Adriana risponde

Sos nanna nel lettino!

adriana-cantisani-400x300
09 Dicembre 2010
Basta lettone. La mamma di Asia, due anni e mezzo, vorrebbe educare la figlia a dormire nel lettino per tutta la notte e chiede aiuto a Adriana, la nota tata del programma tv Sos tata.
Facebook Twitter More

Cara tata Adriana,

sono la mamma di Asia, una bimba di 2 anni appena compiuti e vorrei un consiglio su come abituare mia figlia a dormire nel lettino. Prima che la bimba nascesse ero dell'idea che dovesse dormire nel suo letto, però poi Asia fino ai 10 mesi non dormiva poco la notte o comunque si svegliava spesso. Alla mio marito e io, distrutti dalla stanchezza, abbiamo ceduto e l'abbiamo messa nel lettone.

Al pomeriggio Asia dorme tranquillamente nel suo lettino (che però sta nella nostra camera da letto per mancanza di un'altra stanza), anche per tre ore di fila. La sera invece si addormenta in braccio, poi la metto nel lettino dove rimane per diverse ore, poi però si sveglia, vuole venire nel lettone e magari bere un po' di latte dal biberon.

Vorrei abituarla a trascorrere l'intera notte nel suo lettino ma siccome ultimamente sto cercando di ridurre l'uso del ciuccio ai momenti della nanna o cmq a brevi consolazioni diurne, non vorrei esagerare con i cambiamenti. Vorrei anche sapere come comportarmi alla notte quando vuole venire nel nostro letto.

Spero che tu possa aiutarmi, grazie Mamma Ilaria

Cara Ilaria,

il fatto che Asia si svegli potrebbe proprio essere perché è stata abituata ad addormentarsi tra le tue braccia.

Chi è Adriana Cantisani

Mi spiego meglio: se si addormentasse nel suo lettino accanto a te e, svegliandosi, si ritrovasse comunque nel suo lettino, si sentirebbe sicura. Addormentandosi invece in un posto (tra le tue braccia) e svegliandosi in un altro (nel lettino), le si accende una lampadina che le dice: "Oh, oh… posso fidarmi? Mi hanno detto di chiudere gli occhietti, di dormire tranquilla che tanto erano lì con me e invece non ci sono! Non mi posso fidare!". E' ovvio, a due anni non ragiona certo usando tutte queste parole, ma il messaggio è quello: non si sente sicura, si sente smarrita.

Adesso che è abituata a venire nel lettone non sarà facile tornare indietro, ma non sarà nemmeno impossibile. Per prima cosa è necessario che lei si senta sicura e perché questo succeda bisogna che lei si svegli nel luogo dove si è addormentata. Quindi, mettila tranquillamente nel suo letto e stai un po' lì con lei. Non fare promesse che non manterrai, tipo "amore, la mamma rimane qui con te, dormi tranquilla."

Leggi anche Non fa la nanna? Mamma sii dolce ma ferma, Lettone sì o no? Questo è il dilemma, E' ora della nanna, come addormentare il bambino

Certo, è molto probabile che dimostri il suo disappunto con strilli e pianti. Non farne un dramma, altrimenti lei capisce che gli dai un peso più grande di quello che ha. A un certo punto però dovrai andare via…. e lei strillerà, ma tieni duro. A nessuno piace far piangere un bambino, non lo facciamo per sadismo, ma perché prolungare il distacco non porterebbe a nulla. Anche a quattro e a cinque anni strillano! Non alleviamo certo il loro disappunto se rimandiamo.

Ogni giorno che passa allunga gli intervalli. Pian piano si abituerà sempre di più a stare da sola nel suo lettino. Per il momento rimanda la separazione dal ciuccio, finché non passa questa fase: meglio introdurre i cambiamenti uno alla volta e in modo graduale.

Se vuol venire nel lettone, semplicemente non la portare, ma con serenità, convinta che sia la cosa giusta.

Forza ... e soprattutto mantieni la calma e stai tranquilla! Agitarsi e sentirsi in colpa non serve a molto!

Un abbraccio,

adri

Leggi anche: I 100 consigli della tata ai genitori