Nostrofiglio

Cibo sano

Nuova proposta di legge: solo cibo sano nei distributori automatici delle scuole

Di Niccolò De Rosa
ciboindustriale

21 Luglio 2016
In Parlamento ecco la proposta di legge per portare nelle scuole esclusivamente alimenti privi di grassi idrogenati, nitrati o additivi di dolcificante.

Facebook Twitter Google Plus More

Martedì 19 luglio è stata presentata alla Camera la proposta di legge per introdurre macchinette automatiche nelle scuole contenenti merendine e bibite sane che concorrano ad un giusto apporto nutrizionale. Una soluzione simile è già stata adottata in Cile per combattere l'enorme problema obesità che affligge quasi metà della popolazione. (Leggi anche: merende fatte in casa per bambini)

 

I promotori della proposta, i deputati del Pd, Umberto D'Ottavi e Massimo Fiorio e Luigi Dallai puntano così ad una maggior consapevolezza alimentare, promuovendo stili di vita corretti e stimolando il consumo di quei cibi freschi che troppo spesso vengono sostituiti dai più golosi (e veloci) junk-food.

 

ADDIO A GRASSI E ADDITIVI

Se dovesse passare una tal disposizione, le macchinete in tutte le scuole del paese si svuoterebbero di tutti gli alimenti contenenti un elevato apporto di acidi grassi saturi, di grassi trans e di nitrati usati come additivi di dolcificanti.

 

«I disturbi alimentari - afferma Luigi Dallai nel comunicato stampa  - sono ormai un’emergenza sanitaria anche tra i bambini ed i giovani adulti italiani. I dati dell’Associazione internazionale per lo studio dell’obesità ci dicono che in Italia il 36% dei ragazzi e il 34% delle ragazze sono in sovrappeso o obesi, rispetto al 23% dei ragazzi e il 21% delle ragazze della media OCSE. Un bambino in sovrappeso è destinato a diventare un adulto più soggetto a patologie metaboliche, ipertensione, diabete, alterazione dei grassi nel sangue. E’ necessario intervenire, fin da piccoli e a partire dalle scuole, sull’educazione alimentare, sulla promozione dell’attività fisica e sulla limitazione di cibi ricchi di grassi, sali e zuccheri»

 

 

L'elenco completo delle sostanze accettate e il loro dosaggio, saranno poi decise da un tavolo interdisciplinare cui siederanno i Ministeri di Salute, Istruzione Politiche agricole e Sviluppo Economico e Regioni, dove la linea guida sarà tenuta dal Codice Europeo 2014 in materia di salute alimentare

 

Parallelamente, sono previste anche iniziative per educare e sensibilizzare i più giovani riguardo i benefici di una vita sana.

 

FONTE: Ansa.it, Luigidallai.it