Feste bambini

Suggerimenti per organizzare una festa per bambini a tema in casa

Di Sara De Giorgi
festa-a-tema
7 maggio 2020
Siete a casa e tra pochi giorni vostro figlio compirà gli anni? Potete organizzare tra le mura domestiche un party "a tema". Può essere un modo per incuriosire i più piccoli e per far loro conoscere e amare determinate discipline, tra cui, per esempio, l'arte. Abbiamo chiesto a Sabrina di "Lop Lop", associazione culturale che lavora nell'ambito dell'educazione all'arte e al patrimonio culturale e artistico, qualche consiglio per organizzare feste per bimbi a tema in casa.

La creatività e l'apprendimento sono molto importanti per il benessere psicofisico dei bambini. In questo periodo storico difficile è fondamentale trovare un modo per stimolare la curiosità dei piccoli, anche se si trascorre tanto tempo in casa. Organizzare tra le mura domestiche un party "a tema" per bimbi può essere un modo per stimolarli e far loro conoscere e amare determinate discipline, tra cui, per esempio, l'arte.

 

Abbiamo chiesto a Sabrina di Lop Lop, associazione culturale che dal 2013 lavora nell'ambito dell'educazione all'arte e al patrimonio culturale e artistico, di darci qualche consiglio per organizzare feste in casa a tema per bimbi.

 

In questo articolo:

Indice

 

Suggerimenti per chi vuole organizzare una festa per bambini a tema in casa

 

Ecco alcuni consigi per genitori che vogliono organizzare in casa una festa a tema per stimolare l'apprendimento e la creatività dei loro bambini:

 

  1. PENSATE IL "COMPLEANNO" COME UN EVENTO NON FINALIZZATO SOLO AL DIVERTIMENTO. «È consigliabile pensare a un compleanno in famiglia come a un evento coinvolgente e anche speciale, non finalizzato solo al divertimento e all'intrattenimento, ma che possa costituire anche un'attività che lascia qualcosa di costruttivo per il bambino e che possa sviluppare in lui nuove coscienze e saperi.
  2. PERSONALIZZATE LA FESTA E CERCATE DI RENDERLA UNICA. Non limitatevi solo a organizzare qualche ora di intrattenimento in casa, ma cercate di personalizzare l'evento e di renderlo unico, anche se siete in pochi a festeggiarlo. In questo periodo di isolamento i bambini passano tanto tempo tra le mura domestiche: possono stare bene, ma ciò può essere anche limitante per loro. Dunque, è utile cercare di offrire loro nuove idee e stimoli e ciò può contribuisce ad alimentare la loro curiosità e la loro creatività, aiutandoli a superare i momenti difficili, come questo.
  3. FESTA CON TEMA ARTISTICO O CON ALTRI TEMI. Si può realizzare una festa a tema per ogni settore: basta sceglierlo e poi organizzare attività al proposito, realizzare gadget a tema e giochi sempre legati all'argomento in questione. Se, ad esempio, si sceglie di organizzare una festa a tema "geografico", per stimolare l'apprendimento della geografia, è possibile, durante la fase delle attività, far disegnare ai bambini i confini dell'Italia, dell'Europa e del Mondo». 

 

Feste a regola d'arte

 

«L'approccio della nostra associazione», spiega Sabrina, «è basato sulla proposta di una festa di compleanno diversa rispetto alle classiche animazioni. Si tratta di qualcosa di più partecipativo, che coinvolge in maniera attiva tutti gli invitati, e che si basa su un tema preciso. Noi abbiamo promosso, per esempio, le feste a regola d'arte, che si articolano in varie fasi, tra cui l'introduzione al tema (spieghiamo ai bambini chi è l'artista e qual è il contesto storico), la realizzazione di un allestimento ispirato ai quadri dell'artista in questione, ecc.

 

Poi, nell'ambito della festa a regola d'arte ci sono vari momenti di apprendimento e di gioco: la fase laboratoriale, durante la quale i partecipanti sono chiamati a realizzare il proprio prodotto artistico secondo le indicazioni che l'educatrice ha dato. Ci sono poi sempre giochi vari, tra cui cacce al tesoro strutturate in modo da approfondire aspetti dell'artista. Ci possono essere anche letture animate su determinati temi dell'artista e poi, infine, c'è l'accompagnamento alla torta, il congedo e i saluti. In generale si tratta di una festa in cui c'è un coinvolgimento totale dei partecipanti e l'apprendimento è di tipo attivo, non passivo».