Nostrofiglio

Educazione

10 giochi per allenare la gentilezza dei bambini

14 Maggio 2014 | Aggiornato il 13 Novembre 2017
Con l'aiuto di una serie di giochi di movimento, ogni genitore può 'allenare' suo figlio a riconoscere e praticare la gentilezza. Ne è convinto Luca Nardi che attraverso le sue attività ludiche propone ai bambini di oggi le basi per diventare protagonisti di una futura 'società gentile'

Facebook Twitter Google Plus More
abbracciarealbero

1 - ABBRACCIA L'ALBERO

Dove: cortile o spazio all'aperto con alberi

Cosa occorre: uno strumento a percussione (tipo tamburello)

Mentre l'adulto suona il tamburello, i bambini si muovono liberamente nello spazio a disposizione. A un certo punto, il suono si interrompe e il conduttore del gioco dice: 'Abbraccia albero!' e tutti i bimbi devono farlo. La sequenza si può ripetere più volte, in base alle reazioni dei bimbi.

Questa attività allena la velocità, insieme al rispetto e alla passione per la natura e le piante.

gara-cuscini

2 La lotta del cuore... con i cuscini!

Dove: cortile, spazio all'aperto, stanza abbastanza spaziosa e 'sicura'

Cosa occorre: un cuscino, ben imbottito e resistente, per ogni giocatore

Ecco un gioco divertente per un gruppo di bimbi che esercita la creatività motoria e insegna a dosare la propria forza e l'energia per liberarsi dalle tensioni. Anche la classica lotta, infatti, secondo Luca Nardi, può rappresentare un sano momento di crescita.

Ogni giocatore ha il suo cuscino e l'adulto deve spiegare che è vietato prendere quello degli altri. Al via, tutti i bambini possono fare la lotta con il loro guanciale... Lanciarlo in alto, per terra, saltargli sopra, spingerlo,colpirlo con i piedi, o con le mani, inventando anche nuovi movimenti.

La durata massima è intorno ai 5 minuti.

Questa attività si presta anche per un solo bimbo, a casa, dopo una lunga giornata seduto o in una situazione di 'immobilità forzata'.

gioco-con-la-palla

3 Palla presa

Dove: cortile, spazio all'aperto delimitato, parco

Cosa occorre: un pallone morbido

Ecco un gioco di squadra che allena l'attenzione e la capacità di accettare positivamente le piccole sconfitte.

Per prima cosa, occorre dividere in due lo spazio di gioco, e i bambini, divisi in due gruppi, devono disporsi nelle due aree. Al via, chi ha la palla in mano dovrà lanciarla nell'altro campo cercando di colpire e prendere un giocatore.

Se la palla colpisce al volo un giocatore questo viene 'preso', e dovrà passare dalla parte dell'altra squadra. Quando, invece, l'altro bambino riesce a prendere la palla, chi l'ha lanciata dovrà cambiare il campo di gioco. La partita finisce quando tutti i giocatori sono in un campo.

gioco-con-la-corda

4 La corda di equilibrio

Dove: cortile, spazio all'aperto delimitato, ambiente chiuso spazioso

Cosa occorre: una corda, di almeno 8 metri di lunghezza

Il gioco, adatto a un solo bimbo o a un gruppetto di amici a turno, aiuta a esercitare l'equilibrio, la coordinazione e permette di accrescere la fiducia in se stessi.

Per iniziare, è necessario sistemare la corda a terra come se fosse una linea dritta oppure con la forma di spirale, o disegnando la forma di un quadrato.

Il bambino dovrà camminare sulla corda d'equilibrio portando un piede davanti all'altro, prestando attenzione a non uscire dalla 'traccia'.

L'adulto può coinvolgere i bambini proponendo un'ambientazione immaginaria su cui passa la corda, per esempio, sopra un fiume.

il-lancio-del-tappo

5 Il lancio del tappo

teaserDove: cortile, prato, parco, ambiente chiuso spazioso

Cosa occorre: un tappo di plastica di bottiglia per ogni bambino

Adatto un numero variabile di bambini, questo gioco insegna a relazionarsi con la distanza. Tutti i partecipanti devono allinearsi in fila, vicino.

Quando l'adulto dice la parola 'lancio', devono provare a tirare il tappo davanti a loro, più lontano possibile. Prima di riprenderlo, ogni bimbo è invitato a individuare quale secondo lui è più lontano, vicino o a metà tra gli altri.

Poi, ogni giocatore si muove per riprendere il suo tappo e torna in fila e si ricomincia una nuova sessione del gioco.

funi

6 La scala

Dove: prato, cortile, parco

Cosa occorre: 15 corde, lunghezza massima 1 metro

Adatto a un gruppetto di bimbi, questo gioco aiuta a imparare andature differenti. L'adulto invita i giocatori a formare una fila indiana, restando in piedi.

Poi, sistema davanti ai bimbi le 15 corde aperte a terra a circa mezzo metro una dall'altra, come se formassero una una lunga scala orizzontale. Ogni bimbo, a turno, prova a cimentarsi con un tipo di andatura, tipo: corsa a slalom in mezzo alle corde; salti da una corda all’altra senza finire negli spazi vuoti; camminata all’indietro tra una corda e l’altra...

Ogni andatura si compie solamente una volta, all’andata; al termine della scala i bambini si fermano mettendosi di nuovo in fila indiana.

mollette

7. La padella

Dove: prato, cortile, parco, ambiente chiuso spazioso

Cosa occorre: due mollette e un piatto di carta per ogni bambino

L'adulto consegna a ogni giocatore due mollette e un piatto di carta. Poi, chiede di mettere il piatto a terra fissando le mollette e sollevandolo. A questo punto, ogni bimbo comincia a muoversi nello spazio a disposizione con il piatto. Quando l'adulto dice: 'padella a terra', ogni bimbo deve lasciare le mollette e far cadere il piatto. Subito dopo, deve riprenderlo utilizzando solo le mollette e ricominciare a muoversi.

Una possibile variante è quella di cambiare il modo di tenere il piatto chiamando diversi tipi di pentole. Prima del gioco, l'adulto può descriverle, per esempio: 'padella', quindi le mollette devono essere vicine come un manico; 'tegame', invece, vanno disposte su i lati opposti; 'teiera', il piatto sarà bloccato con due mollette una vicina all’altra ruotandolo in posizione verticale.

La sequenza può essere ripetuta più volte e aiuta ad allenare il controllo dei movimenti fini (quelli più precisi) degli arti superiori.

tovaglioli-mangia-piano

8. Mangio piano

Dove: all'aperto, in casa, ovunque

Cosa occorre: un tovagliolo per ogni bambino

Ecco un gioco semplice che aiuta i bambini a capire quanto sia importante mangiare lentamente.

Il capo-gioco chiede ai bimbi di sedersi in cerchio e dà a tutti un tovagliolo chiedendo di metterlo davanti al petto infilandolo nella maglietta come a pranzo.

Poi, l'adulto inizia a mimare (con un certo brio!) un pranzo speciale, dove è necessario masticare piano ogni alimento, per esempio, può far finta di arrotolare gli spaghetti senza farli cadere. Anche per bere, con un bicchiere invisibile, ogni bimbo dovrà fare movimenti lenti e misurati.

Alla fine, l'adulto spiega ai bimbi che quando mangiamo e beviamo lentamente la nostra pancia è felice, mentre quando lo facciamo velocemente diventa triste. Allo stesso tempo, per memorizzare meglio il messaggio, chiede ai bimbi di fare una faccia gioiosa e una più triste.

caccia-al-tesoro-prato

9. Caccia al tesoro

Dove: prato con erba leggermente alta

Cosa occorre: oggetti vari

Ecco caccia, semplice e divertente per i piccoli di questa fascia d'età, ideale per allenare l'attenzione.

Il gioco richiede ai bambini di trovare una serie di oggetti (a discrezione, quello che più sembra adatto per i giocatori) nascosti in mezzo all'erba. Al via, ogni bimbo deve individuare il numero maggiore di 'tesori'.

coriandoli-di-giornale

10. I coriandoli

Dove: cortile, giardino, spazio chiuso

Cosa occorre: fogli di carta di giornale per ogni bimbo

Pensato per allenare la creatività, questo gioco è più divertente per un gruppetto di amici.

L'idea è semplice e gioiosa: basta invitare i bimbi a strappare il proprio foglio formando tanti coriandoli di misure diverse e poi a lanciarli per aria.

1 - ABBRACCIA L'ALBERO

Dove: cortile o spazio all'aperto con alberi

Cosa occorre: uno strumento a percussione (tipo tamburello)

Mentre l'adulto suona il tamburello, i bambini si muovono liberamente nello spazio a disposizione. A un certo punto, il suono si interrompe e il conduttore del gioco dice: 'Abbraccia albero!' e tutti i bimbi devono farlo. La sequenza si può ripetere più volte, in base alle reazioni dei bimbi.

Questa attività allena la velocità, insieme al rispetto e alla passione per la natura e le piante.
Facebook Twitter Google Plus More