Nostrofiglio

Problemi alimentari

Bambini schizzinosi a tavola: la causa potrebbe essere l'ansia materna

schizzinoso

02 Marzo 2016
Non sapete più cosa cucinare perché vostro figlio è diventato schizzinoso a tavola e non assaggia quasi più niente. Secondo uno studio dell'università di Rotterdam (Olanda) questo comportamento sarebbe la conseguenza delle ansie materne. Dalla ricerca condotta su 4746 coppie mamma-bambino e 4144 papà è emerso che se la madre soffriva di ansia o depressione già prima della nascita del figlio, aumenta il rischio di quest'ultimo di avere un rapporto problematico col cibo.

Facebook Twitter Google Plus More

Non assaggia niente di nuovo, evita accuratamente le verdure e si nutre quasi solo di pasta, meglio se in bianco... Sono circa tre bambini su dieci ad avere un comportamento alimentare molto selettivo.

 

Qual è la causa?

Secondo un nuovo studio, pubblicato sulla rivista "Archives of Disease in Childhood", potrebbe trattarsi di una conseguenza delle ansie genitoriali che si manifestano

già prima della nascita del figlio.  Se i genitori sono ansiosi e depressi già dalla nascita del pargolo e, in particolare, se la mamma è preda di ansia o depressione durante la gravidanza, il nascituro sarà un bambino capriccioso sul fronte alimentare.

 

Lo studio è stato diretto da Lisanne de Barse dell'universita' Erasmus di Rotterdam (Olanda) e indica che vi è un legame tra ansia materna anche lieve già prima della nascita del bebè e comportamenti alimentari di quest'ultimo quando compirà quattro anni.

Leggi anche: Bambini selettivi con il cibo: più sensibili, ma anche più fragili

 

Lo studio olandese

La ricerca ha coinvolto 4746 coppie mamma-bambino e 4144 papa', i cui bambini sono nati tra il 2002 e il 2006.
Questionari ad hoc per verificare se soffrissero o meno di ansia e depressione e a che livello sono stati somministrati ai genitori a partire dal periodo della gravidanza.

I questionari sono stati ripetuti dopo la nascita del bebè e, infine, quando il bambino ha compiuto quattro anni la mamma ha risposto a un'intervista sulle abitudini alimentari del piccolo.

 


E' emerso che se la madre soffriva di ansia già prima della nascita del figlio, aumenta il rischio di quest'ultimo di avere un rapporto problematico col cibo e in particolare di rifiutare  categoricamente certi tipi di cibo, in altre parole di essere schizzinoso.


 Più elevati i livelli di ansia materna (o anche di depressione) già prima del parto, più elevati i livelli di avversione per il cibo dei rispettivi figli.

 

Anche il papà ansioso nei primi tre anni di vita del bambino sembra fare da apripista ai capricci del figlio a tavola.

Leggi anche: "Mio figlio non mangia" (o mangia pochissimo). I possibili motivi psicologici