Allergie

Piccolo vademecum anti-truffa sulle allergie alimentari

Di Lorenza Laudi
13 ottobre 2015
La Società Italiana di Allergologia Asma e Immunologia Clinica (SIAAIC) ha realizzato un vademecum  sulle allergie alimentari con due scopi: per dichiarare battaglia al business dei test ''inutili'' che costano agli italiani 300 milioni l'anno e per fare in modo che il cibo non diventi un nemico della nostra salute. 
allergiealimentari.1500x1000

QUANDO SOSPETTARE UN'ALLERGIA ALIMENTARE?

Quando sospettare che si è allergici o il proprio bimbo lo è? Secondo gli esperti della Società Italiana di Allergologia Asma e Immunologia Clinica (SIAAIC) quando tutte le volte che si ingerisce un determinato alimento compare la sintomatologia caratteristica. Bisogna infatti sapere che non si nasce allergici per cui inizialmente l'alimento è tollerato. Dal momento della prima reazione sarà inevitabile il rapporto consequenziale alimento/sintomo. Per scoprire i sintomi, leggi anche: allergie alimentari: le risposte dell'esperto alle domande delle mamme

1sospettoallergiaarachidi.1500x1000

CHE COSA FARE SE SI SOSPETTA UN'ALLERGIA ALIMENTARE?

Un modo pratico per capire se si ha un'allergia alimentare è quello di tenere un diario alimentare e annotare quotidianamente gli alimenti ingeriti (gli esperti raccomandano di scriverli proprio TUTTI). A lato, appuntarsi anche i sintomi che compaiono.

3dottore.1500x1000

SI SOSPETTA DUNQUE UN'ALLERGIA ALIMENTARE: A CHI RIVOLGERSI?

L'Allergologo, è lo Specialista competente. Fate attenzione agli abusivi.

2diarioalimentare.1500x1000

CHE COSA DEVE FARE UN ALLERGOLOGO?

Un Allergologo deve fare una diagnosi etiologica, cioè individuare gli alimenti responsabili delle reazioni, attraverso test affidabili, una dieta corretta, consigli di stile di vita.

4diagnosiallergia.1500x1000

IL PAZIENTE COME SI DEVE COMPORTARE?

Il paziente allergico deve adeguarsi al regime dietetico prescritto dall'Allegologo, evitare il "fai da te"e leggere le etichette. Lo stesso vale per il genitore di un bimbo allergico. Attenzione alle etichette dei cibi e alle contaminazioni.

6etichette.1500x1000

E QUANDO SI PREPARA UN ALIMENTO PER UN ALLERGICO?

Attenzione alla etichetta, alla preparazione e alle contaminazioni! Nella preparazione di cibi per clienti allergici utilizzare una "catena di preparazione dedicata".

QUANDO SOSPETTARE UN'ALLERGIA ALIMENTARE?

Quando sospettare che si è allergici o il proprio bimbo lo è? Secondo gli esperti della Società Italiana di Allergologia Asma e Immunologia Clinica (SIAAIC) quando tutte le volte che si ingerisce un determinato alimento compare la sintomatologia caratteristica. Bisogna infatti sapere che non si nasce allergici per cui inizialmente l'alimento è tollerato. Dal momento della prima reazione sarà inevitabile il rapporto consequenziale alimento/sintomo. Per scoprire i sintomi, leggi anche: allergie alimentari: le risposte dell'esperto alle domande delle mamme | Alamy.com