Imparare a camminare

Se il bambino cammina sulle punte: 27 esercizi e consigli per aiutarlo a perdere l'abitudine

Di Valentina Murelli
18 Aprile 2019
Fino a due anni è frequente che i bambini camminino sulle punte, ma alcuni continuano a farlo anche dopo. L’andatura sulle punte può dipendere da condizioni neurologiche o muscolari o essere associata a disturbi del neurosviluppo, ma in genere non è legata a cause particolari e può essere un'abitudine consolidata dall'utilizzo di girello e box. Se non corretta può portare a soffrire, da adulti, di dolore ai piedi e alla schiena. Questi esercizi proposti sul sito Dinosaur physical therapy  o dalla pediatra di famiglia Adima Lamborghini abituano i bambini a camminare con tutto il piede.
Facebook Twitter More
01_01

L'andatura sulle punte può essere legata a un'elevata o, al contrario, ridotta sensibilità sensoriale. Alcuni bambini non amano la sensazione di sentire una superficie sotto la pianta del piede, e per questo si sollevano sulle punte. Altri al contrario amano l'intensa sollecitazione che arriva sotto le punte quando si cammina così.

01

1. Fare mantenere l’equilibrio su un piano dinamico. “Può essere utile anche un cuscino di gommapiuma un po' rigida consiglia la pediatra Lamborghini.

02

2. Fare mantenere l’equilibrio per 10-15 secondi su un piano inclinato. Come il precedente, anche questo è un esercizio di stretching per la muscolatura coinvolta.

03

3. Camminare in avanti a quattro zampe, senza toccare terra con le ginocchia (camminata “a orso”).

04

4. Partendo dalla posizione del ponte, camminare all’indietro a quattro zampe, senza toccare terra con il sedere (camminata “a granchio”).

05

5. Camminare "a pinguino", appoggiando solo i talloni.

06

6. Afferrare con le dita dei piedi piccoli oggetti come biglie, fazzoletti, pezzi di carta.

07

7. Sollevare con l’avampiede un sacchetto pieno di fagioli o riso.

08

8. Camminare portando sull'avampiedeun sacchetto pieno di fagioli o riso.

09

9. Creare un percorso con dei cerchi colorati inseriti tra i “gradini” di una scala tracciata sul pavimento. Il bambino deve camminare alternativamente dentro o fuori il cerchio: la prima volta deve centrare il cerchio con i piedi, la successiva evitare di pestarlo e così via.

10

10. Creare un percorso con ostacoli da superare camminando o, per i più grandi, saltando a piedi uniti.

11

11. Mantenere l’equilibrio su un piano instabile (per i più grandi).

12

12. Eseguire salti da seduto con una palla per saltare (o palla da fisioterapia, o peanut ball).

13

13. Sollevare il sedere da terra con i piedi appoggiati su un piano curvo. “Va bene anche una bottiglia di plastica piena di sabbia”.

14

14. Fare dei piegamenti sulle ginocchia in piedi su un cuscino morbido.

15

15. Impilare scatole mantenendosi in equilibrio su un piano instabile. Si devono piegare le gambe senza uscire dal piano. “Per i più piccoli può essere fatto in piedi su un cuscino”.

16

16. Creare un percorso con delle orme incollate a terra (meglio se di materiali differenti, per una diversa sollecitazione sensoriale), da eseguire a piedi nudi.

17

17. Alzarsi in piedi da seduti usando un aiuto visivo per mantenere allineati i piedi.

18

18. Creare un percorso con indicazioni per mantenere allineati i piedi.

19

19. Creare degli appoggi per mantenere l’equilibrio con stimoli tattili per la pianta del piede.

20

20. Eseguire dei piegamenti (squat) con aiuti visivi per la posizione dei piedi.

22

21. Con i piedi su un piano inclinato e la schiena addossata al muro assumere una posizione da seduto.

23

22. Salire sullo scivolo "alla rovescia".

24

23. Saltare all'interno di una fila di cerchi allineati.

30

24. Giocare a campana.

26_26

25. "Indossare calzature che sostengano bene la caviglia" consiglia Lamborghini.

27

26. "Anche camminare con stivali da pioggia può essere utile".

29

27. L'ultimo consiglio della pediatra Lamborghini: "Quando possibile, far camminare a piedi nudi su superfici di consistenza e tessitura diversa come sabbia, sassi, cemento, erba, tessuti.

L'andatura sulle punte può essere legata a un'elevata o, al contrario, ridotta sensibilità sensoriale. Alcuni bambini non amano la sensazione di sentire una superficie sotto la pianta del piede, e per questo si sollevano sulle punte. Altri al contrario amano l'intensa sollecitazione che arriva sotto le punte quando si cammina così.
Facebook Twitter More