasole, al pane alle olive, a focacce e pizzette preparate in casa

Mettete poco nel piatto

Non date troppo cibo nel piatto. L'abituarsi a consumare porzioni ridotte è un'ottima difesa (da complementare con un'attitudine di vita sana e positiva) contro l'obesità, sempre più diffusa anche fra i bambini.

Siate flessibili

Potete decidere un giorno speciale in cui possono chiedere il loro piatto preferito oppure una colazione speciale nel weekend. Crescendo i bambini saranno sempre più a contatto con merendine e cibi pronti. Fate in modo che almento a casa l'alimentazione sia attenta.

TI POTREBBE INTERESSARE

ultimi articoli