Sculacciate

I bambini che vengono sculacciati diventano più aggressivi

sculacciate
07 Luglio 2016
A volte un genitore pensa che per fermare un comportamento violento e sbagliato di un figlio ci voglia una bella sculacciata. In realtà è vero il contrario: sculacciare i bambini li rende ancora più aggressivi e non più obbedienti. E' quanto emerso da una nuova ricerca americana.
Facebook Twitter More

Che le sculacciate non siano un buon metodo educativo è stato evidenziato già da diversi studi.

A questi se ne aggiunge un altro secondo il quale le punizioni fisiche peggiorerebbero il comportamento dei figli rendendoli ancora più aggressivi e meno obbedienti. 

Si tratta dello studio pubblicato da Michael MacKenzie, pediatra e professore alla Rutgers University (Usa). Dalla ricerca è emerso che i bambini  sculacciati sono quelli più propensi ad avere comportamenti aggressivi.
Comportamenti che a loro volta rendono questi stessi bambini più soggetti a essere sculacciati, come in un circolo vizioso.

Non sono poche le famiglie che finiscono in questo meccanismo da cui è difficile uscire.
I genitori sculacciano i figli, i figli diventano più indisciplinati e meno gestibili e i genitori credono di dover inasprire ancora di più le punizioni e di conseguenza provocano nei figli un comportamento ancora peggiore.... e così via.

 

 

Ma come ha inizio questo circolo vizioso?

Secondo Michael Lorber, ricercatore all'università di New York, i genitori che tendono a usare una disciplina più severa con i figli sono quelli che tendono a giudicare il comportamento dei bambini in modo più negativo rispetto a quello che è in realtà. 


Questo atteggiamento inizia molto presto, quando il bambino è ancora neonato.
 E' , infatti, in questa prima fase dell'infanzia che i genitori sviluppano una loro idea di educazione. E quelli che interpretano i momenti difficili del neonato (ad esempio i pianti) come atteggiamenti aggressivi, tenderanno a sviluppare l'idea che il bambino vada disciplinato con severità, fino ad arrivare alle punizioni fisiche. E quindi ad avere bambini sempre più violenti.


Il fattore genetico dell'aggressività


Alcuni studiosi hanno sollevato il dubbio se nella corrispondenza genitori che sculacciano e figli aggressivi non ci sia  un fattore genetico. 

 Leslie Leve, professore di psicologia  presso l' University of Oregon College of Education, spiega che sì, l'aggressività può essere una componente genetica presente sia nei genitori che nei figli, "ma anche se c'è un comportamento genetico, questo non vuol dire che non possa essere modificato" spiega Leve, che per giungere a questa conclusione ha fatto diversi studi sui bambini adottati (quindi con geni diversi dagli adulti che li crescono).

"Se c'è una componente di aggressività genetica, l'ambiente educativo famigliare la può modificare. Una cosa genetica non significa che sia immutabile".

 

Leggi anche: L'educazione dei bambini con l'intelligenza emotiva

 

I genitori che ricorrono alle sculacciate non sono contenti di farlo

Inoltre i genitori che usano sculacciare abitualmente i propri figli non si sentono soddisfatti. 

 

Secondo l'organizzazione americana no profit "Zero to Three" il 30% di loro si è dichiarato d'accordo con la frase "Io sculaccio anche se non mi sento ok quando lo faccio"; e  il 69 % ha detto che "se conoscessero strategie più positive le userebbero".

 "Dobbiamo spiegare alle famiglie che esistono modelli educativi alternativi.

 

Le scelte disciplinari dei genitori riflettono lo stress degli adulti, la circostanze famigliari, e un cocktail complesso di emozioni, storie personali e vita quotidiana. 
Ma quello che i genitori fanno incide sui loro figli, sul loro sviluppo cerebrale e sul loro comportamento, e il modo in cui i bambini si comportano incide sui loro genitori.

E il ciclo sculacciata e comportamento aggressivo è un cane che si morde la coda e fa stare male sia genitori che figli" conclude MacKenzie.