Alimentazione

Troppo zucchero nella dieta dei bambini: le 10 cose da sapere

bambina-caramella
20 Marzo 2014
Il 90% dei bambini dai 6 mesi ai 3 anni assume troppo zucchero. Un’ “epidemia” dolce che sta dilagando fra i bambini italiani e che rischia di creare una generazione con problemi di obesità, diabete e carie. Le 10 cose da sapere sullo zucchero e i più piccoli.
Facebook Twitter More

Già dal primo anno di vita il 90% dei bambini italiani assume troppo zucchero. Questo il risultato emerso dallo studio Nutrintake, condotto dal Prof. Gianvincenzo Zuccotti (Direttore Clinica Pediatrica L. Sacco di Milano, Università degli Studi di Milano) e realizzato su un campione di oltre 400 bambini italiani dai 6 ai 36 mesi.

Un'abitudine alimentare sbagliata nella dieta dei bambini può influenzare negativamente la loro salute da grandi: un eccessivo consumo di zuccheri può portare a problemi futuri come l'obesità, il diabete e la carie dentaria.

Il succo di frutta, la bibita gassata, la caremellina, la merendina, il cioccolatino come premio: come comportarsi quindi nel modo giusto quando si parla di alimentazione e bambini? Ecco le 10 cose da sapere sullo zucchero nell'alimentazione dei più piccoli.

 

1 - Esistono tanti alimenti naturalmente dolci

Gli zuccheri sono fondamentali e già presenti naturalmente in tanti alimenti. "La nostra dieta ha già a disposizione tanti alimenti naturalmente dolci che aiutano ad assecondare il gusto dei nostri bambini senza forzature e predispongono ad abitudini salutari" spiega il Prof. Claudio Maffeis, Professore Associato di Pediatria all’Università di Verona.

 

2 - Troppo zucchero nei bambini può essere un rischio per la loro salute futura

"Spesso tendiamo ad addolcire eccessivamente gli alimenti e a preferire cibi ricchi di zuccheri; questi errori, se diventano abitudini nella dieta dei bambini, possono influenzare negativamente la loro salute futura. Infatti se il bambino dovesse acquisire una preferenza spiccata per gli alimenti più dolci potrebbe nel tempo avere un maggior rischio di obesità, carie dentaria. e patologie cardiovascolari" sostiene il pediatra Gianvincenzo Zuccotti.

 

3 - Ci sono zuccheri semplici e zuccheri complessi. E hanno scopi diversi

Gli zuccheri sono di due tipi: semplici, come il classico cucchiaio di saccarosio, e complessi, come l'amido nella pasta, nelle patate e nel riso. Entrambi fanno parte della categoria "carboidrati". Gli zuccheri semplici rilasciano energia immediata mentre quelli complessi danno energia con gradualità.

 

4 - Le mamme aggiungono troppi zuccheri semplici agli alimenti

"E' soprattutto con gli zuccheri semplici, aggiunti agli alimenti, che tendiamo ad eccedere per i nostri bambini. Se pensiamo che in natura non esistono carboidrati a rilascio immediato, ci rendiamo conto di quanto possa essere opportuno limitare l’aggiunta di zucchero; anche la frutta, naturalmente dolce, fornisce in realtà un complesso di zuccheri “buoni” che portano con sé altre importanti sostanze quali fibre, vitamine, minerali ecc…..con un valore nutritivo ben superiore a quello fornito dal solo fruttosio in essa contenuto” spiega il Prof. Claudio Maffeis.

 

5 - Lo zucchero non deve essere "il" premio

E' diseducativo dare un dolce come premio. Nelle famiglie italiane siamo abituati per tradizione a una dolce ricompensa come premio per un comportamento corretto. Sempre secondo il professor Claudio Maffeis, questa azione all'apparenza innocua in realtà è diseducativa.

 

6 - Dopo l'anno, non bisogna adattare l'alimentazione del bambino a quella famiglia, ma viceversa

Quando il bambino compie l'anno d'eta si ha sempre più l'abitudine di proporgli il proprio cibo quotidiano, considerandolo ormai un "piccolo adulto". In realtà è giusto impostare, con l'arrivo del bambino, delle sane abitudini alimentari e mangiare tutti meglio. Un po' meno salato, un po' meno zuccherato, un po' più... sano!

 

7 - Zucchero e carie...

I genitori tendono spesso ad aggiungere zucchero agli alimenti con lo scopo di renderli più graditi al palato dei bambini. C'è chi zucchera la frutta o chi intinge il ciuccio nello zucchero o nel miele per farlo accettare al bimbo. Questo può avere conseguenze sul processo di dentizione dei bambini, sull'insorgenza di carie e sullo sviluppo del gusto. (leggi anche: denti cariati e bambini)

 

8 - Leggere bene le etichette degli alimenti!

A seconda della fase di vita del bambino, meglio scegliere prodotti specifici, facendo ben attenzione all'etichetta e alla quantità di zuccheri presenti. Per esempio, per gli omogeneizzati, meglio scegliere quelli i cui zuccheri provengono solo dalla frutta.

 

9 - Niente zucchero prima dell'anno d'età

Lo zucchero e il miele (ma anche il sale) vanno banditi prima dell'anno del bambino. Nei primi due anni vanno limitati fortemente. I danni sulla salute non si vedono subito, ma dopo 20-30 anni. Lo sostiene Prof. Gianvincenzo Zuccotti, nel video "Alimentazione bambino: da quando sale, zucchero e miele"

 

10 - Mangiare sano fa bene

Non sottovalutiamo l'impatto che una sana e buona alimentazione può avere sul futuro dei nostri bambini. Una corretta educazione al gusto caratterizzerà anche le sue abitudini da adulto. Dieta sana = vita più sana.

Leggi anche:

 

 

Guarda anche il video: L'alimentazione del bambino dopo lo svezzamento