Adriana risponde

"Fratellini gelosi, quando litigano lasciali fare"

adriana-cantisani
11 Febbraio 2010
Oggi tata Adriana risponde a una mamma che non sa come gestire i fratellini in eterna competizione.
Facebook Twitter More

Il problema: gelosia tra fratelli

Cara Adriana,

complimenti, complimenti, complimenti a tutto lo staff di SOS tata per l'ottima trasmissione!!! Sono mamma di un bambino di 6 anni e una bimba di 5 anni, molto socievoli, amati in famiglia, c'è una buona dose di armonia, regole, equilibrio, ma sono gelosi fra loro, in competizione su tutto, dispetti ecc, quasi che il mio troppo amore per loro se lo contendano.

Che fare per smaltire questa competizione, gelosia? grazie mariposa1973

Adriana risponde

Cara Mamma,

non preoccuparti, si tratta di una situazione comune: l’unica cosa è che non durerà poco… investi in un corso di yoga e in un buon paio di tappi alle orecchie perché dovrai ricorrere alle tue risorse interiori per mantenere la calma! Anche perché agitarsi peggiora solo la situazione.

Forse il fatto che sia normale è poco consolatorio, ma la cosa buona c’è! Guai se non venisse fuori questa gelosia, meglio infatti esca finché sono ancora bambini.

Chi è Adriana Cantisani

Esistono comunque delle strategie che si possono tenere a mente:

  • è importante dividersi tra i figli e soprattutto equamente tra mamma e papà: si riesce così a dedicare del tempo ad ogni bimbo, indipendentemente dall'altro e si evita che ad esempio il papà stia sempre con uno e mai con l’altro!

  • Non sentirti come se tradissi l'altro solo perché vai per esempio a prendere il gelato con uno (e mi raccomando di non portare a casa per esempio un gelato a quello che non è venuto…se no che momento esclusivo è!).

  • Non è tanto importante la quantità del tempo trascorso insieme, ma quanto la qualità!

  • Non esistono uscite che "valgono più" di altre quando è tempo di qualità: non è più fortunato quello che è andato a prendere il gelato, rispetto a quello che ha aiutato la mamma a piegare il bucato mentre raccontava la sua giornata. L’importante è che si rida, che ci sia complicità: certo, i bambini potrebbero vederli come premio, quindi cercate di distribuire bene le "uscite" tra i due, in modo da essere equi.

  • Ricordati anche di coinvolgerli nei compiti di casa, in modo che capiscano (naturalmente pian piano) che la famiglia è una comunità e che tutti i componenti hanno lo stesso altissimo valore.

  • Non dimenticarti del marito! Fa bene a voi due come coppia, ma anche ai bambini, che capiranno così che il cuore della mamma è anche per il papà. Questo aiuta a metterli a letto presto, così mamma e papà possono "guardarsi un film" e se i bimbi si lamentano, basta impuntarsi un po’ e dire che stasera la mamma e papà vogliono guardarsi il film da soli o fare due chiacchiere.

  • Quando litigano, lasciali fare, se la caveranno da soli: tenete solo d’occhio che non si mettano in situazione di pericolo.

Non sarà sempre facile, ma vedrai che loro troveranno il modo per rapportarsi e voi anche!!

Un abbraccio,

adri

Leggi anche: i 100 consigli della tata ai genitori

Leggi altri articoli della rubrica 'Adriana risponde' sulla nanna, il pannolino e i capricci