Adriana risponde

Arriva il fratellino (o la sorellina), vado in ospedale e torno

adriana-cantisani
12 Marzo 2010
Oggi tata Adriana consiglia una mamma in procinto di andare in ospedale per partorire la secondogenita.
Facebook Twitter Google Plus More

Cara Adriana,

ho una bambina di 3 anni e presto farò il cesareo e arriverà Elisabetta... Nicole e molto legata a me la sera x addormentarsi ha bisogno di me, la notte x fare la pipi vuole solo mamma...mi preoccupano quei giorni che sarò in ospedale..

La bambina sarà con il papà e la nonna, ma la notte penso che sarà tutto complicato...come posso preparare la bambina al fatto che la mamma non ci sarà x alcuni giorni? la stiamo preparando, le diciamo che la mamma andrà a prendere la sorellina e lei deve stare con la nonna e il papà ma non mi sembra molto convinta ti prego dammi qualche buon consiglio. Angela

Cara Mamma,

la cosa migliore è sempre spiegare alla bambina la verità: se dici che vai a prendere la sorellina, rischi che nella testa di tua figlia si aspetti che dopo un oretta al massimo tu sia di ritorno! Allora perché stai via 2 o 3 giorni?

Chi è Adriana Cantisani

Meglio dirle la verità: la sorellina deve uscire dalla tua pancia e certo, se mai ti chiedesse da dove, diglielo. Rispondi sempre con la verità e stai tranquilla che non chiederà cose che non è in grado di conoscere. Non importa essere troppo scientifiche: basta spiegarle che esce da un buchino, che pian pianino deve diventare più grande, finché non riesce a passare la bimba. Puoi farle vedere una bambola, per darle l’idea della grandezza di un neonato. Spiegale che ci vuole qualche giorno perché tutto questo avvenga e che a volte ci vuole l'aiuto del dottore. La verità può dispiacere sul momento, ma la delusione è sicuramente peggio.

Per quanto riguarda il papà: è proprio ora di coinvolgerlo di più. Quello che puoi fare è cercare di creare degli spazi dedicati proprio a loro due, dove possono stare insieme e condividere degli interessi insieme e “imparare a “cavarsela” anche da soli: è necessario dimostrare che ti fidi anche del papà e delle sue scelte educative (eventualmente ne parlerai poi con lui in separata sede).

E’ importante che si crei un rapporto di complicità con la bambina…e anche tu avrai un po’ di tempo per te, soprattutto ora che avrai un'altra piccola da accudire.

Ricorda di continuare a dedicare del tempo individuale alla sorella “grande”, anche dopo la nascita della sorellina. Coinvolgila anche nella cura quotidiana della sorellina, senza responsabilizzarla troppo: ricordati che ha solo tre anni e che la novità passa ben presto!

Un piccolo consiglio per quando viene la bambina a trovarti per la prima volta in ospedale: meglio se il primo contatto con la sorellina avvenga con la neonata nella culla e non in braccio a te. E’ un valido aiuto per la transizione: ti vede come ti ha lasciato, senza "l'appendice", che è il neonato.

Dopo di che abbracciala e solo dopo, insieme, guardate nella culla, tirate su la piccola e così via. Non spaventarti se anche la primogenita sarà incuriosita dal latte del seno. Lasciala pure assaggiare (ricordati solo di pulire bene il seno dopo)!

Goditi questi momenti!

Un abbraccio,

Adri

Leggi anche: I 100 consigli della tata ai genitori

TI POTREBBE INTERESSARE
  1. I 100 consigli della tata ai genitori