Adriana risponde

A scuola un anno prima, come capire se la bimba è pronta

adriana-cantisani-400x300
03 Marzo 2011
Una bambina di tre anni è stata inserita alla scuola dell'infanzia con un anno di anticipo. Le maestre ora consigliano di farle ripetere l'anno per farle iniziare la primaria a sei anni e mezzo. Una mamma confusa chiede consiglio a Adriana, la nota tata del programma tv Sos tata.
Facebook Twitter More

Cara Adriana,

ho una bambina di quasi tre anni (li compie a metà marzo) inserita nella scuola dell'infanzia con un anno di anticipo. La decisione era stata presa insieme alla sua maestra di asilo nido (di esperienza ventennale) che la riteneva capace di superare le difficoltà che avrebbe incontrato i primi mesi (a suo dire la piccola si sarebbe allineata alla classe con il nuovo anno), anche considerando che al nido era tra le più attive.

Ho appena avuto un colloquio con le maestre che mi hanno suggerito di far ripetere l'anno alla mia bimba per farle iniziare la primaria a sei anni e mezzo, per varie ragioni: evitare di sovraccaricarla e stressarla inutilmente, livellare la classe, non minare la sua autostima perché secondo loro si rende conto di fare più fatica degli altri bimbi.

La decisione non mi sembra affatto facile: penso agli amici che perderebbe (con almento un paio ha un legame molto stretto) e penso che stare con bimbi più "preparati" la possa stimolare, che "faticare" per raggiungere un risultato possa essere uno stimolo per cercare in sé nuovi strumenti, che i bambini piccoli sono spugne.

Però non vorrei mai che lei si senta indadeguata e ripetere il prossimo anno le permetterebbe di avere un anno in più di gioco e spensieratezza, oltre al fatto che se restasse sarebbe tra le migliori della classe mentre ora è tra le più lente ... insomma, siamo confusi e vorremmo capire qualcosa in più.

La cosa più importante per noi è il suo benessere, nient'altro. Oggi lei ci sembra abbastanza pronta per andare avanti, tenendo anche presente che due mesi fa è nato un fratellino, ma non vorremmo mai sottoporla a uno stress inutile. Grazie tante per l'attenzione.

Cara Mamma,

visto che tornare indietro non si può..potessi recuperare un anno di giochi e spensieratezza, lo farei! Scherzi a parte… purtroppo una risposta giusta per tutti non esiste.

La cosa importante da tenere a mente è sempre che può essere estremamente dannoso per l'autostima della bambina sottoporla a delle attività (scolastiche si intende, sia alla materna che poi alle elementari) per la quale non è ancora pronta sia nella sfera cognitiva che fisica, sociale ed emotiva.

Come già avevo scritto in una precedente occasione, negli Stati Uniti hanno eseguito degli studi a riguardo. Al momento negli Usa i bambini vanno a scuola un anno prima rispetto ai bambini italiani, ma alcuni stanno sperimentando l'entrata posticipata (diversamente dall’Italia).

Questi studi sono durati circa dieci anni e sono giunti alla conclusione che i bimbi che iniziano la scuola prima, durante le elementari di norma non sono pronti per affrontare l'impegno didattico e spesso hanno bisogno di un insegnante di sostegno. Risentono quindi di scarsa attenzione, fanno fatica a stare alle regole e a stare seduti a lungo.

Alle medie invece la situazione si ribalta. Nonostante i problemi avuti nelle elementari, hanno meno problemi. I bambini che iniziano la scuola più tardi, hanno i problemi invertiti: meno problemi durante le elementari, ma più problemi alle medie. Come vedi la risposta assoluta alla tua domanda non c'è ancora.

La mia esperienza è stata di inizio anticipato, a cinque anni, e di GRAN FATICA! Ho avuto disturbi di apprendimento, dalla scarsa comprensione e attenzione alla discalculia. Una volta non c’erano insegnanti di sostegno per problemi come questi, non ancora ben riconosciuti.

C'è tempo comunque per crescere, per i compiti, per le responsabilità. Il tempo per giocare è più difficile da recuperare.

Cercate di consultarvi e di prendere una decisione con serenità: non si tratta di una gara a chi arriva prima, ma bisogna anche capire cosa vi aspettate voi dalla bambina, per non far sentire ombre di mancata aspettativa…mi raccomando!!

Un abbraccio,

adri

Leggi anche: I 100 consigli della tata ai genitori

TI POTREBBE INTERESSARE
  1. I 100 consigli della tata ai genitori