Home Bambino

Bambini e studio: qual è la postura corretta?

di Niccolò De Rosa - 17.02.2022 - Scrivici

bambini-e-studio-qual-e-la-postura-corretta-
Fonte: Shutterstock
Studiare mantenendo una postura corretta è importante per evitare mal di schiena e l'insorgere di problemi alla colonna vertebrale

Studiare è importante, ma anche impararlo a farlo nel modo giusto non è uno scherzo. E no, non si sta parlando di metodi per apprendere più in fretta o rendere più efficace il processo di memorizzazione delle informazioni, ma di postura corretta durante lo studio, così da prevenire mal di schiena in tenere etò e l'insorgere di problemi alla colonna vertebrale.

Qual è la postura corretta per studiare?

Il modo in cui camminiamo e stiamo seduti influenza il nostro benessere fisico, soprattutto da piccoli, quando cattive abitudini posturali possono danneggiare il corretto sviluppo della colonna vertebrale e provocare situazioni (scoliosi, cifosi ecc...) che poi dovranno essere corrette con trattamenti poco piacevoli.

Trattandosi un'azione statica che richiede l'assunzione di una certa posizione per un tempo prolungato (qui qualche mamma alzerà gli occhi al cielo!), lo studio rientra sicuramente tra quelle pratiche da eseguire seguendo una postura corretta. Ma qual'è esattamente questa giusta postura?

Come studiare per proteggere la schiena

Quando si sta leggendo o si stanno facendo i compiti, la chiave per una postura corretta è il posizionamento della schiena e la distanza tra il bambino e la scrivania. Il tavolo "di lavoro" infatti deve trovarsi ad un'altezza corretta (più o meno sotto al petto) con il foglio o il libro distanti dagli occhi più o meno di 50 cm, mentre la schiena, appoggiata su uno schienale sufficientemente rigidio, deve restare dritta e mantenere un'angolazione di 90° rispetto alle gambe, anch'esse piegate formando un angolo a 90° e non incrociate.

Per non sforzare il collo infine, sarebbe utile tenere il testo di lettura rialzato rispetto al tavolo. Anche l'illuminazione della stanza può giocare un ruolo importante: poca luce porterà il bambino non solo ad affaticare gli occhi, ma anche avvicinarsi (e quindi piegarsi) troppo al libro o al foglio.

Postura corretta quando il bambino studia

Concettualmente tutto abbastanza intuitivo, anche se non è facile rispettare sempre la regola, soprattutto quando si è stanchi o non particolarmente presi dagli argomenti studiati.

Fonte: Shutterstock

Salvaguardare la schiena dei bambini: i consigli

I piccoli, soprattutto nei tempi recenti, sono sottoposti a sforzi e movimenti che se compiuti ripetutamente nel modo sbagliato potrebbero rivelarsi poco salutari. Ecco dunque qualche consiglio per salvaguardare la schiena dei bambini.

  • Permettere ai ragazzi di studiare su tavoli ampi, che permettano di appoggiare gli avambracci. Un poggiapiedi regolabile sarebbe il Top.
  • Far sì che pratichino spesso qualche attività sportiva.
  • Far indossare loro zaini non troppo pesanti.
  • Osservare attentamente il modo in cui i piccoli si siedono e/o camminano. Può essere rilevatore di qualche abitudine scorretta.

Fonti: Linee Guida Ministero della Salute; Leverage.edu

TAG:

TI POTREBBE INTERESSARE

ultimi articoli